I colori del Nepal

A cura di: Gimmi Corvaro

DAL 29 MARZO AL 7 APRILE 2018


Il viaggio fotografico in Nepal è caratterizzato dallo studio e dalla ricerca dei suoi magnifici paesaggi, da un'antica cultura e un insieme di luoghi di interesse storico, culturale e religioso, tra cui alcuni siti del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO.
Un affascinante itinerario fotografico nel cuore dei colori del Nepal, della sua caotica capitale Kathmandu attraverso pagode, templi, vicoli e piazze medievali della sua valle con Patan, la città gemella e Bhaktapur con le sue viuzze acciottolate. Usciremo dal caos cittadino per assaporare la natura con un safari tra rinoceronti, coccodrilli, uccelli di varie specie, scimmie e se saremo fortunati le tigri.... per poi spostarci nella cittadina Hyppie di Pokhara dove da li ci perderemo nelle affascinanti montagne dell'Annapurna tra villaggi e paesaggi mozzafiato.
Il viaggio è adatto a tutti gli appassionati della fotografia, della montagna, delle tradizioni, della cultura e soprattutto dell'avventura, sarà un percorso misto tra camminate in montagna e chiacchierate con la popolazione locale, profumi e sapori asiatici, avvolti dalla purezza e maestosità degli scenari himalayani.
Il viaggio fotografico darà l'opportunità a fotoamatori di sperimentare, condividere e migliorare le tecniche fotografiche insieme al fotografo Gimmi Corvaro, esperto professionista e viaggiatore allo stesso tempo.
Il viaggio è adatto a tutti, l'itinerario prevede 4 giorni di trekking in alta montagna ma il percorso prescelto per questo tipo di tour è il grado A, il più facile. Si consiglia di leggere attentamente le "informazioni pratiche". Il Nepal è considerato patria indiscussa del trekking, con ben otto delle dieci cime più alte della Terra e alcuni tra i paesaggi più suggestivi al mondo raggiungibili soltanto a piedi. Fare trekking in Nepal rientra di certo tra le esperienze uniche che il continente asiatico possa offrire.

PROGRAMMA DI VIAGGIO:


1° GIORNO, 29 marzo

Arrivo a Kathmandu e trasferimento in hotel

È un'emozione arrivare a Kathmandu in una giornata limpida. La veduta delle cime innevate che si vedranno sarà solo l'inizio dell'indimenticabile esperienza che inizierà. L'autista ci aspetterà all'aeroporto e ci accompagnerà all'hotel. Pernottamento.


2° GIORNO
, 30 marzo

Kathmandu: Durbar Square, Swyambhunath e Patan Durbar Square.

Dopo la colazione, giornata di street-photography nelle vie centrali dei quartieri della capitale. Swayambhunath o Monkey Temple.
"Swayambhu" significa "auto-creato" e si riferisce alla convinzione che la collina emerse spontaneamente dal grande lago che un tempo copriva la valle di Kathmandu. Successivamente visiteremo Patan Durbar Square, dove il Tempio di Mahaboudha, il tempio di Kumbeshwor, il Tempio di Krishna, il Tempio d'oro e molti altri ci innalzeranno davanti a noi come un museo aperto.
Particolari da notare saranno le finestre intagliate, le intelaiature del tetto, le statue, i templi progettati in stile pagoda, fino a spostarci poi a Basantapur Durbar Square. Da lì una passeggiata di 20 minuti per ritornare in hotel.
Pernottamento.

3° GIORNO, 31 marzo

Kathmandu: Bhaktapur, Boudhanath Stupa & Pashupatinath

Dopo la colazione, visita a Bouddhanath Stupa, è uno dei più grandi stupa dell'Asia meridionale, ed è diventato il punto focale del buddismo tibetano in Nepal. Lo stupa è un monumento buddhista, originario del subcontinente indiano, la cui funzione principale è quella di conservare reliquie, letteralmente significa "fondamento dell'offerta". Lo stupa si trova sull'antica via commerciale del Tibet, e i mercanti tibetani riposarono e offrirono preghiere qui per molti secoli. Quando i rifugiati entrarono in Nepal dal Tibet negli anni '50, molti di loro decisero di vivere attorno a Bouddhanath, creando il "piccolo Tibet". Questo "piccolo Tibet" è ancora il posto migliore nella valle per osservare lo stile di vita tibetano, monaci in abiti marroni, i fedeli in preghiera che girano attorno allo stupa su mani e ginocchia, inchinandosi al loro Signore.

Dopo pranzo visiteremo il Tempio di Pashupatinath, il più importante tempio indù del Nepal, uno dei più importanti templi di Shiva nel subcontinente e attira numerosi devoti da ogni parte dell'India ogni anno.
Pashupati è di particolare interesse e rilevanza per il Nepal. Vedremo vecchi edifici distrutti da invasori musulmani nel XIV° secolo, fino al fiume Bagmati, il fiume sacro dove ci sono i ghat, forni crematori degli indù.

Successivamente visita alla città culturale di Bhaktapur, famosa per l'artigianato. Vedremo la Porta dei Leoni, Porta d'oro, galleria d'arte, Statua del re Bhupatendra, Tempio di Nyatapola e Malla Palace da cinquantacinque finestre, simbolo di Bhaktapur. Fotografia di strada e ritratti per catturare la vera cultura nepalese e la vita locale. Pernottamento in hotel.

4° GIORNO, 1 aprile

Da Kathmandu a Chitawan National Park

Di mattino presto, trasferimento in macchina/van di circa 6 ore per arrivare al Parco Nazionale di Chitwan. Dopo pranzo, faremo un giro in jeep per un safari alla ricerca di animali da fotografare, senza invadere i loro spazi naturali. Dopo cena si prevede un programma culturale: a Chitwan ci sono le comunità locali, i Tharu, che ci faranno compagnia durante la serata con performance uniche. Pernottamento in hotel.

5° GIORNO, 2 aprile

Chitawan – Pokhara

Sveglia presto e colazione. Mattinata prevista in canoa lungo il fiume Rapti. Opportunità di fotografare alcune specie animali nelle prime ore di luce, bird watching (osservazione di uccelli) e per vedere specie rare di coccodrilli, passeggiata nel verde del parco e un'occasione unica per vedere il bagno degli elefanti. Rientro in hotel per il pranzo. Dopo pranzo, ci dirigeremo verso Pokhara. Il percorso in auto/van sarà allietato dalla vista di stupendi paesaggi, verdi colline con molte città nepalesi, sulla riva del fiume Trishuli, fino alla catena montuosa di Annapurna, fino a raggiungere Pokhara. Pernottamento in hotel.

6° GIORNO, 3 aprile

Pokhara – Uleri (Annapurna trekking)

Dopo aver fatto una buona colazione faremo 3 ore di auto per arrivare a Thikhedunga e iniziare il percorso di trekking. Inizieremo attraversando un torrente (Bhurungdi Khola) su un ponte sospeso. Emozione unica e paesaggi da togliere il fiato. Arriveremo al grande villaggio Magar chiamato Ulleri a circa 3 ore di cammino in salita. Cena e pernottamento ad un teahouse* (modeste e semplici strutture con stanze a due o tre letti, di persone del luogo che ospitano i viaggiatori in salita verso le montagne – vera occasione per entrare a contatto con i residenti di questi piccoli villaggi)
*NB: in molti teahouse il bagno e la doccia possono essere in comune con altri viaggiatori.

7° GIORNO, 4 aprile

Uleri – Ghorepani 2855 metri (Annapurna trekking 5-6 ore)

Dopo la colazione, saliremo gradatamente la montagna, in mezzo alla gigantesca foresta di rododendri fino a raggiungere il Ghorepani Deurali. Ghorepani si trova nel bel mezzo della splendida foresta dove si può ammirare la maestosa veduta della catena dell'Annapurna e del Dhaulagiri a nord e ovest. Cena e pernottamento ad un teahouse.

8° GIORNO, 5 aprile

Ghorepani - Poon Hill (3210m) – Tadapani (2610 m) (Annapurna trekking 6-7 ore)

Stavolta faremo un'uscita fotografica particolare.
Sveglia al mattino presto per una passeggiata di 40 minuti fino alla collina di Poon. Con l'aiuto della luce del flash o della luce lunare riusciremo a fotografare gli scorci mattutini della foresta e dei rododendri. Poon hill prende il nome dalla collina tribù Pun, abitanti di Ghorepani e della zona circostante. È anche un punto strategico per osservare lo scenario della lontana catena dell'Himalaya occidentale: i monti Dhaulagiri, Tukuche Peak, Dhampus Peak, Nilgiri, Annapurna, compreso il monte Machhapuchare (coda di pesce), Hiunchuli, Manaslu e Lamjung.
Quasi 600 km di montagne possono essere ammirate da questo magnifico punto. Dopo questo imperdibile spettacolo della natura, ritorneremo a Ghorepani per la colazione e proseguiremo il trekking lungo i boschi di pini e rododendri fino a Deurali (2960 m).
Dopodiché, scendiamo verso il Banthanti, quindi ci dirigeremo verso Tadapani.
Cena e pernottamento ad un teahouse.

9° GIORNO, 6 aprile

Tadapani - Ghandruk - Pokhara (Annapurna trekking)

Il trekking partirà in direzione di Ghandruk subito dopo una buona colazione. Dopo la discesa di 4 ore ci fermeremo al Big Gurung Village chiamato Ghandruk. È uno dei villaggi Gurung tribali più interessanti del Nepal, dove vengono addestrati i soldati Gorkha. Si potranno ammirare le surreali vedute dell'Annapurna meridionale, le montagne Machhapurchhe e Himachuli. Dopo pranzo faremo una piccola esplorazione nel villaggio di Ghandurk. Dopo 1 ora di cammino raggiungeremo il nostro trasporto per tornare a Pokhara (circa 2-3 ore di auto). Pernottamento in hotel.

10° GIORNO, 7 aprile

Pokhara – Kathmandu

Colazione e trasferimento nell'aeroporto di Kathmandu (6 ore circa). Volo internazionale per l'Italia.
A richiesta è possibile chiedere il pernottamento in hotel per la notte.


QUOTA DI PARTECIPAZIONE (minimo 5 partecipanti)

€ 1.550 a persona

Anticipo del 30% da versare al momento della sottoscrizione, rimanente con saldo entro il 10 febbraio 2018.




IL PREZO INCLUDE:

• Tutti i trasporti descritti nell'itinerario (compresi da/a l'aeroporto);
• Sistemazione in hotel per 9 notti con colazione (3 notti a Kathmandu, 1 notte a Chitawan, 2 notti a Pokhara) in camera doppia.
• Pensione completa in Chitawan National Park
• 4 giorni trekking tour (Grado A – FACILE) in pensione completa (3 colazioni, 4 pranzi, 3 cene e 3 pernottamenti)

IL PREZZO NON INCLUDE:

• Volo intercontinentale
• Pasti, se non specificati nel programma di viaggio
• Assicurazione di viaggio
• Biglietto di ingresso in siti turistici e parchi
• Guida turistica a Kathmandu
• Spese personali
• Tutto ciò non incluso nella quota di partecipazione

EVENTUALI ACCOMPAGNATORI

Questo è un itinerario che non prevede accompagnatori in quanto non abbiamo la possibilità di dividere il gruppo per altre attività, questo è prettamente un viaggio fotografico. Tutte le tappe, la scelta delle città e gli orari previsti sono stati organizzati e scelti in base alla luce e al territorio che si presta molto bene alla fotografia, ritratti alle persone nei villaggi locali, nei luoghi di culto, panorami mozzafiato, orario giusto per immortalare le vette innevate delle montagne e tanta magia nell'aria. Ciò non toglie che nella nostra esperienza abbiamo avuto anche clienti che hanno partecipato al viaggio come accompagnatori, per la bellezza dei posti che il viaggio prevedeva, per la particolarità dell'itinerario e per il gruppo ristretto di persone evitando il classico "villaggio vacanza" di turismo di massa. Per questo però, agli accompagnatori in questo senso, non possiamo applicare diminuzioni di prezzo proprio perché il fotografo accompagnerà il gruppo e farà solo un unico percorso. Ciò non toglie però che saremmo ben lieti di avere un "accompagnatore" ben informato del viaggio fotografico, con i suoi tempi e le sue condizioni.


INFORMAZIONI GENERALI

Cosa mettere nello zaino?

• Apparecchiatura fotografica.
• Zaino: la dimensione ideale sarebbe quella di uno zaino da 25/35 litri, quanto basta per trasportare tutto l'essenziale, leggero.
• Abbigliamento comodo, che protegga dal freddo durante il trekking e con capi di ricambio in casi si bagnassero.
• Scarpe comode e adatte al trekking: possibilmente impermeabili, che calzino comode e che abbiate testato camminandoci in precedenza.
• Un paio di ciabatte da indossare nelle Teahouse per la doccia e per far asciugare le scarpe in caso si bagnassero.
• Calze: almeno due paia adatte per il trekking, ovvero più spesse, e altrettante leggere da utilizzare la sera o alle quote più basse quando le temperature di giorno sono abbastanza miti.
• Guanti
• Cappello: che vi copra quanto più possibile il viso, soprattutto per i casi di vento e qualora faccia molto freddo.
• Pantaloni: due paia per il trekking e una calzamaglia senza piede.
• Giacca pesante
• Sacco a pelo: nelle Teahouse un sacco a pelo di piccole dimensioni dovrebbe essere sufficiente. In ogni stanza dovrebbero esserci delle coperte che potrete usare come aggiunta.
• Occhiali da sole e protezione solare, crema idratante e burro cacao.
• Carta igienica, salviette umide e gel igienizzante: la carta igienica è spesso di facile reperimento anche in loco
• Prodotti da bagno: spazzolino, dentifricio, sapone, shampoo e balsamo in bustina o in piccole quantità.
• Asciugamano in microfibra di piccole/medie dimensioni.
• Spray per il naso e medicine generiche: per piccoli fastidi e raffreddori.
• Borraccia di metallo e purificatore per l'acqua: la borraccia di metallo, dev'essere la sostituita delle bottiglie di plastica. Il costo di una bottiglia d'acqua in montagna può raggiungere le 250 rupie (contro le 25 rupie di Kathmandu) per cui ha molto più senso premunirsi di gocce o di pastiglie per purificare quella che prenderete dal rubinetto.
• Snack di ogni tipo: consideratene almeno uno/due al giorno perché rendano il vostro trekking e i momenti di pausa ancora più piacevoli.

Si consiglia di:

• bere solo acqua o bevande in bottiglia (da aprire in presenza del consumatore), senza aggiunta di ghiaccio;
• bollire o purificare sempre l'acqua prima di berla;
• non mangiare cibi crudi.

Fuso orario:

+4,45h rispetto all'Italia

Passaporto:

necessario, con validità residua di almeno sei mesi e al momento dell'arrivo.

Visto d'ingresso Obbligatorio.

È possibile ottenere il visto direttamente all'aeroporto di Kathmandu.

Moneta:

rupia nepalese (NPR)

Telefono:

Prefisso dall'Italia: 00977
Prefisso per l'Italia: 0039

INFORMAZIONI:

Bexperience Travel

Affiliato TravelBuy Italia
P.IVA: 09826681000
Aut.Prov. RM nr 787/2011
Polizza Allianz nr. 190895
Email: info@bexperiencetravel.com | Web site: www.bexperiencetravel.com



MASTER PHOTOGRAPHER: Gimmi Corvaro
Gimmi, da sempre “vola” con l’immaginazione e non solo. È fotografo professionista da 6 anni, e da sempre viaggiatore nell’animo. Gli piace perdersi negli sguardi delle persone, nei meandri nascosti di brulicanti metropoli e nella natura selvaggia alla scoperta di un mondo tutto da scoprire. È Master Photographer di Nikon School Travel. Ha visitato quasi tutti i continenti del Mondo. Viaggia e fotografa per entrare in contatto con le persone, per conoscere e fare esperienze che solo un Viaggio può darti. Pubblicazioni: È arrivato in finale al concorso National Geographic Italia negli anni 2009, 2010, 2011 e 2015. Ha pubblicato i suoi lavori su magazine e web quali: repubblica.it, Foto Up, Image Magazine, Altanox Magazine. Ha pubblicato due calendari e un libro fotografico per Associazioni umanitarie a favore dell’infanzia in difficoltà (Diritti al Cuore Onlus, La Casa di Tutte le Genti). E’ attivo nel sociale con Hanuman Onlus e Medici Senza Frontiere per sostenere la popolazione nepalese dopo il terremoto. Ha pubblicato il Libro “Tesori di Persia” a cura di Inside Art.