Sguardi 107



Editoriale


 

Sguardi che inaugura il nuovo anno inizia con una lunga intervista a Larry Towell, incontrato in occasione della sua prima retrospettiva europea, membro dell'agenzia Magnum, narratore multiforme, poeta, scrittore, storico orale, musicista, “essere umano” come è scritto sul suo biglietto da visita. Un'opportunità per esplorare i suoi lavori più intimi e personali, sulla sua famiglia o sulla comunità dei Mennoniti, fino ai reportage in zone di conflitto, dal Salvador alla Palestina.

Fine anno e inizio anno, tempo di bilanci e classifiche epocali e annuali, di premiazione per concorsi. La rivista Time ha selezionato 100 fotografie più influenti, rappresentative della storia, un interessantissimo e lodevolissimo progetto multi-piattaforma che presenta contesto, retroscena, senso di alcune immagini che hanno marcato la storia della fotografia dalla sua invenzione quasi due secoli fa. Accanto alle 100 foto di Time, un po' di leggerezza con le migliori foto di promessa/impegno/fidanzamento - prima, durante, dopo il fatidico “sì” - premiate dal portale Junebug Weddings che organizza ogni anno The Best Engagement Photo Contest.

Fine anno e inizio anno, tempo di calendari. Da una parte, gli spazi dilatati di Andrea Pistolesi per Epson: Senza Confini è il titolo del calendario 2017, pezzo da collezione in edizione limitata e numerata, che si aggiunge agli autori che dal 2001 hanno firmato le preziosissime edizioni del calendario Epson, da Franco Fontana a Mimmo Jodice. Dall'altra, i popoli indigeni nelle foto che hanno vinto il concorso fotografico annuale e animano il calendario 2017 di Survival International, movimento mondiale che si batte meritoriamente in difesa dei diritti di quei popoli. Due selezioni di immagini - paesaggi e persone - che mettono in evidenza il rapporto particolare dei committenti - che siano grandi aziende o associazioni umanitarie - con la fotografia, strumento fondamentale per mostrare la qualità dei propri prodotti o sensibilizzare attorno alle proprie campagne.

Infine, le visioni condivise di questo numero sono tre: un viaggio da nord a est remoti, due immersioni in sud vicinissimi. Da un itinerario senza aerei lungo 23 mila chilometri (dalla Scozia fino in Giappone) a due approfondimenti italiani: sulla porzione più meridionale della penisola, la Calabria greca, e su vita quotidiana e tradizioni di una Campania dietro le città.

Buon viaggio, buona lettura e visione con Sguardi.
[Antonio Politano]