Festival

A cura di:

Dietro l'immagine,
ritratti di povertà rurale

Alexandra Boulat, David Alan Harvey, Gerd Ludwig, Pascal Maitre, Alex Webb

Vai alla galleria immagini
© Pascal Maitre - Ghana, 2002

Ogni giorno 1 miliardo e 200 mila persone, un quinto della popolazione mondiale, non può soddisfare le proprie necessità essenziali, tantomeno realizzare i propri sogni e le proprie aspirazioni.

La mostra collettiva Dietro l'immagine Ritratti di povertà rurale è dedicata alla categoria più numerosa tra i poveri della terra, i 900 milioni di donne, bambini e uomini che vivono nelle zone rurali in totale indigenza.


Vai alla galleria immagini
© Alexandra Boulat - Vietnam, 2002

Si tratta di agricoltori che coltivano prodotti di sussistenza e pastori, pescatori e lavoratori stagionali, artigiani e popolazioni indigene la cui lotta quotidiana per la sopravvivenza raramente cattura l'attenzione del mondo.

L'Ifad, il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo, è un'agenzia specializzata delle Nazioni Unite con il mandato di aiutare i poveri delle aree rurali a sconfiggere la loro condizione.
L'Ifad ha allestito questa mostra in occasione del suo 25° anniversario, per rendere omaggio ai risultati ottenuti nelle aree rurali.


Vai alla galleria immagini
© Alex Webb - Mozambique, 2002

Benché queste fotografie siano state scattate solo in 10 degli oltre 100 paesi in cui l'IFAD è impegnato ogni giorno nella lotta per sconfiggere la povertà, le vite che illustrano sono rappresentative di quelle di tutti i poveri che vivono nelle aree rurali e, nel loro insieme, più che documentare situazioni di indigenza, costituiscono un'antologia di testimonianze di autodeterminazione. Spingono a immedesimarsi e suscitano compassione, ma al tempo stesso ricordano come la povertà non consista sempre in ciò che appare a prima vista.

Chi sono


Vai alla galleria immagini
© David Alan Harvey - Perù 2002

Alexandra Boulat, membro fondatore della VII, collabora regolarmente con National Geographic, Paris-Match, Newsweek e Time, sulle quali le sue fotografie documentano dalle rivoluzioni alle guerre, dalle fuoriuscite di petrolio alle siccità. Alexandra Boulat ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo lavoro, tra cui il Golden Visa Award al festival di fotogiornalismo di Perpignan.
David Alan Harvey, un fotografo della Magnum, collabora con il National Geographic dal 1972. Ha ottenuto il National Press Photographers Association's Photographer of the Year Award e il Life Magazine Award for Best Photo-Essay. I suoi libri, Cuba e Divided Soul, sono stati pubblicati da National Geographic Society e Phaidon.


Vai alla galleria immagini
© Gerd Ludwig - Yemen, 2002

Gerd Ludwig, tedesco trapiantato a Los Angeles, ha lavorato per le riviste Time, Life, Newsweek, Fortune, Geo, Stern, Spiegel e National Geographic. Il National Geographic ha pubblicato di recente Broken Empire: After the Fall of the USSR, una restrospettiva di sue fotografie scattate nel corso di dieci anni nell'ex Unione Sovietica.
Pascal Maitre vive in Francia, collabora spesso con la rivista Geo, oltre ad aver lavorato con l'Express, Figaro, Stern, Spiegel, Brigitte, Time e Life. Ha pubblicato di recente un nuovo libro fotografico, intitolato Mon Afrique.
Alex Webb, membro della Magnum Photos fin dal 1979, vincitore di numerosi premi, ha collaborato con le riviste New York Times Magazine, Life, Geo, Stern e National Geographic. Ha pubblicato sei libri, tra cui Hot Light/Half-Made Worlds, Under A Grudging Sun, Amazon e Crossings.