Nikon eXperience > Speciali > Photo stitching e panoramiche

 
 

Attrezzatura per la ripresa
ll punto nodale
Sviluppo RAW/NEF con Capture NX Stitching con PTgui
Postproduzione in Photoshop Immagini

 

Introduzione

L'argomento trattato in questo eXperience descrive come assemblare più fotogrammi scattati su unico scenario per ottenere un'unica immagine finale. Tecnica meglio conosciuta con il termine Stitching che viene letteralmente tradotto dall'inglese in cucire, unire. Generalmente si è soliti associare questa tecnica alla fotografia panoramica, ma in realtà i campi di applicazione sono vari. Si pensi ad esempio alla possibilità e/o necessità di ottenere immagini con risoluzione e gamma tonale di gran lunga superiori a quanto consentito dal sensore della fotocamera digitale in unico scatto; necessità che era maggiormente sentita in passato con file ottenuti da fotocamere digitali della precedente generazione, anche se, la tecnica che andremo a spiegare, offre potenzialità utilizzabili anche con le DSLR del futuro...

Ingrandisci
Per scaricare il file a piena risoluzione ma compresso in jpg per raggiungere pesi ridotti, cliccare...
[SCARICA]
ZIP File 8,3 MB

Ingrandisci
Per scaricare il file a piena risoluzione ma compresso in jpg per raggiungere pesi ridotti, cliccare
[SCARICA]
ZIP File 7,2 MB
 
Per scaricare il file a piena risoluzione ma compresso in jpg per raggiungere pesi ridotti, cliccare
[SCARICA]
ZIP File 6,5 MB
 
Ingrandisci
Per scaricare il file a piena risoluzione ma compresso in jpg per raggiungere pesi ridotti, cliccare
[SCARICA]
ZIP File 9,4 MB

L'interpolazione software con Photoshop o Plug-in mirati tipo S.Spline, Genuine Fractal, Alien Skin BlowUp, possono funzionare, ma é pur sempre un aggiungere, duplicare e "inventare" in maniera artificiosa, pixel non realmente letti per aumentarne le dimensioni di output. Per quanto precisi e perfetti possano essere questi software, portano in ogni caso a una perdita progressiva di qualità mano a mano che se ne aumentano le dimensioni. L'interpolazione è comunque l'unica alternativa per soggetti in cui questa perdita di definizione é meno percettibile come ad esempio nel caso del ritratto e di scene a dettaglio definito; per immagini in cui il fattore emozionale - e/o creativo - è più importante della loro definizione e quando non vi è altra scelta, visto che la tecnica di cui si parla si adatta prevalentemente ad immagini statiche.

Per meglio comprendere l'argomento, ecco due file dello stesso soggetto che rappresenta il castello di Conegliano Veneto in provincia di Treviso, ripreso con scatto singolo e, il secondo, con stitch a mosaico di 12 file uniti in unica immagine.

È possibile notare le differenze sul particolare ingrandito per il confronto percettivo.

Ingrandisci
Scatto singolo con Nikon D200 e AF-S Nikkor AF-S DX 12-24 f/4G IF-ED a focale 24, dimensione file 28,7 MB.

Ingrandisci
Stitch di 12 scatti eseguiti con testa panoramica e Nikon D200, obiettivo AF Micro Nikkor 60mm f/2.8 D, dimensione file 206,9 MB

Ingrandisci
Particolari delle due foto precedenti a confronto. A sinistra il particolare ingrandito dello scatto singolo;
al centro lo stesso particolare interpolato e a destra il particolare dello stesso soggetto estratto dallo stitch a mosaico di 12 scatti.

Quando sorge la necessità di aumentare notevolmente le dimensioni del file senza perdita di qualità (e per ottenere stampe di dimensioni estremizzate e talvolta illimitate, su tipologie di soggetti statici a dettaglio infinito come ad esempio paesaggi, affreschi, specifici still-life, ecc) è possibile ricorrere alla tecnica del photo stitching che dà certamente migliori risultati di qualunque futuristica tecnica di interpolazione "intelligente".

Per ottenere risultati di elevata qualità ho sperimentato e provato innumerevoli software (tutti reperibili esclusivamente in Internet) ed affinato la tecnica di ripresa con teste panoramiche e non. Il tempo impiegato nella lunga fase iniziale è stato comunque compensato dalla gratificazione ottenuta, dal consolidamento dei risultati e dalla scoperta di nuovi modi di concepire e vedere la fotografia, come nel caso della ripresa panoramica in digitale.

Ora, a pochi anni di distanza, grazie alla diffusione delle fotocamere digitali e al progressivo miglioramento tecnologico di computer e software, siamo in grado di ottenere con relativa facilità ottimi risultati e di affrontare con maggior sicurezza la soluzione di specifici problemi tecnici.
Possiamo così permetterci di dedicare maggiori risorse al fattore creativo.
 

continua  
 
                     
© Nital S.p.A. P.IVA 06047610016