Tomasz Gudzowaty: workshop di fotografia sportiva by Nital

A cura di: Matteo Bagnasacco, Mattia Furlan

Due giorni di full immersion insieme a un fotografo di fama mondiale che nella bellissima sala pose STUDIO della Nital di Moncalieri, il primo giorno, e all'Ippodromo del trotto di Vinovo, il secondo giorno, sono stati fonte di grandi soddisfazioni per i partecipanti.

Il fotografo sportivo pluripremiato Tomasz Gudzowaty, ha regalato grandi emozioni in due fantastici giorni di workshop, sabato 11 aprile nella grandiosa sede Nital di Moncalieri (TO) e domenica 12 aprile all’Ippodromo del trotto di Vinovo.
L’intero evento è stato organizzato da “2.8” (www.dueeotto.com), editore specializzato in pubblicazioni fotografiche e già organizzatore di eventi analoghi a Torino con i migliori fotografi sportivi in assoluto. Il tutto è patrocinato dal comune di Torino, dal comune di Vinovo, da “Torino 2015 | Capitale Europea dello Sport” e da Nikon. Un team molto attento alle iniziative di rilevanza nazionale svolte sul territorio.

L’arte fotografica di Tomasz ha ritratto il mondo dello sport non convenzionale, creando reportage che hanno attraversato la Mongolia, l’India, le montagne dei monasteri di Shaolin, il Giappone estremo e il Messico. Vincitore di ogni premio possibile nel campo della fotografia, ha messo a disposizione la sua arte in due giorni intensi, riunendo fotografi da tutta Europa.
Poteva essere un workshop anonimo, come altri a cui abbiamo partecipato, ma Tomasz si è spinto oltre. Durante i due giorni di workshop ha dimostrato di essere una persona e un fotografo eccezionale, un vero master della fotografia (non solo sportiva).
Ogni allievo è stato coinvolto professionalmente nelle varie sessioni.

La perfetta interazione tra Gudzowaty e i partecipanti ha portato a sorrisi e a soddisfazioni nel corso dei due giorni. Tomasz ha raccontato, insegnato e fotografato, rendendosi disponibile su ogni fronte. Il suo banco ottico, strumento di cui non può fare a meno, è stato messo a nostra disposizione e ognuno di noi si è divertito a sperimentare la bellezza e le difficoltà della fotografia nuda e cruda.

I due giorni di workshop sono andati così
Sabato 11 aprile 2015
Tomasz è arrivato in tarda mattinata nella seda Nital di Moncalieri (TO). A precederlo vi erano i suoi due assistenti, Maja e Lucas, che hanno raccontato la carriera del maestro. Al suo arrivo, dopo aver salutato i presenti, ha regalato a ognuno di noi una copia autografata del suo ultimo libro fotografico, “Keiko”, pubblicato da Hatje Cantz.
Nel pomeriggio, Nital ha messo a disposizione la sua magnifica sala di posa: STUDIO. Proprio in STUDIO, Tomasz Gudzowaty, aiutato dai suoi fidi assistenti nella spiegazione e nella preparazione del banco ottico, si è sbizzarrito e ha realizzato splendidi ritratti ad alcuni dei più grandi driver di trotto italiani. La sessione è terminata intorno alle 19.00 mentre i partecipanti fremevano per l’arrivo del giorno dopo.

Domenica 12 aprile 2015
Alle 9.00 del mattino i fotografi erano già riuniti all’Ippodromo di Vinovo con la macchina fotografica in mano, ma non immaginavano ancora cosa fosse lì ad attenderli. Tomasz ha guidato il gruppo nella visita delle grandi scuderie dell’Ippodromo. Dopo aver trovato la luce più emozionale e l’inquadratura corretta sui disponibilissimi driver, ha scattato e, soprattutto, ha permesso di scattare ai partecipanti al workshop, stupendi ritratti “old style” con il suo inseparabile banco ottico. Alla partenza delle gare di trotto, nel pomeriggio, Tomasz e i fotografi, hanno sfruttato le aree foto messe a disposizione dall’Ippodromo, per provare i corpi macchina Nikon e le ottiche Nikkor, compresi i lunghi fuochi, dal 200mm f2.8 all’800mm f/5.6.
L’ippodromo di Vinovo ha permesso a Gudzowaty e a i partecipanti al corso, di accedere alla pista per fotografare le gare dall’interno. A due ore dal termine delle gare, il fotografo ha voluto salire sull’auto dei giudici per realizzare scatti frontali ai cavalli in corsa. Scatti che siamo tutti curiosi di vedere.