Sguardi 97

Miti Inviati Sguardi Inviati Workshop Libri News Incroci Inviati

Editoriale

The Cal - il calendario, se ce n’è uno - festeggia il suo cinquantesimo anniversario. E oltre all’edizione del nuovo anno, affidata a Steven Meisel, si celebra con un’esposizione retrospettiva – dal titolo Forma e Desiderio – che attraversa tutte le edizioni e mette in scena gli sguardi dei quarantadue autori chiamati a realizzare ogni anno il proprio calendario attraverso la propria visione, da Peter Lindberg ad Annie Leibovitz, da Richard Avedon a Herb Ritts.

L’uscita di alcuni libri a lui dedicati e una grande mostra sulle sue fotografie rendono omaggio a un altro mito degli ultimi decenni, Walter Bonatti, un campione vero dell’andare: prima in verticale, da grande alpinista, poi in orizzontale, da viaggiatore-fotoreporter ed esploratore (per quanto si possa esserlo stato e si possa ancora nel secondo Novecento e ieri/oggi). Si osserva così una teoria di scenari naturali mozzafiato e un uomo alla costante ricerca di un sentimento avventuroso della vita che li percorre quasi come un attore dentro lo schermo.

Di nuovo una mostra e un libro che l’accompagna mettono insieme e a confronto, per la prima volta, due interpreti della fotografia come Gianni Berengo Gardin ed Elliott Erwitt. Fotogiornalisti in bianco e nero dalla lunghissima carriera e felicemente ancora attivi, narrati attraverso centoventi fotografie e reportage che partono dagli anni Cinquanta e arrivano fino alla Venezia e alla Scozia di adesso.

Un libro prezioso aiuta a studiare la storia della fotografia attraverso le grandi mostre. È questa, infatti, la chiave di Photoshow, edito da Contrasto, che ripercorre le pratiche espositive legate alla fotografia attraverso undici casi e i contributi di studiosi e curatori internazionali coordinati da Alessandra Mauro.

Gli inviati di questo numero di Sguardi sono tre. Filippo Trojano lungo le strade parallele, la litoranea e il lungomare, percorse da gente in bicicletta nella pianura Pontina per raccontare quel territorio e due fenomeni migratori avvenuti a distanza di ottant’anni. Bruno Tamiozzo, tra Kerala e Rajasthan, Uttar Pradesh e Gujarat, nell’India degli orfanotrofi e in quella sospesa tra immaginario turistico e spiritualità viva. Con il suo bianco e nero lieve, Olmo Amato ci porta invece in un mondo personale di spazi riempiti (in post-produzione) da personaggi di altri tempi, per una chimica dal sapore rétro e dal fascino immacolato.

Infine, le news: un racconto fotografico, da vicino e negli anni, di Francesco De Gregori, in occasione dell’uscita del suo ultimo album; la prima retrospettiva dedicata negli Stati Uniti al coraggio e alla visionarietà di Josef Koudelka; un viaggio nella storia della nascita della Magnum Photos, l’agenzia per eccellenza.

Buone visioni e letture con Sguardi.

[Antonio Politano]

p.s. Stiamo nuovamente organizzando un viaggio-workshop di fotografia e scrittura in Patagonia e Terra del Fuoco - tra Cile e Argentina, nel mese di febbraio - sulle tracce di miti letterari e geografici.
Per informazioni: apolitano@artsrl.it