Visual Journalism


Visual Journalism

WPP, Photo & Digital Storytelling Contest



Ogni anno, arriva il tempo dei più importanti premi fotografici. A metà febbraio è giunto puntuale l’annuncio della World Press Photo Foundation - che promuove «il visual journalism attraverso uno dei premi più prestigiosi per il fotogiornalismo e la narrazione multimediale, una mostra vista ogni anno in tutto il mondo da più di quattro milioni di persone e ampi programmi di ricerca e di formazione» - dei vincitori del World Press Photo, da qualche anno sdoppiato: da una parte, la 60a edizione del World Press Photo Contest; dall’altra, la 7a edizione del World Press Photo Digital Storytelling Contest.



An Assassination in Turkey © Burhan Ozbilici, The Associated Press

Quest’anno l’immagine vincitrice del premio principale, il World Press Photo of the Year, prima classificata anche nella categoria Spot News Stories, è del fotografo turco Burham Ozbilici, che lavora per l’agenzia Associated Press a Istanbul, e ritrae il ventiduenne poliziotto turco Mevlüt Mert Altıntaş che ha appena ferito a morte l’ambasciatore russo in Turchia, Andrey Karlov, durante l’inaugurazione di una mostra fotografica ad Ankara il 19 dicembre 2016.




Taking A Stand In Baton Rouge © Jonathan Bachman, Reuters

Come ha raccontato la fotogiornalista americana Mary F. Calvert - uno dei membri della giuria (presieduta dal fotografo britannico Stuart Franklin, della Magnum Photos, e composta da addetti ai lavori nel campo del fotogiornalismo e della fotografia documentaria provenienti da tutto il mondo) - «è stata una decisione estremamente difficile, ma alla fine abbiamo pensato che la fotografia dell’anno fosse un’immagine esplosiva che parlasse davvero dell’odio dei nostri tempi. Ogni volta che la foto appariva su uno schermo dovevi quasi indietreggiare per via della sua esplosività e abbiamo pensato che quella fosse l’immagine che incarnava alla perfezione la definizione e il significato del World Press Photo of the Year».




They Are Slaughtering Us Like Animals © Daniel Berehulak, for The New York Times

Un altro membro della giuria, João Silva, fotografo lusitano-sudafricano del New York Times, ha aggiunto: «in questo momento vedo il mondo marciare verso il bordo di un abisso. Questo è un uomo che ha chiaramente raggiunto un punto di rottura e il suo atto è assassinare una persona, e un paese, che ritiene responsabili per quello che sta accadendo nella regione. Quello che sta accadendo in Europa, in America, nell’Estremo Oriente, in Medio Oriente, in Siria, e questa immagine mi parlano di tutto ciò. È il volto dell’odio».




We Are Not Taking Any Prisoners © Alessio Romenzi

Sono quattro gli italiani premiati nel World Press Photo Contest di quest’anno: Giovanni Capriotti, con Boys Will Be Boys primo premio nella categoria Sports - Stories; Antonio Gibotta, Agenzia Controluce con Enfarinat secondo premio nella categoria People - Stories; Francesco Comello, con Isle of Salvation terzo premio nella categoria Daily Life - Stories; Alessio Romenzi, con We Are Not Taking Any Prisoners terzo premio nella categoria General News - Stories.




Enfarinat © Antonio Gibotta, Agenzia Controluce

Passando all’altro contest, la diffusione delle tecnologie digitali e di Internet ha cambiato il modo in cui produciamo e consumiamo storie. Il World Press Photo Digital Storytelling Contest è un riconoscimento a coloro che (digital storytellers e visual journalists) producono le migliori forme di visual journalism rese possibili da questi cambiamenti. Il contest ha 4 categorie che combinano fotografie, filmati, testi, animazioni, grafiche, illustrazioni, suoni: 1) Immersive Storytelling: una storia o un progetto immersivi, prodotti in una forma diversa dal video per il web; 2) Innovative Storytelling: una storia o un progetto visuali prodotti per il web, o un’app per i dispositivi mobili, che attraverso il design creino un’esperienza visuale innovativa per l’utente; 3) Long Form: una singola narrazione lineare o una serie di narrazioni lineari, su un singolo argomento, prodotte come video per il web, della durata massima di 30 minuti; 4) Short Form: una singola narrazione lineare, prodotta come video per il web, non più lunga di 10 minuti.




The Dig - Immersive Storytelling - First Prize. Organization: The Skin Deep + Murmur Wallpaper, The Dig

Katerina Cizek, documentarista canadese e pioniera nel campo dei documentari digitali, ha messo in evidenza alcuni criteri adottati dalla giuria per giudicare le diverse qualità dei progetti per la categoria Immersive Storytelling: l’eccellenza nello storytelling visuale, l’importanza e l’originalità del reportage, l’innovazione nel livello di immersività e la profondità della rilevanza sociale». DJ Clark, specialista di multimedia journalism, ha aggiunto a proposito della categoria Short Form: «si tratta di un format mediatico in rapida evoluzione. Abbiamo bisogno di persone che si spingano al limite e sperimentino. Non funziona sempre, ma quando funziona, è straordinario».




Future Cities - Innovative Storytelling - Third Prize. Organization: Future Cities Title slide, Future Cities

Infine, prima di passare alle liste dei vincitori, qualche numero. Al contest fotografico hanno partecipato 5.034 fotografi di 125 paesi, con 80.408 immagini, la giuria ha conferito premi in 8 categorie, premiando 45 fotografi provenienti da 25 paesi: Australia, Brasile, Canada, Cile, Cina, Finlandia, Filippine, Francia, Germania, Ungheria, India, Iran, Italia, Pakistan, Nuova Zelanda, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Sud Africa, Spagna, Svezia, Siria, Stati Uniti d’America, Turchia. Mentre sono state 282 le produzioni presentate al Digital Storytelling Contest: 135 Short Form, 54 Long Form, 62 Immersive Storytelling e 31 Innovative Storytelling.




Copacabana Palace © Peter Bauza

I vincitori del World Press Photo Contest 2017

World Press Photo Of The Year

Burhan Ozbilici, Turchia, The Associated Press: An Assassination in Turkey

Contemporary Issues - Singles

1 Jonathan Bachman, USA, ThomsonReuters: Taking a Stand in Baton Rouge
2 Vadim Ghirda, Romania, TheAssociated Press: Migrant Crossing
3 Daniel Etter, Germania: The Libyan Migrant Trap

Contemporary Issues - Stories

1 Amber Bracken, Canada: Standing Rock
2 Lalo de Almeida, Brasile, per Folha de São Paulo: Victims of the Zika Virus
3 Peter Bauza, Germania: Copacabana Palace




Sweat Makes Champions © Wang Tiejun

Daily Life - Singles

1 Paula Bronstein, USA, per Time Lightbox / Pulitzer Center for Crisis Reporting: The Silent Victims of a Forgotten War
2 Tiejun Wang, Cina: Sweat Makes Champions
3 Matthieu Paley, Francia, per National Geographic Magazine: China’s Wild West

Daily Life - Stories

1 Tomas Munita, Cile, per The New York Times: Cuba on the Edge of Change
2 Elena Anosova, Russia: Out of the Way
3 Francesco Comello, Italia: Isle of Salvation




Cuba On The Edge Of Change © Tomas Munita, for The New York Times

General News - Singles

1 Laurent Van der Stockt, Francia, Getty Reportage per Le Monde: Offensive on Mosul
2 Santi Palacios, Spagna: Left Alone
3 Noel Celis, Filippine, Agence France-Presse: Inside the Philippines' Most Overcrowded Jail

General News - Stories

1 Daniel Berehulak, Australia, per The New York Times: They Are Slaughtering Us Like Animals
2 Sergey Ponomarev, Russia, per The New York Times: Iraq’s Battle to Reclaim Its Cities
3 Alessio Romenzi, Italia: We Are Not Taking Any Prisoners




Offensive On Mosul © Laurent Van der Stockt, Getty Images Reportage for Le Monde

Long-Term Projects

1 Valery Melnikov, Russia, Rossiya Segodnya: Black Days of Ukraine
2 Hossein Fatemi, Iran, Panos Pictures: An Iranian Journey
3 Markus Jokela, Finlandia, Helsingin Sanomat: Table Rock, Nebraska

Nature - Singles

1 Francis Pérez, Spagna: Caretta Caretta Trapped
2 Nayan Khanolkar, India: Big Cat in My Backyard
3 Jaime Rojo, Spagna: Monarchs in the Snow

Nature - Stories

1 Brent Stirton, Sud Africa,Getty Images per National Geographic Magazine: Rhino Wars
2 Ami Vitale, USA, per National Geographic Magazine: Pandas Gone Wild
3 Bence Máté, Ungheria: Now You See Me




Now You See Me © Bence Máté

People - Singles

1 Magnus Wennman, Svezia, Aftonbladet, What ISIS Left Behind
2 Robin Hammond, Nuova Zelanda, Noor Images for Witness Change: Praying for a Miracle
3 Kristina Kormilitsyna, Russia, Kommersant Newspaper: Fidelity

People – Stories

1 Michael Vince Kim, USA: Aenikkaeng
2 Antonio Gibotta, Italia, Agenzia Controluce: Enfarinat
3 Jay Clendenin, USA, Los Angeles Times: Olympians

Sports - Singles

1 Tom Jenkins, Regno Unito, The Guardian: Grand National Steeplechase
2 Cameron Spencer, Australia, Getty Images: The Dive
3 Kai Oliver Pfaffenbach, Germania,Thomson Reuters: Rio’s Golden Smile




Grand National Steeplechase © Tom Jenkins, The Guardian

Sports - Stories

1 Giovanni Capriotti, Italia: Boys Will Be Boys
2 Michael Hanke, Repubblica Ceca: Youth Chess Tournaments
3 Darren Calabrese, Canada: Adaptive Athlete

Spot News - Singles

1 Jamal Taraqai, Pakistan, European Pressphoto Agency: Pakistan Bomb Blast
2 Abd Doumany, Siria, Agence France-Presse: Medics Assist a Wounded Girl
3 Felipe Dana, Brasile, The Associated Press: Battle for Mosul

Spot News - Stories

1 Burhan Ozbilici, Turchia, The Associated Press: An Assassination in Turkey
2 Ameer Alhalbi, Siria, Agence France-Presse: Rescued From the Rubble
3 Mathieu Willcocks, Regno Unito: Mediterranean Migration



Rescued From the Rubble © Ameer Alhalbi, Agence France-Presse

I vincitori del 2017 WPP Digital Storytelling Contest

Immersive Storytelling

1 The Dig, The Skin Deep + Murmur
2 The Fine Line: Simone Biles Gymnastics, The New York Times
3 The Injustice System, The Guardian US

Innovative Storytelling

1 A New Age of Walls, The Washington Post
2 The Waypoint, The Washington Post
3 Future Cities, Future Cities



When the Spirit Moves - Long Form - First Prize. Screengrab, When the Spirit Moves

Long Form

1 When The Spirit Moves
2 The Forger, The New York Times
3 The Convention

Short Form

1 Claressa, Great Big Story & Victory Journal
2 Trapped
3 How China Is Changing Your Internet, The New York Times




Claressa - Short Form - First Prize. Organization: Co-produced by Great Big Story and Victory Journal Still, Claressa