Aspettando il Nowruz

A cura di: Gimmi Corvaro

TOUR FOTOGRAFICO IN IRAN

8 - 21 MARZO 2017

PROGRAMMA DI VIAGGIO

8 MARZO 2017

Arrivo all'aeroporto di Tehran l'8 sera alle 22.10 con volo da Milano/Roma. (In caso di voli successivi che arrivano durante la notte avvisarci), incontro con i partecipanti, acquisto schede telefoniche iraniane, cambio soldi e trasferimento in hotel in aeroporto.

9 MARZO 2017

Trasferimento dall'aeroporto a Esfahan. Ci fermeremo a Kashan dove visiteremo le case coloniali (Tabatabei house, Sultan Amir Ahmad Bathhouse, Borujerdi House), i giardini di Bagh-e Fin e se avremo tempo la moshea di Agha Bozorg. Arrivo in serata a Esfahan.

10 MARZO 2017

Essendo venerdì approfitteremo della giornata di festa in attesa del Nowruz. La mattina visiteremo la cattedrale di Vank nel quartiere armeno di Jolfa. Ci sposteremo lungo le rive del fiume dal ponte più antico di Pol-eSharestan e sui splendidi ponti (Pol-e Chibu e Pol- Si-o) che lo attraversano. Troveremo tantissime persone e famiglie che faranno picnic con cui potremmo interagire e magari ricevere un invito a cena. Finiremo la camminata sullo splendido e famoso Pole Khaju costruito nel 1600 dove ritorneremo a fotografarlo anche di sera.

11 MARZO 2017

Visiteremo la bellissima Moschea di Masjed-e Jameh, la Moschea più grande dell'Iran, e con la piccola cupola di Taj-al-Molk in mattoni, considerata la più bella della Persia.
Uscendo dalla Moschea entreremo nel maestoso Bazar e-Borg, un dedalo di viuzze, caravanserragli, ristoranti e negozi che si snoda fino alla piazza principale, Imam Square, la seconda piazza più grande al mondo dietro P.zza Tienanmen.
Visiteremo il Palazzo di Ali Qapu e la piccola ma splendida Moschea dello Sceicco Lotfollah.

12 MARZO 2017

Trasferimento per Garmeh passando per Nain. Garmeh è una piccolissima oasi nel deserto vicino il deserto del Dasht-e Kevir. Qui ci rilasseremo e inizieremo la parte più avventurosa del nostro viaggio. Visiteremo l'oasi e dormiremo presso la guest-house Ateshooni di Maziar.

13 MARZO 2017

La mattina visiteremo un lago salato, e poi inizieremo il tour su 4x4, pranzeremo nel deserto, e vedremo paesaggi diversi, dal deserto di sabbia ad un paesaggio lunare.

14 MARZO 2017

Partenza per Yazd, visita della città e del deserto al tramonto.

15 MARZO 2017

Visita della città, del tempio del fuoco di Zoroastro e delle torri del Silenzio. In serata si festeggerà nel deserto il Charshanbe Souri dove la tradizione ci chiamerà a saltare sui fuochi e a ballare.

16 MARZO 2017

Partenza per i Kalut nel deserto del Dasht-e Lut che caratterizzato da lunghe file di "yardang" ovvero castelli di sabbia naturali alti da 5 a 10 mt creati dal vento che spira sempre nella stessa direzione. Assisteremo al tramonto, ceneremo li, e poi fotograferemo la volta celeste e giocheremo con il light painting. Dormiremo in tenda.

17 MARZO 2017

Alba nei Kaluts e trasferimento a Shiraz. È stata capitale culturale della Persia.
È la città di uno dei padri della poesia iraniana Hafez. Visiteremo la moschea di Masjed-e Vakil.

18 MARZO 2017

Sveglia molto presto, e visita alla moschea di Nasir al Molk, famosa per le splendide vetrate colorate che attraverso i raggi del sole che vi passano disegnano splendidi giochi di luce sulle paretie colonne retrostanti.
Partenza poi per Persepolis, una delle capitali del regno degli Achemidi. Costruita a partire dal 520 a.c. divenne uno dei complessi più imponenti del regno persiano. Dopo Persepolis ci fermeremo alle tombe di Dario I, II, Serse e Artaserse I (Naqsh-e Rostam e Naqsh-e Rajab) scavate nella roccia e maestose nella loro semplicità.
Torneremo in albergo e la sera ceneremo in uno dei più bei ristoranti dell'Iran dove vi saranno offerte prelibatezze persiane probabilmente in compagnia di musica popolare.

19 MARZO 2017

Sveglia presto nel caso si rivoglia fotografare la moschea di Nasir al Molk e poi andremmo a visitare la tomba di Hafez, il più famoso poeta iraniano.
Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto dove voleremo alla volta di Teheran. Trasferimento in Hotel e cena.

20 MARZO 2017

In mattinata , passeggiata veloce per la città e pranzo in famiglia dove festeggeremo il Nowruz (capodanno persiano). Nel pomeriggio visiteremo la parte moderna di Teheran nord. Cena a Darband.

21 MARZO 2017

Mattinata libera. NB I musei saranno quasi tutti chiusi (eccetto qualche rara eccezione). Qualche bazar sarà aperto. Pomeriggio trasferimento in aeroporto per il rientro in Italia.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE


minimo 3 partecipanti, massimo 6 partecipanti

2.200,00 €

Anticipo del 50% da versare al momento della sottoscrizione, rimanente da versare
entro il 15 febbraio 2017
su conto corrente IT07N0301503200000002603008 intestato a Gimmi Corvaro


NB:
le disposizioni bancarie internazionali non permettono di pagare direttamente l'agenzia dall'Italia.
Inoltre non sono attivi circuiti internazionali (salvo rari casi) di bancomat e carte di credito,
si consiglia di portare sufficiente contante per le proprie esigenze.

LA QUOTA COMPRENDE:

• 10 notti in pernottamento e prima colazione in hotel ¾ stelle in camera doppia e/o tripla) con servizi privati.
• 2 notte in ostello dove dormiremo per terra e con bagno in comune.
• 1 notte in tenda nel deserto a Shahdad. (comprende anche i sacchi a pelo).
• noleggio in pulmino 9 posticon autista, tipo iveco o similari, con aria condizionata (per 11 gg)
• carburante, parcheggi, pedaggi stradali.
• escursione 4x4 presso Garmeh e cena per 2 giorni.
• volo interno Shiraz - Teheran in classe economica e transfer aeroportuale.
• assicurazione medica + perdita bagaglio + annullamento (solo per motivi gravi) con Columbus assicurazioni.
• accompagnatore fotografo Gimmi Corvaro, Master Photographer Nikon School Travel.
• cena finale a Shiraz e pranzo del Nowruz.
• attestato di partecipazione.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

• volo aereo dall'Italia per Teheran.
• i pasti e le bevande (escluse le colazioni e i pasti dove espressamente indicato) ,
• ingressi a monumenti e luoghi di culto.
• visto.
• transfer dall'albergo di Teheran per l'aeroporto. (Taxi a seconda dell'orario del volo)
• mance, extra, facchinaggio e tutto quanto non espresso ne “La quota comprende”.

NB: il visto è possibile farlo direttamente in aeroporto, ma al fine di evitare perdite di tempo per tutto il gruppo, l'agenzia ci fornirà un codice, rilasciato dal Ministero degli affari esteri Iraniano, per ottenere il visto in Italia. Una volta ottenuto il codice, il partecipante dovrà recarsi presso il consolato iraniano in Italia per ottenere, grazie a questo codice, il visto in pochi giorni.

DA SAPERE:

è necessario il passaporto con validità residua non inferiore a 6 mesi, con 2 pagine libere. la legge islamica prevede norme di comportamento severe. E' sconsigliato un vestiario troppo scoperto sia per uomini che donne. Per le donne è necessario l'uso di un foulard che copra capo e collo. la temperatura sarà intorno ai 26°C con escursioni tra i 20°C e i 30°C è consigliato 1 solo bagaglio più uno zaino. Lo spazio sul pulmino rimane comunque limitato L'Iran ha un fuso orario di 3h30m avanti rispetto l'orario italiano. La rete 3G e 4G sono ampliamente diffuse e i costi di utilizzo delle schede locali sono bassi.


NOTA BENE

L'itinerario è da considerarsi come indicativo e l’organizzazione farà di tutto per rispettare il programma di viaggio. In base a eventi atmosferici, imprevisti o opportunità fotografiche, alcune escursioni potrebbero essere posticipate o anticipate. Eventuali decisioni verranno prese in gruppo, avvalendosi dell’esperienza e dei suggerimenti del fotografo accompagnatore.


ULTERIORI INFORMAZIONI SUL PAESE

Visita il sito Viaggiare Sicuri per ulteriori informazioni sull'Iran.



MASTER PHOTOGRAPHER: GIMMI CORVARO
Fotografo di viaggio e street di 34 anni, italiano ma di origini persiane ha iniziato la sua carriera professione a Palermo per poi trasferirsi a Roma. Si definisce “Vagabondo” nel girare il mondo e andare a cercare nei vicoli più impensabili possibili incroci di persone.
Le sue foto ci fanno viaggiare dalla magia dell'aurora boreale islandese al caldo senegalese, alle caotiche strade nepalesi, alla metropoli di Shanghai in Cina arrivando all'altro capo dell'emisfero in Australia dove ha girovagato un mese alla scoperta della natura.
Le sue origini persiane hanno fatto si che ha voluto approfondire la sua voglia di conoscere una terra tanto sconosciuta quanto bellissima. È cofondatore del collettivo di fotografia street, ITALIAN STREET EYES, e membro di
TAU VISUAL. È arrivato in finale al concorso National Geographic Italia negli anni 2009, 2010, 2011 e 2015.
Ha pubblicato i suoi lavori su magazine e web quali: repubblica.it, Foto Up, Image Magazine, Altanox Magazine.
Ha pubblicato 2 calendari e un libro fotografico per associazioni Onlus che aiutano bambini in difficoltà.
Ha aiutato con alcune mostre associazioni quali Hanuman e Medici Senza Frontiere per aiutare la popolazione nepalese dopo il terremoto che per un giorno lo ha graziato.
Insegna nei propri corsi di fotografia e ha collaborato con alcune scuole fotografiche e università in Roma.


INFORMAZIONI

gimmicorvaro@gmail.com - (+39) 393 4253217

www.gimmicorvaro.it - www.uppersia.com