Avifauna in volo: composizione e tecniche di ripresa

A cura di: Claudia Rocchini

SABATO 22 GIUGNO 2013 | Oasi di Sant'Alessio, Sant’Alessio con Vialone (PV)

Un workshop di fotografia naturalistica dedicato alla composizione e alle tecniche di ripresa di avifauna in volo. Avvistamenti garantiti, tutti a portata di medio tele, di esemplari selvatici durante due appuntamenti per i pasti presso il Lago dei Pellicani, in condizioni di luce a favore e in controsole. A seguire, esercitazioni di ripresa con i rapaci della falconeria, di alto e basso volo. Previste due letture e analisi degli scatti tra una sessione e l’altra.

APPROCCIO DIDATTICO
Ogni sessione prevede una parte teorica e una parte pratica in cui verranno illustrate le caratteristiche di volo delle varie specie che incontreremo, con suggerimenti sulla composizione più efficace in base al tipo di volo e per evitare di riprendere l'esemplare esclusivamente al centro del fotogramma. Inoltre, verranno spiegate le principali tecniche di ripresa in volo in relazione alle condizioni ambientali, al controllo degli sfondi, alla composizione, all’inquadratura e alla corretta postura. L’impostazione sarà alla “sbagliando s’impara”: verrete incentivati a operare i primi scatti in base alle vostre abitudini per poi intervenire con suggerimenti e correzioni opportune. L’analisi e la lettura degli scatti avverrà con approccio “perché no” una foto non è corretta.

Si segnala che il tutor incentiverà i partecipanti ad abbandonare progressivamente gli automatismi di ripresa, per arrivare allo scatto in modalità esclusivamente manuale, con definizione a priori di Iso, tempi di scatto, apertura diaframma.


TUTOR
Claudia Rocchini – Fotogiornalista FOTOGRAFIA REFLEX, DPI- Digital Photographer Italia
Leggi l'intervista per Nikon School

LOCATION
Oasi di Sant’Alessio
Via Cadorna, 2 – Sant’Alessio con Vialone (PV)
www.oasisantalessio.org

L’Oasi di Sant’Alessio è una magnifica tenuta in provincia di Pavia, con un castello medievale come quartier generale della struttura e, tutt’attorno, un’area protetta destinata al conservazionismo e al ripopolamento faunistico. E’ da sempre meta prediletta di moltissimi fotografi naturalistici per l’opportunità di osservare e immortalare da vicino, senza disturbarle, numerose specie aviarie, alcune in cattività e semi cattività, moltissime in libertà. Attorno alla tenuta la campagna pavese ospita numerosissime specie stanziali: cicogne, aironi, spatole, aironi bianchi maggiori, ibis sacri, garzette, nitticore, cormorani, mignattai, germani che, due volte al giorno, giungono al lago dell’Oasi attirate dal pesce posizionato sulle rive.


MEDIA SPONSOR: FOTOGRAFIA REFLEX, DPI- Digital Photographer Italia

SPONSOR TECNICI:
Nikon | Manfrotto | Nikon School | Manfrotto School Of Xcellence


PROGRAMMA DEL TOUR

Ore 09.45 Ritrovo partecipanti nella piazzetta della chiesa davanti all’ingresso principale dell’Oasi. Giro di tavolo e illustrazione workshop.
Ore 10.00 Ingresso alle Oasi, registrazione partecipanti.
Ore 10.30 /10.45 Ritrovo presso il punto di ristoro per prenotare il pranzo ed evitare code durante la pausa.
Ore 10.45 / 12.30 Shooting presso l’ampia voliera delle spatole con la presenza anche di mignattai, anatidi, cicogne bianche e nere e a seguire, alle 11,30 1° Pasto Lago dei Pellicani: appostamento presso il punto di shooting al lago, a cielo aperto, per assistere all’involo delle specie aviarie libere, presenti dentro e fuori dall’Oasi, attirate dal pesce che verrà posizionato sulla riva. Luce a favore.
Ore 12.30 / 13.30 Pausa pranzo presso l’area pic nic, con posti riservati. È possibile pranzare al sacco portando il cibo da casa oppure usufruire del servizio ristoro dell’Oasi.
Ore 13.30 / 15.00 circa. Lettura ed analisi di alcuni degli scatti mattutini e suggerimenti di correzione per le riprese pomeridiane.
Ore 15.00 / 15.30 Trasferimento presso l’area della Falconeria dove, in attesa della dimostrazione, verrà illustrata la sequenza dei voli, con indicazioni di appostamento e ripresa in base agli esemplari e alle condizioni di luce.
Ore 15.30 / 16.15 Sessione di falconeria. Tra gli esemplari il Gufo reale, il Gufo virginiano, il Barbagianni, il Falco pellegrino, il Falco di Harris, il Gheppio americano, l'Aquila delle steppe.
Ore 16.30 / 17.30 2° Pasto presso il lago dei Pellicani. Durante questa sessione sarà possibile effettuare riprese in controluce e/o controsole. Verranno illustrate le tecniche di esposizione corrette per permettervi di ottenere fotografie con suggestivi effetti.
Ore 17.30 / 18.30 Seconda analisi degli scatti e chiusura workshop.


QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 140 euro
Nella quota non sono compresi l’ingresso all’Oasi (13 euro comprensivi di tessera annuale, 8 euro per chi è già in possesso di tessera) e il pranzo.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE
Versamento di € 60 all’atto dell’iscrizione. Saldo in loco il giorno dell’evento.
Per l’iscrizione, scrivere a oasi@claudiarocchini.it allegando un link a un sito o a un album online a tema con il workshop per permettere al tutor una prima visione dei vostri lavori, sì da tarare l'evento sulle competenze medie dei partecipanti.

IMPORTANTE: In caso di mancata partecipazione la quota anticipata non verrà restituita.

NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI: 15

GRADO DI FIFFICOLTÀ
La partecipazione è aperta a tutti i fotoamatori purché già in possesso delle basi fotografiche e, soprattutto, della conoscenza della propria attrezzatura. In merito, verranno date indicazioni generali a seconda delle circostanze, si puntualizza tuttavia che il workshop non è basato sulle impostazioni ottimali dei singoli corredi fotografici dei partecipanti.

ATTREZZATURA CONSIGLIATA
Sono consigliati teleobiettivi medi (70/200 o 70/300) o superiori. Si segnala che i punti di ripresa durante i due appuntamenti dei pasti presso il Lago dei Pellicani distano circa 10/12 metri dalla riva su cui viene lasciato il pesce.
I partecipanti sono invitati a portare con sé pc portatili o tablet per operare in autonomia una prima selezione dei propri scatti, così da velocizzare l’analisi durante le due letture previste.


CONDIZIONI METEO

L’appuntamento si terrà in ogni condizione di meteo. Tuttavia, in caso di eventi eccezionali, l’organizzazione si riserva di rimandare il workshop con un preavviso minimo di 24 ore. Solo in questo caso, la quota versata verrà trattenuta esclusivamente per il successivo evento in programma.