Isole Galápagos – Terre Primordiali

A cura di: Davide Pianezze

DAL 28 APRILE AL 10 MAGGIO 2020


È senza dubbio uno dei luoghi più straordinari del nostro pianeta. Ogni isola è un mondo a sé, ognuna con peculiarità e habitat differenti. Le innumerevoli specie animali sembrano essersi accordate su una spartizione equa delle terre. Il rapporto uomo/natura è forse ciò che più sbalordisce. Gli animali non temono il confronto con l'uomo, non fuggono, anzi sono curiosi, si avvicinano, a volte con impertinenza, come a voler ricordare chi è il padrone delle isole. Una sorta di Eden, dove l'equilibrio tra esseri viventi disorienta i visitatori. Le isole sono attraversate dalla linea dell'equatore, cioè dove si trova il punto più distante dall'asse terrestre. È qui che si registra la massima velocità del pianeta e i locali usano dire che è forse per questa ragione che i giorni sulle isole Galápagos trascorrono tanto in fretta che non si vorrebbe mai ripartire.

PROGRAMMA:


28/04 - Giorno 1

Partenza dall'Italia per volo intercontinentale e arrivo in serata a Quito.


29/04 - Giorno 2

Ad un'altezza media di 2.800 metri, Quito appare dall'alto come un tappeto di case colorate adagiato su dolci rilievi collinari circondati dai più alti vulcani del Sud America. Nel 1978 il centro storico fu stato dichiarato dall'UNESCO patrimonio dell'umanità per via della caratteristica architettura coloniale che ne testimonia il passato. Visita mattutina al centro storico della città. Dalla piazza San Francisco si percorreranno le strette via acciottolate dove gli artigiani locali espongono le loro merci. Le numerose chiese del centro, ricche di affreschi e decorazioni, offrono al loro interno imponenti strutture in stile barocco. Se meteo e visibilità lo permetteranno si effettuerà la risalita con la teleferica verso la cima del vulcano Pichincha (4.100 m.) da dove si potrà ammirare l'intera città. Cena e successivo pernottamento in Hotel.

30/04 - Giorno 3

Trasferimento mattutino in aeroporto, arrivo a Baltra e trasferimento in bus a Puerto Ayora (Isola Santa Cruz). L'isola, di origine vulcanica, è la seconda per grandezza dell'arcipelago ed è caratterizzata dalla presenza di mangrovie che ne delimitano le spiagge e da una eccezionale concentrazione di animali terrestri ed acquatici. Sistemazione in hotel e visita pomeridiana al centro Darwin, dove la guida fornirà informazioni sull'arcipelago, sulla sua storia, sulla natura e su ciò che verrà visitato nei giorni successivi. Visita al porto frequentato da leoni marini, granchi rossi delle rocce, pellicani, razze ecc. Cena al ristorante e pernottamento in hotel.

01/05 - Giorno 4

Passeggiata mattutina lungo la spiaggia di Tortuga Bay raggiungibile da Puerto Ayora al termine di una facile camminata della durata di circa 30 minuti lungo un sentiero pianeggiante (in alternativa e in base al numero degli interessati, sarà inoltre possibile organizzare un trasferimento facoltativo via mare). Qui si potranno avvicinare e fotografare le prime iguane marine. Chi ne avrà piacere potrà immergersi nelle acque di una spiaggia circondata da mangrovie. Rientro per pranzo. Visita pomeridiana al centro di recupero tartarughe di terra (Primizia), ai tunnel di lava e alle due impressionanti depressioni vulcaniche Los Gemelos. Rientro a Puerto Ayora, cena al ristorante e pernottamento in hotel.

02/05 - Giorno 5

Escursione sull'isola di Nord Seymour, a nord di Santa Cruz, dove nidificano e si riproducono sule dalle zampe azzurre e fregate (aprile e maggio è il periodo degli accoppiamenti). Sull'isola sarà inoltre possibile avvistare le iguane terresti (di color giallo e più grandi delle iguane marine). Pranzo in barca (incluso). Terminata la visita si navigherà fino alla spiaggia di Bachas beach sorvolata da pellicani e fregate. Passeggiata lungo la costa dell'isola o attività di snorkeling tra pesci tropicali e leoni marini. Rientro a Santa Cruz, cena al ristorante e pernottamento in hotel.

03/05 - Giorno 6

Imbarco per navigazione diretta a Isla Isabela. Arrivo in mattinata e transfer in hotel. Passeggiata con visita a Poso Salinas, una laguna ricca di fenicotteri, fino ad attraversare il centro di recupero delle tartarughe giganti. Dopo pranzo si partirà per l'escursione alle isole de Las Tintoreras, dove si potranno vedere pinguini, squali e razze. Camminata lungo il percorso che attraversa una delle isole e snorkeling facoltativo tra tartarughe marine, squali (non pericolosi) e pesci tropicali. Rientro in hotel, cena al ristorante e pernottamento in hotel.

04/05 - Giorno 7

Imbarco mattutino per l'escursione a Los Tuneles, in un ambiente surreale, forse il più straordinario dell'intero arcipelago, dove la lava ha formato profondi cunicoli e ponti, sopra i quali i cactus crescono tra le rocce. Terminata la visita terrestre, chi ne avrà piacere potrà partecipare ad uno snorkeling guidato (incluso nel costo) in cerca della ricchissima fauna marina e in particolar modo di cavallucci marini, razze e squali (non pericolosi per l'uomo) che vivono in queste acque. Pranzo in barca. Rientro nel primo pomeriggio, visita alla piscina naturale di Concha Perla (in base alla marea) e alla vicina spiaggia del piccolo porto. In alternativa, passeggiata libera lungo le immense spiagge che verso ovest raggiungono un percorso fatto di passerelle in legno con diversi belvedere, tra mangrovie, cactus e lagune colorate. Rientro in hotel, cena al ristorante e pernottamento in hotel.

05/05 - Giorno 8

Partenza mattutina con volo diretto a San Cristobal. Transfer in Hotel per lasciare i bagagli e successivamente presso il centro di interpretazione e le passarelle che portano al belvedere Cerro Tijeretas. Qui sarà possibile ammirare da vicino le fregate appollaiate sugli alberi in attesa di depredare le sule dalle zampe azzurre (abilissime pescatrici) della loro caccia.
La passeggiata continuerà lungo un sentiero di cemento che dalle cime delle scogliere scende fino alle baie color smeraldo abitate da una ricchissima fauna. Passando per Playa Baquerizo e successivamente Punta Carola, si raggiungerà playa Mann per il tramonto.
Rientro in hotel, cena al ristorante e pernottamento in hotel.

06/05 - Giorno 9

Giornata dedicata all'escursione a nord dell'isola San Cristobal. Lungo la navigazione si avvisterà e fotograferà l'isola Leon Durmido, le cui guglie rappresentano uno dei simboli principali dell'isola. Successivamente si raggiungerà Punta Pitt, dove dopo essere sbarcati sulla spiaggia inizierà l'escursione lungo il sentiero sterrato che porta alle vallate più interne della costa dove si accoppiano e nidificano le sule dalle zampe rosse (si tratta di uno dei pochi luoghi dove è possibile ammirare questi rari esemplari). Oltre alle sule dalle zampe rosse si incontreranno coppie danzanti di sule dalle zampe azzurre che si potranno osservare da distanza ravvicinata. Rientrati alla spiaggia sarà possibile fare un nuovo snorkeling in compagnia delle otarie che abitano l'isola, oppure fotografare le stesse che giocano e si crogiolano al sole rotolandosi sulla sabbia. Pranzo in barca.
Prima di rientrare a Puerto Baquerizo Moreno, si visiteranno gli scorci più suggestivi dell'isola circondati da vertiginose scogliere e alti coni vulcanici. Al porto si potrà fotografare quella che è definita la più grande colonia al mondo di otarie presenti in un centro abitato.
Cena al ristorante e pernottamento in hotel.

07/05 - Giorno 10

Giornata dedicata alla visita di Isla Española, l'isola più selvaggia dell'arcipelago, nonché quella che ospita il maggior numero di fauna endemica. Solo qui sarà possibile osservare gli albatros, i giganteschi voltatili che, partiti dalle isole della California, arrivano ogni anno a fine aprile alle Galapagos per accoppiarsi e nidificare. Le coste sono un'esplosione di vita e un alternarsi di migliaia di uccelli e coloratissime iguane. Le guide locali amano definire Española come "le vere Galapagos". Pranzo in barca e rientro in serata a San Cristobal. Cena al ristorante e pernottamento in hotel.

08/05 - Giorno 11

Colazione e transfer presso aeroporto. Volo a Baltra e navigazione a seguire per raggiungere l'isola di San Bartolomè, luogo simbolo dell'arcipelago, in un paesaggio lunare fatto di colate laviche e alte guglie che emergono dal mare. Prima del pranzo sarà possibile immergersi nelle acque per avvistare e fotografare ancora una volta la ricchissima fauna marina. Pranzo in barca incluso. Rientro a Puerto Ayora. Cena al ristorante e pernottamento in hotel.

09/05 - Giorno 12

Colazione in hotel e transfer in aeroporto per imbarco volo diretto a Quito per la coincidenza volo intercontinentale.

10/05 - Giorno 13

Arrivo in Italia.


DETTAGLI VIAGGIO

TRATTAMENTO:

mezza pensione tutti i giorni più box lunch nel corso delle escursioni in mare (giorni 5, 7, 9, 10 e 11).

PASTI:

Colazioni presso le strutture dove si dormirà e cene presso ristoranti locali o ristorante dell'hotel.

SISTEMAZIONI:

11 notti in Hotel 3/4 stelle.

MEZZI DI TRASPORTO

i trasferimenti a Quito avverranno a bordo di bus o minibus in base al numero dei partecipanti, come anche i trasferimenti terrestri sulle isole Galapagos. La navigazione di trasferimento del giorno 6 da Santa Cruz a Isabela avverrà a bordo di un veloce motoscafo che collega quotidianamente le isole. I due voli interni (giorno 8 da Isabela a San Bartolomè e il giorno 11 da San Bartolomè a Baltra) avverranno a bordo di aeroplani 10 posti. Se il gruppo sarà formato da 15 pax le escursioni in motoscafo dei giorni 5, 6 e 11 avverranno in forma privata (in caso contrario è possibile che a bordo vengano trasportati altri turisti, senza superare il numero di 15 pax). Relativamente alle escursioni in motoscafo dei giorni 7, 9 e 10, è possibile che il gruppo venga diviso per via di restrizioni sempre più severe (in continua evoluzione), relative alla salvaguardia dell'ambiente e di conseguenza al numero di turisti in visita.

GRADO DI DIFFICOLTÀ:

facile

ABBIGLIAMENTO E CLIMA:

Quito si trova ad un'altezza media di 2.850 metri, quindi le temperature minime possono risultare piuttosto rigide per essere sull'equatore. Le temperature medie del periodo relativo al viaggio sono: minima 8° e massima 20°. A Quito la stagione delle piogge termina a inizio Aprile, ciò non toglie che possano verificarsi precipitazioni anche a carattere temporalesche, si consiglia quindi di portare giacca e scarpe antipioggia.
Sulle isole le temperature possono variare da 19° a un massimo di 30°. La temperatura media dell'acqua sarà di 26°. Per chi fosse interessato a fare snorkeling, una muta leggera o spring suit potranno risultare utili, insieme a costume, boccaglio e occhiali (questi ultimi verranno forniti insieme alle pinne per le escursioni organizzate durante le navigazioni, ma si presenteranno anche altre occasioni per fare il bagno). Relativamente alle camminate si consiglia di portare un paio di scarpe da ginnastica con suola adatta per i trekking o scarponcini. Portare inoltre un cappello con visiera, un paio di occhiali da sole e crema solare ad alta protezione.

DOCUMENTI NECESSARI:

passaporto individuale con validità di almeno 6 mesi a partire dalla data di fine viaggio. Il visto per entrare in Ecuador è gratuito per i cittadini italiani. Arrivati sulle isole Galapagos verrà richiesta una tassa d’ingresso di USD 100.

VACCINAZIONI OBBLIGATORIE:

nessuna.

ATTREZZATURE FOTOGRAFICHE, VIDEO E AVVISTAMENTI:

sulle isole è consentito l'uso di macchine fotografiche, videocamere, binocoli e cannocchiali, mentre è assolutamente vietato l'utilizzo dei droni.


QUOTE DI PARTECIPAZIONE SERVIZI A TERRA


da 13 a 15 pax Euro 3.480,00 p.p.


da 10 a 12 pax Euro 3.590,00 p.p.

Suppl. singola: € 390,00



LA QUOTA COMPRENDE:

• Accompagnatore Master Photographer of Nikon School
• Accompagnamento guide locali parlanti italiano.
• Possibilità di utilizzo materiale fotografico professionale messo a disposizione dei partecipanti.
• Volo interno il giorno di viaggio n.8 da Isabela a San Cristobal.
• Volo interno il giorno di viaggio n.11 da San Cristobal a Baltra.
• Tutti i trasporti via terra indicati
• Tutti i trasporti via mare indicati
• Tutte le escursioni indicate nel programma.
• Trattamento pasti come indicato nel programma di viaggio (mezza pensione).
• Pranzi box lunch nel corso delle escursioni in mare (giorni 5, 7, 9, 10 e 11)
• Ingresso ai parchi.
• Tutte le attività come indicato nel programma.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

• Biglietto aereo intercontinentale
• Assicurazione Annullamento Viaggio (facoltativa).
•Assicurazione Medico-Bagaglio (a partire dal primo novembre 2018 sarà necessario stipulare un'assicurazione privata da acquistare presso una delle compagnie che contino con l'approvazione delle autorità ecuadoriane e che al momento non sono ancora state comunicate, non appena ricevute informazioni in merito relative a modalità e costi, sarà nostra premura comunicarle).
• Visto di ingresso alle isole Galapagos, 100 USD
• Tassa in uscita da Quito per volo diretto a Baltra (Galapagos). costo USD 20 p.p.
• I pranzi, tranne dove specificato nel programma.
• Bevande, servizio bar, mance ed extra in genere.
• Tutto quanto indicato come extra.
• Tutto quanto non indicato in "la quota comprende"

Le tasse di ingresso alle isole Galapagos e la tassa controllo transito sulle isole e tassa uscita da Quito possono variare senza preavviso in base alle regole governative del momento


N.B.
Prezzi calcolati con cambio Euro /Dollaro 1,12 In caso di variazioni cambio di +/- 3% a 40 giorni dalla data di partenza, sarà comunicato un adeguamento valutario.

Le spese non incluse potranno essere indicativamente calcolate come segue:
Tot. circa USD 100/120 per acqua più i cinque pranzi esclusi dal programma. Nel conteggio non sono previste le spese di carattere più personale come bevande alcoliche, mance e acquisto souvenir.

BIGLIETTI AEREI

Costo biglietti aerei (con partenza da Milano, biglietto di gruppo): Euro 1.055,00 + Tasse aeroportuali Euro 180,00 (il costo delle tasse aeroportuali potrà variare e sarà comunicato prima della richiesta del saldo).
In base alle disponibilità della compagnia aerea sarà possibile partire da altre città italiane, per info inviare email a info@nomadphotographers.com.

INFO ISCRIZIONI E DETTAGLI



Davide Pianezze
tel 348 5606683

www.fattoreulisse.com

Fattoreulisse è un progetto
NOMADPHOTOGRAPHERS
via Rivera 16/4 10040 Almese (To)
P.iva P.IVA 10244700018

Organizzazione tecnica del viaggio: AMANGALA.T.O.

Facebook

MASTER PHOTOGRAPHERS: Davide Pianezze

Dopo aver collaborato a diversi progetti editoriali con l'amico Mauro Burzio (fotografo ed antropologo riconosciuto a livello internazionale), dal 2005 Davide ha iniziato a dedicare la sua vita professionale esclusivamente ai viaggi ed alla fotografia, concentrando inizialmente ricerche ed attività in Cile, Argentina, Africa Australe e Mongolia.
Nel 2007 ha fondato il gruppo Nomadphotographers, coinvolgendo gli amici/colleghi Mauro Burzio, Edoardo Miola e Margherita Borsano.
Ha pubblicato i libri fotografici "Chile Panamericana 5" Editrice Velar; "Mongolia" Editrice Velar; "Mongolia" editrice Munkhiin Group. Ha lavorato alla realizzazione di diverse campagne pubblicitarie, tra le quali: Ente del Turismo della Norvegia, Ministero dell'Ambiente Italiano, Polaroid Occhiali ecc. Ha pubblicato per diverse riviste dedicate al turismo, tra le quali "Voyage" e "La Nostra Africa" oltre ad aver esposto diverse mostre sia collettive che personali.
Oltre ad organizzare viaggi in Sud America, Africa e Mongolia, nel 2008 ha iniziato una collaborazione con il Politecnico di Torino, dove tiene regolarmente workshop relativi al fotoreportage.
Il viaggio l'ha poi portato a scoprire ed approfondire numerose materie, quali l'antropologia, la paleontologia, la geologia e in particolar modo l'etologia. Dal 2002 affianca regolarmente le guide del delta dell'Okavango in Botswana per studiare il comportamento degli animali, materia che ritiene fondamentale per il risultato fotografico. A luglio 2014 ha partecipato ad un corso di formazione per guide africane presso il Mashatu Camp in Botswana (organizzazione sudafricana Ecotraining).
In occasione del centenario della Nikon 2017 è stato riconosciuto come uno tra i 100 fotografi più rappresentativi degli ultimi 100 anni (citazione e foto inserite nel volume "IT'S A NIKON IT'S AN ICON"). Dal 2019 è collaboratore de "La Rivista della Natura".
Le sue opere sono rappresentate da Paola Meliga Galleria d’Arte.


e-mail: davidepianezze@nomadphotographers.com
Davide Pianezze Mobile + 39 348 5606683
Sito personale: www.davidepianezze.com
Pag. Facebook: www.facebook.com/davide.pianezze
Pag. Instagram: www.instagram.com/davidepianezze