Le Farfalle Olimpiche – Workshop di fotografia sportiva

A cura di: Vanda Biffani, Lorenzo Ceva Valla, Alberto Pizzoli

SABATO 11 MAGGIO 2013 | Politeatro, Milano

GUARDA IL VIDEO DEL CORSO

Vanda Biffani (fotografia sportiva), Lorenzo Ceva Valla (ritratti e gestione luci artificiali) e Alberto Pizzoli (foto giornalista della AFP) di nuovo insieme dopo il successo degli appuntamenti nel prestigioso Campionato Mondiale SBK e nel recente workshop con le Campionesse Olimpiche della Ginnastica Ritmica.
A seguito del successo dell'edizione romana, tornano Le Farfalle Olimpiche: cinque ginnaste d’eccezione Elisa Blanchi, Elisa Santoni, Marinella Falca, Fabrizia D’Ottavio e Daniela Masseroni ricompongono la squadra storica - argento alle Olimpiadi di Atene (bronzo alle recenti Olimpiadi di Londra con nuova formazione) per posare in coreografie libere create in esclusiva per gli allievi del corso.


La giornata si arricchirà di una preziosa presenza: il ginnasta pluri medagliato Alberto Busnari, quarto alle recenti Olimpiadi di Londra, effettuerà una serie di esercizi al cavallo con maniglie per consentire ai partecipanti di eseguire scatti unici. Un'esibizione creata per l’occasione ad impreziosire un workshop studiato nei dettagli: non un corso di ritratto e posa comune bensì 6 atleti di altissimo livello che grazie alla loro tecnica, perfezione ed eleganza si sono imposti nel competitivo mondo della ginnastica ritmica e artistica mondiale. Cornice dell’evento, il Politeatro di Milano.

L’appuntamento è come sempre rivolto agli aspiranti fotografi professionisti e agli amanti della fotografia sportiva. Quanti intendano approfondire le loro conoscenze di ripresa in posa e movimento con luci artificiali avranno la possibilità di produrre materiale unico guidati dall’esperienza e perizia dei docenti, in un contesto artistico di altissimo livello. Il Politeatro rappresenta lo sfondo ideale per quello che oltre ad un corso è un vero e proprio spettacolo. Un palco di 9 metri x 7 a sfondo nero, una platea di 190 posti in obliquo e un impianto luci di scena di enorme effetto consentiranno riprese ad ogni distanza ed inclinazione oltre la sperimentazione di tecniche di ripresa ricercate.

La giornata è rivolta anche a coloro i quali, privi di nozioni base di tecniche di ripresa, vogliano apprendere come effettuare delle immagini di altissimo livello su soggetti in movimento.

Il corso si dividerà in due parti: durante la mattina verranno date le informazioni necessarie per un approccio alla fotografia di scena e di movimento con luci artificiali, con il contributo di una modella sul palco che simulerà alcuni movimenti delle ginnaste in modo da preparare i corsisti alle riprese pomeridiane. Nel pomeriggio le cinque ginnaste poseranno per un’ora circa, effettuando degli esercizi sia in squadra sia singolarmente, con cambio di costumi di scena.

Lo stage sarà articolato in modo da concentrare tutti gli aspetti cruciali della fotografia di ripresa, di posa e in movimento:

• Introduzione: tecniche di ripresa, cenni di post produzione/editing
• Prova di ripresa con modella in movimento
• Breve pausa pranzo
• Ripresa con le ginnaste
• Analisi del materiale prodotto, suggerimenti e tecniche

 

Per la visione del materiale prodotto è necessario che i partecipanti dispongano di un proprio portatile.
La prenotazione dovrà avvenire entro e non oltre il 5 maggio. In caso di annullamento della partecipazione ad una settimana dall’evento, non è prevista la restituzione della quota versata e il nominativo verrà automaticamente rimosso.

Prima dell’inizio del corso, ai partecipanti sarà chiesto di sottoscrivere una dichiarazione di NON utilizzo delle immagini per scopi commerciali/editoriali.

 

GUARDA IL VIDEO DELLE PROVE DEL CORSO


La durata del corso è di una giornata.
Orario: 10.00 – 17.00

La quota comprende:

  • Lezione pratico/teorica di fotografia di posa e di movimento

La quota non comprende:

  • I costi di trasferta, vitto e soggiorno da intendersi a carico dei partecipanti
  • Qualsiasi altra voce non compresa nella sezione “La quota comprende”

Il costo della giornata è di Euro 150,00 + Iva (181, 71) a persona.

Ai partecipanti è richiesto cortesemente di indicare l’attrezzatura che avranno al seguito e il livello (principiante/medio/avanzato) all’atto dell’iscrizione.
Per informazioni, condizioni e prenotazioni, contattare Vanda Biffani all’indirizzo vandabi@alice.it
 

NOTA BENE:
Il corso è misto: i partecipanti più evoluti saranno seguiti maggiormente da Lorenzo Ceva Valla e Alberto Pizzoli, mentre chi ha meno familiarità con la fotografia sarà sotto la tutela di Vanda Biffani. Alcune fasi del corso saranno comuni a tutti.
In modo da consentire a chiunque partecipi la realizzazione di immagini senza la pressione dei tempi ridottissimi di una gara, è stato chiesto alle atlete della ritmica di esibirsi per almeno un'ora. Essendo una disciplina che normalmente esegue esercizi di circa 3 minuti, corrisponde ad una performance unica oltre che molto impegnativa.
Unitamente alla ripresa standard di movimento rapido, di ritratto e di luci artificiali, le tecniche affrontate saranno quelle della multi esposizione e della slow motion per le quali è necessario il treppiedi e un flash personali. Le tecniche verranno spiegate e sperimentate la mattina in modo che gli allievi siano autonomi durante l'esibizione.

Le ginnaste presenti sono le più preparate che il mondo della ritmica a squadre possa offrire. Si pregiano di molti titoli, in particolare l'argento di Atene del 2004, il recente bronzo di Londra e ori mondiali. Nel ritrarle in gruppo è preferibile avere un obiettivo che consenta ampia inquadratura poiché le evoluzioni variano molto. Per le riprese sul ginnasta al cavallo con maniglie, è consigliato ai partecipanti più esperti l'uso di un tele.
Gli allievi più avanzati che volessero trattare argomenti tecnici specifici sono pregati di farne richiesta almeno 3 giorni prima del corso, in modo che si possa organizzare una lezione omogenea. Non verranno fornite delle card in prestito, dovrà essere cura dei partecipanti possederne in quantità sufficiente per contenere un totale di almeno 400 immagini in alta risoluzione.
Gli argomenti tecnici elencati saranno ampiamente trattati durante la giornata.
I nostri corsi sono concepiti per trovare soluzioni, se avete riserve o domande siamo a vostra disposizione prima e durante il corso. Il nostro obiettivo è che ciascun partecipante possa rientrare contento dell'esperienza di aver conosciuto e fotografato atleti olimpici, di aver appreso tecniche fotografiche impegnative, aver familiarizzato con le tecniche di ripresa in movimento e con luci artificiali e rientrare a casa con scatti soddisfacenti.

 

Vanda Biffani
Ha partecipato alle Olimpiadi di Pechino (realizzando la foto più pubblicata dei Giochi) e alle Olimpiadi di Londra. Dal marzo 2007 impegnata nelle campagne promozionali per gli Enti del Turismo nazionali di diversi paesi, in particolare Argentina, Kenya, Giordania, Israele e Malta. Venue Photo Manager ai Mondiali di Nuoto Roma 09 e Venue Photo Manager ai Giochi Olimpici invernali Torino 2006, Toroc. Fotografo ufficiale di diverse federazioni nazionali alle Olimpiadi di Pechino 2008 e di Londra 2012. Fotografo ufficiale Campionato Mondiale di Motociclismo (Motogp), Campionato Mondiale di Motocross e Campionato Nazionale Movistar di Velocità (Spagna) dal 1997 al 2002: Dorna Sports, Dorna Off Roads, Madrid. Fotografo ufficiale Federazione Ginnastica d’Italia, Federazione Arti Marziali, Federazione Sollevamento pesi e cultura fisica 2003/07.

Mostre fotografiche, esposizioni

Roma Eternamente tuya Buenos Aires / Argentina palpita insieme a te –Roma via Tomacelli / Unexpected Israel Milano via Dante / Argentina 150 anni Roma Piazza Santa Maria in Trastevere / Magical Kenya Roma, Milano e Fiera del Libro, Francoforte

Volumi editi

Come fotografare lo sport, edizioni Reflex Semplicemente Jury 2005 biografia su Jury Chechi, S&K“Stoma en Zwangerschap 2005 Nederlandse Stomavereniging Harry Bacon Rome et ses vielles Églises 90 École française de Rome. Arte Barocca a Roma 91 Imprimerie Nationale de Paris, a cura dello storico d’arte Grimal.

Lorenzo Ceva Valla
Libero professionista dal 1993, opera soprattutto nel campo del reportage industriale, dell’architettura e del ritratto, per monografie aziendali e riviste del settore informatico; realizza anche servizi in teatro e set cinematografici. Conduce le sue ricerche personali prevalentemente in esterni, indagando il paesaggio urbano e i suoi abitanti. Già nel 1997 si accosta alla tecnologia digitale utilizzando programmi di fotoritocco, approfondendo, oltre agli aspetti tecnici, anche la riflessione culturale sulle nuove tecnologie applicate all’immagine. Tiene corsi e workshop in tutta Italia sulle applicazioni delle tecnologie digitali in fotografia e sull’utilizzo della luce flash nella ripresa professionale. Ha esposto in mostre personali e collettive in Italia e all’estero e pubblicato in numerose riviste e edizioni librarie. La sua immagine La pace appesa a un filo (una composizione di 81 file diversi) è stata utilizzata per la campagna a sostegno della pace nel 2003 e compare in Storia d’Italia. Annali 20. L’immagine fotografica 1945-2000, Einaudi. Dal 2006 lavora anche come direttore della fotografia e regista di lungometraggi conseguendo oscar e riconoscimenti in tutto il mondo con il film AINOM.

Alberto Pizzoli
Le immagini di Alberto Pizzoli ci appartengono. Nella quasi trentennale carriera la sua invisibile presenza ha fermato le scene più rappresentative e a volte terrificanti della nostra storia. Sue le immagini dell'esplosione in diretta della nave Heaven nel golfo di Genova, della stagione della mafia che uccise Falcone e Borsellino, dei primi esodi degli albanesi a Bari fino all'attualità di Lampedusa, le mani pulite di Di Pietro, la prima foto di Gelli, le monetine a Craxi e gli ancora attualissimi scontri del G8 a Genova; attraverso i suoi occhi abbiamo impresso nel nostro immaginario le crisi balcaniche e le stagioni della politica. Come free lance inizia seguendo la cronaca cittadina a Bologna (ricordiamo i delitti della banda della Uno Bianca) e approda alle agenzie fotografiche piu prestigiose: Sygma, Polaris Images, fino all'assunzione alla AFP dove da otto anni è fotoreporter inviato. Riprende gli ultimi 15 anni di pontificato di Papa Giovanni Paolo II e l'elezione di Benedetto XVI, Olimpiadi, ogni tipo di sport e vari Festival del cinema internazionali. "La foto alla quale sei più affezionato?" "Un frammento di affresco andato distrutto dopo il terremoto nella basilica di Assisi, il San Ruffino. La foto ritrae le mani del restauratore che incorniciano il volto del Santo per restituirgli dignità." Il dramma dei crolli del nostro patrimonio artistico: icona di una società che si sgretola ma risorge.