Offroad Lifestyle

A cura di: Paolo Baraldi, direttore responsabile di Offroad Lifestyle

Una nuova avventura editoriale dedicata a chi fa dell'offroad uno stile di vita.

Dopo anni dedicati alla fotografia motoristica, passati a rincorrere freneticamente le gesta dei più abili piloti internazionali e trascorsi a documentare gli avvenimenti offroad più popolari, ho sentito il bisogno di scandagliare in modo diverso il mondo del fuoristrada, abbracciandolo a 360 gradi.

Ho voluto soffermarmi con la dovuta calma sull’aspetto più umano di questo sport per “raccontarlo” come credo nessuno abbia fatto finora. Non per questo abbandonerò la frenesia delle competizioni e delle manifestazioni che tanto mi hanno dato in questi anni, ma troverò il tempo per approfondire gli aspetti che mi hanno spinto a far nascere Offroad Lifestyle.

Nell'era della globalizzazione, in cui Internet ci inonda di immagini di ogni tipo, ho sentito il bisogno di qualità.

Quella qualità delle immagini che credo sia andata persa, provocando nel fruitore finale un'incapacità di giudicare e richiedere un livello superiore di ciò che gli viene proposto.

Credo fortemente nella professionalità e credo che un fotografo debba fare il fotografo, che un ingegnere debba fare l’ingegnere e che un pilota debba fare il pilota, perché è solo grazie all’esperienza maturata nel tempo che si può offrire un prodotto-servizio di qualità.

A tal proposito mi sovviene un interessante aneddoto che ho vissuto alla King of the Hammers durante una sessione di shock tuning.
Gerardo Iribe, taratore professionista della King Shocks, dopo aver ascoltato le impressioni di un pilota sulle reazioni del suo Ultra4, si è chinato sugli ammortizzatori per la loro messa a punto.


Mentre lavorava alacremente, il pilota continuava a suggerirgli cosa e come fare. Gerardo si è alzato e, rivolgendosi ironicamente al pilota, gli ha detto: “Tu cosa fai?” e il pilota risponde “ I’m a driver”. Iribe lo azzittisce rispondendogli: “Ecco, io sono un taratore professionista!”.

La morale di questo aneddoto è che ognuno deve fare il proprio “mestiere” evitando di intraprendere professioni che non siano consone alla sua formazione.

Ecco perché in Offroad Lifestyle troverete solo reportage e articoli di fotografi e giornalisti professionisti, o di veri esperti nei relativi settori.

Offroad Lifestyle non è un magazine di settore, aspetto che lo rende diverso da tutte le altre proposte esistenti.

Il mondo del fuoristrada è uno solo, che lo si viva in auto, in moto o in quad. La passione per gli sterrati è una e soltanto una, e per questo abbiamo ritenuto opportuno parlare di offroad a tutto tondo.
La nostra passione è fatta di persone motivo per cui l’uomo è parte predominante di Offroad Lifestyle.

Credo fortemente in queste idee e in questo progetto. Sono quindi certo che l'ambizioso fine di Offroad Lifestyle di diventare la rivista di riferimento per chi dell'offroad fa uno stile di vita, sia possibile e raggiungibile in breve tempo.

Tutti i collaboratori della redazione di Offroad Lifestyle utilizzano attrezzatura Nikon, indispensabile per realizzare, in qualsiasi condizione meteo, ottimi reportage.

Le reflex Nikon, dalla D300s sino alle nuove D4 e D800, corredate dai migliori obiettivi Nikkor, sono le fedeli compagne di avventura e di lavoro dei fotografi di Offroad Lifestyle.