News

A cura di:

Reuters, Un mondo di sport

A Roma, fino al 28 Dicembre, il Museo di Roma in Trastevere ospita la mostra Un mondo di Sport nelle immagini Reuters, un viaggio fotografico attraverso i grandi temi dello sport e i grandi campioni del nostro secolo, un progetto di Contrasto e Reuters (che la rappresenta in Italia), una carrellata delle migliori immagini dell'agenzia di stampa più importante del mondo dedicate agli eventi sportivi che si sono svolti nel mondo dal 2000 fino alle Olimpiadi di Pechino, con una sezione dedicata ai campioni italiani che hanno conquistato il podio. Dal 1860 i suoi corrispondenti sportivi di Reuters trasmettono una cronaca dettagliata da stadi, campi di gioco e circuiti. Insigniti di numerosi premi, i fotografi Reuters scattano ogni giorno 250 immagini di sport, anche 1.000 in occasione degli eventi più importanti. L'agenzia conta 2.400 persone, fra giornalisti, fotografi e operatori, dislocati nei 196 uffici in tutto il mondo e serve 131 paesi. Non è allineata o affiliata ad alcun paese, cultura o movimento.

Reuters, Un mondo di sport

ww.reuters.com


Eugene Richards, The Blue Room

Eugene Richards, The Blue Room

Eugene Richards è uno dei più grandi fotografi documentaristi americani viventi. Impegnato da sempre nel sociale, è noto per le sue immagini intense che raccontano la triste condizione degli emarginati e degli ammalati. The Blue Room (168 pagine, 80 illustrazioni, Phaidon, 75 euro)
è il suo primo, atteso, progetto a colori: un lavoro intimo e personale, in cui confluiscono tutti i temi affrontati fino ad ora e che mette a fuoco soprattutto quella che lui stesso definisce «la natura transitoria delle cose». Le fotografie raccolte nel volume sono scatti di case abbandonate e dimenticate dell'Ovest degli Stati Uniti, in aree come le pianure del Kansas, Nebraska, New Mexico e Dakota. Le immagini enigmatiche delle case abbandonate scattate da Richards rappresentano una profonda riflessione sulla memoria e il senso di perdita e sconfitta: un vestito da sposa appeso in una camera da letto, foto di famiglia alle pareti o la neve che cade su un letto vicino a una finestra aperta ci portano a realizzare la caducità delle cose che ci circondano. Scatti contemplativi che fanno immaginare la vita degli ex abitanti delle case e sono una pacata affermazione della vulnerabilità dell'uomo di fronte all'instabilità economica e climatica e dell'inevitabilità del ciclo della vita e della morte.

Reuters, Un mondo di sport

www.phaidon.com


Forma, Contacts William Klein

Contacts William Klein

Forma di Milano ospita dal 5 dicembre all'11 gennaio Contacts, una mostra del grande fotografo-artista americano William Klein. Un foglio di provini a contatto contiene 6 strisce di immagini, ognuna con 6 pose, per un totale di 36 fotografie scattate a un 1/125 di secondo. Queste frazioni di momenti rimangono lì, sulla carta, ed è all'autore che spetta il compito più complicato, per molti il vero gesto creativo: la scelta. Scegliere la foto buona, quella che racchiude il senso di una visione, di un lavoro, di un progetto; diventare un fotografo consapevole significa proprio questo. Per William Klein scegliere le foto all'interno dei suoi fogli di contatti è diventato negli anni un progetto artistico definito. Evidenziate con tratti di colore, forti tinte acriliche che ne sottolineano l'importanza, Klein ha saputo rendere le foto dei "contatti dipinti", ingrandite a dismisura, dei veri pezzi unici, immagini che racchiudono il senso della visione di questo maestro della fotografia e insieme il gesto dell'artista, la sua concezione della vita come un flusso inarrestabile di immagini, suoni, rumore e danza. Una raccolta di immagini che mescolano pittura e fotografia dovuta all'invenzione e al genio artistico di Klein, poliedrico, che ha saputo inventare ancora una volta una nuova modalità espressiva, usando due dei linguaggi a lui più congeniali. La mostra presenta una raccolta di 50 immagini, ognuna segnata da colori sgargianti, fatti sgocciolare sugli ingrandimenti fotografici per testimoniare la scelta d'autore. Sono le foto del cuore, quelle che Klein ha scelto per questa mostra e per raccontare la sua vita, il suo sguardo sulla città (da New York a Roma, Parigi, Mosca e Tokyo), sull'universo della moda, sul cinema e sul mondo. Alla mostra è associato il volume omonimo, un album d'artista di grande dimensioni (43x34 cm, 36 plance stampate a 5 colori, brossura con astuccio, Contrasto, 65 euro).
www.contrasto.it