Festival

A cura di:

Le Tribù dell'Omo
Don McCullin

Vai alla galleria immagini
© Don McCullin

Il grande fotografo londinese Don McCullin (celebre per le immagini che hanno documentato trent'anni di conflitti nei punti più caldi del globo mostrando gli orrori della guerra lontano da qualsiasi ricerca estetica) è presente a FotoGrafia 2004 con due esposizioni, entrambe ai Mercati di Traiano fino al 6 giugno: un'antologica, che raccoglie i frutti più significativi della sua straordinaria produzione, e l'ultimo suo lavoro, The Tribes of Southern Ethiopia (the Omo River Baison), che prodotto direttamente dal Festival viene presentato a Roma in prima mondiale.

Tra il 2002 e il 2003 Don McCullin si è recato tre volte nell'Etiopia del sud, trascorrendo complessivamente otto settimane nella terra dei Mursi, lungo le rive del fiume Omo, attratto dalla fierezza della popolazione e dalla fama di giardino dell'eden di quei luoghi.

 

Vai alla galleria immagini
© Don McCullin

Vai alla galleria immagini
© Don McCullin

I Mursi sono noti – oltre che per le scarificazioni e le decorazioni bianche sul corpo - per l'usanza dell'incisione labiale femminile, cui viene accompagnato l'inserimento di un piattino di terracotta, che diventa sempre più grande.

Un viaggio animato da interesse antropologico ed estetico che, attraverso la fotografia, svela l'attualità di un popolo costretto a difendersi.

Costantemente attaccati da altre tribù, i pastori Mursi imbracciano il kalashnikov – significativamente unico segno della cultura occidentale – per difendere le loro greggi, ma anche per dimostrare uno status sociale. Omicidi tribali, mini-guerre, un clima teso e aggressivo che contrasta con lo splendore dei luoghi.

Paesaggi mozzafiato, costumi, ritratti, documenti: il risultato è uno straordinario reportage che sembra ripercorrere le iconografie dei viaggiatori ottocenteschi, catapultandole nelle contraddizioni del ventunesimo secolo.

 

 

 

 

 

 

Vai alla galleria immagini
© Don McCullin