Paesaggi
25/11/2015 | Un compendio di molti viaggi in Italia. Un insieme di paesaggi, noti o estranei. Senza nome, sospesi, con figure che indicano a volte la direzione per lo sguardo. Cromie delicate, invase dalla luce, che uniformano l’universo scelto. A Milano, fino al 9 gennaio 2016, la Galleria Monopoli presenta la mostra di Cosmo Laera, dal titolo Senza macigni sul cuore. Come scrive la curatrice, Giovanna Calvenzi, «il viaggio inizia con un’immagine di un magnifico colonnato. Non importa sapere dove sia. Al centro della composizione un osservatore o un’osservatrice osserva, esercita - come si dice spesso in fotografia - lo sguardo.
Paesaggi
16/05/2014 | Fino al 6 luglio Palazzo Incontro, a Roma, ospita la mostra Urban Solitude di Wim Wenders, regista prolifico (uno dei principali protagonisti del Nuovo Cinema Tedesco fin dagli anni ’70) ma anche parallelamente fotografo (che si focalizza principalmente sul tema del paesaggio). La mostra offre una visione dello sguardo di Wenders sul paesaggio metropolitano, toccando luoghi lontani, dal profondo West americano all’estremo Oriente, passando per la Russia, l’Italia e soprattutto la sua Germania.
Paesaggi
16/05/2014 | Il paesaggio è al centro della mostra di arte contemporanea, a cura di Gerardo Mosquera proposta dal Mart di Rovereto fino al 31 agosto. Tema affrontato attraverso le opere (170 fotografie, 84 opere pittoriche, 10 video, 4 video-installazioni, ecc.) di oltre 60 artisti, molti dei quali mai presentati in Italia, con una particolare attenzione ai paesi emergenti (soprattutto asiatici e sudamericani), alle trasformazioni naturali e urbane e ai cambiamenti geopolitici.
Dalla Terra all’Uomo
28/01/2013 | Fino al 2 giugno al Forte di Bard, principale polo culturale della Valle d’Aosta, si terrà la mostra Dalla Terra all’Uomo - un ritratto aereo del pianeta, la prima retrospettiva in Italia dedicata al fotografo e regista francese Yann Arthus-Bertrand.
La natura come orizzonte
28/01/2013 | Considero il fotografare un atto del tutto intimo e rivelatore. Personalmente, prima di esso era il caos. Mi spiego. Da che mi ricordi, in principio mi ritrovavo spesso a contemplare il paesaggio che mi si palesava improvvisamente davanti.