DOCENTE
arrow

BIOGRAFIA

Sono giornalista e professionista del fotoreportage da oltre 30 anni, ho realizzato decine di spedizioni esplorative in ogni continente, viaggiato in oltre 140 Paesi e pubblicato più di 500 fotoreportage da ogni angolo del pianeta per la stampa italiana e internazionale. 

Nel 2018 ho ricevuto il prestigioso incarico di Coordinatore per l’Italia del progetto NATIONAL GEOGRAPHIC Photography Expeditions, che svolgo in collaborazione con KEL12, Tour Operator specializzato in viaggi avventura ed esplorativi. 

Docente Master Nikon School dal 2005, tengo corsi e workshop di fotoreportage in Italia e all’estero, e organizzo viaggi fotografici ed esplorativi nei luoghi più affascinanti e selvaggi del pianeta.

Per quindici anni, dal 2004 al 2019, sono stato Direttore Responsabile di TREKKING&OUTDOOR, la principale rivista italiana dedicata al turismo open air. Sono il fondatore ed editore della rivista bimestrale on-line FOTOVIDEOACADEMY ITALIA, dedicata alla fotografia di reportage, collaboro alla redazione di prestigiosi magazine dedicati al viaggio e all'avventura, e firmo rubriche personali in alcune riviste specializzate nel mondo della fotografia, tra cui IL FOTOGRAFO e N-PHOTOGRAPHY. Per la collana Master di Fotografia edita da Nikon in collaborazione col Corriere della Sera ho partecipato alla realizzazione dei volumi: 10) LA SCELTA DEL SOGGETTO; 30) IL LINGUAGGIO DEL REPORTAGE; 32) PAESAGGIO E STREET PHOTOGRAPHY.

Le mie mostre fotografiche Bracconiere di Emozioni e Occhi sul Mondo sono già state esposte nelle principali città italiane e in numerose capitali europee, e nel 2017 una delle mie immagini è stata inserita tra le 100 selezionate da Nikon, per celebrare il suo secolo di vita, nel volume fotografico IT’S A NIKON, IT’S AN ICON.

Mi occupo anche di videoproduzione come autore, regista e conduttore di progetti televisivi dedicati allesplorazione, avventura e documentazione etnografica, ho realizzato numerosi documentari e reportage TV, e prodotto oltre 300 ore di programmi andati in onda sulle reti RAI e SKY, tra cui: Siberia, la terra addormentataAlaska, ultima frontieraDancalia, la Terra del Diavolo, “Nella preistoria coi Surma", Sulle tracce degli Incas", "Cercando Shangri-La, sui sentieri della Via della Seta seguendo le tracce di Marco Polo", "Alla conquista del West”, e 120 puntate del format televisivo Sentieri dItalia, dedicato alla scoperta a piedi dei territori del nostro Paese.

Ho un “passato” da atleta professionista nello sci alpino, maestro di sci e allenatore di sci alpino (dal 1975, in attività) e istruttore nazionale FISI (1984/2002), istruttore di alpinismo e scialpinismo del CAI (1983/1999 presso la Scuola di Alpinismo Giorgio Graffer di Trento), e ho realizzato scalate sulle grandi montagne del pianeta, tra cui la partecipazione nel 1984 alla prima salita italiana del Makalu (8481 metri), e la prima solitaria al Nun (7135 metri) nel Tibet Occidentale. Ho  organizzato spedizioni in tutto il mondo, dallHimalaya alle Ande, dai deserti africani alla Patagonia e alla Tierra del Fuego. Nel 1987, insieme ad Alberto Salza e a Enzo Maolucci ho compiuto la traversata integrale della Suguta Valley, 370 chilometri a piedi in autosufficienza nel Grande Rift africano tra il Kenya e lEtiopia, uno dei luoghi desertici più ostili del pianeta. Nel 2002 ho partecipato come fotografo ufficiale alla spedizione Overland 6 Lanello azzurro del Mediterraneo, 36.000 km attraverso Europa, Asia e Africa, durante i quali ho salito le cime più alte delle venti nazioni toccate. Nell'inverno 2005, uno dei più freddi della storia in Russia, ho attraversato via terra tutto il continente asiatico da Vladivostok a Mosca. Nel 2006 ho compiuto una delle prime traversate integrali della Dancalia, nel Corno dAfrica, e nel 2007, con quattro amici americani e un cacciatore Innuit, ho percorso, in un mese di totale isolamento e autosufficienza, oltre 400 chilometri in canoa in una delle ultime zone inesplorate dellAlaska, fino al Mar Glaciale Artico. Nel 2017 ho viaggiato per oltre 10.000 chilometri tra India del Nord, Uzbekistan, Kirghizistan e Cina sulle piste della Via della Seta, per realizzare la trasmissione televisiva "Cercando Shangri-La", e nel 2018 ho attraversato Nevada, California, Idaho, Wyoming, Utah, Arizona e Colorado per realizzare 12 puntate tv dedicate ai Parchi Nazionali dell'Ovest americano.

Ho pubblicato: Montagne del Mediterraneo (fotografico, Mondadori 2001), LAnello Azzurro del Mediterraneo (fotografico, Cipra 2002), Meno 50° più 70°, la grande Spedizione (racconti di viaggio, Biblioteca dellImmagine, 2003), Uomini e Montagne (fotografico, Input 2008), Trekking, scoprire il mondo a piedi (Hoepli, 2009), Outdoor, pensare, agire, sopravvivere (Hoepli, 2009), Ciaspole, vivere la montagna dinverno con le racchette da neve (Hoepli, 2010), Vie Ferrate (Hoepli 2011), In montagna con le ciaspole – 80 itinerari scelti per vivere la neve sulle Alpi e sugli Appennini (guida itinerari, Hoepli, 2012), Occhi sul Mondo (fotografico, Hoepli, 2012), Orizzonti Estremi (racconti di viaggio, Alpine Studio, 2013), Fotoreportage (fotografico, Hoepli, 2014), L'Isola di Aral (romanzo, con Silvia Della Rocca, Polaris, 2016), Bracconiere di emozioni (racconti di viaggio, Polaris, 2016), Stagioni in Val di Sella (fotografico, Litodelta, 2018), Il Racconto Fotografico (fotografico, FVAI, 2021).

GALLERY

CORSI DISPONIBILI

Questo workshop di fotografia del paesaggio si svolge sulle Dolomiti d’Ampezzo, per scoprire alcuni degli scenari più incredibili del pianeta… Le Montagne più Belle del Mondo si lasciano ammirare da lontano, ma per scoprirne i segreti più affascinanti è necessario “entrare” nel loro universo incantato, con brevi ed emozionanti escursioni, alla portata di chiunque, per raggiungere luoghi che appartengono alla fantasia: piccoli laghetti incastonati come diamanti nelle praterie d’alta quota, dove i profili di vette e bastioni dolomitici si specchiano vanitosi.Durante questo workshop sperimenteremo grandi e piccoli “segreti” per realizzare fotografie di paesaggio emozionanti, con specifico riferimento all’ambiente montano, e scopriremo l’utilizzo dei filtri ND e GND (digradanti) nella fotografia di paesaggio.Dal ritrovo al Passo Giau, alle ore 8.00, una facile passeggiata di circa un’ora, con 150 metri di dislivello, ci porterà al lago delle Baste, al cospetto del grande silhouette del Monte Pelmo e dei Lastoni di Formin; al ritorno, una quasi invisibile pozza d’acqua ci regalerà la più bella inquadratura riflessa dell’Averau. Dopo una breve sosta enogastonomica al Rifugio Giau, raggiungeremo in circa 20 minuti d’auto il Passo Falzarego, e da qui ci affacceremo sulla Val Parola catturando alcuni scenari unici dalle Dolomiti altoatesine alla Marmolada. Altra passeggiata di mezz’ora, con meno di 100 metri di dislivello, per raggiungere il Lago di Limedes dove si specchiano Tofana, Lagazuoi, Averau. La sua magia non è descrivibile a parole, va solo vissuta…Rientrati al passo, un ultimo trasferimento di pochi minuti in auto ci porterà sotto le 5 Torri, e con una passeggiata di una ventina di minuti raggiungeremo il Rifugio Scoiattoli, per goderci il più incredibile tramonto che possiate immaginare. Approfittando dell’ultima luce del giorno, con una breve discesa torneremo alla auto, parcheggiate al Rifugio 5 Torri, per una birra fresca prima di salutarci, intorno alle ore 20.00.Tutte le foto a corredo di questa proposta sono state scattate lungo il percorso descritto..NOTE IMPORTANTILe brevi escursioni - che NON PRESENTANO ALCUNA DIFFICOLTA’ TECNICA NE’ PERICOLI OGGETTIVI, percorrendo sentieri facili e con dislivelli minimi (circa 400 metri complessivi) - per raggiungere i vari punti dove si tengono le sessioni di scatto, richiedono comunque un minimo di allenamento alle passeggiate in montagna, e  si svolgono in TOTALE AUTOSUFFICIENZA da parte dei partecipanti; la presenza del fotografo, che necessariamente utilizzerà lo stesso tragitto a piedi, non presuppone NESSUNA funzione di accompagnamento in montagna e tutti i partecipanti saranno responsabili personalmente e direttamente della propria sicurezza e delle proprie condizioni fisiche.E’ OBBLIGATORIA L’ATTREZZATURA PER ESCURSIONI FACILI IN MONTAGNA: CALZATURE IDONEE (raccomandate calzature da trekking leggero; no scarpe da ginnastica o “urban”)GIACCA ANTIVENTO/ANTIPIOGGIAMAGLIA FLEECE LEGGERACOPRICAPOOCCHIALI DA SOLECREMA SOLAREBORRACCIAPILA FRONTALE o piccola torcia elettrica ZAINO DA ESCURSIONISMOconsigliato qualche snack da sgranocchiare durante le escursioni!Nel corredo fotografico è consigliato il cavalletto..E’ prevista una breve sosta per un pranzo veloce al Passo Giau (non incluso nella quota).La quota comprendeAssistenza di Michele Dalla Palma ai partecipantibrevi lezioni di tecnica e composizione fotografica, specifica per la fotografia di montagna, durante le sessioni di scattobreve lezione sull’utilizzo dei filtri ND e GND (digradanti) nella fotografia di paesaggio.La quota NON COMPRENDEeventuale pranzo in rifugiospostamenti in auto da una location all’altra, che dovranno essere percorsi autonomamente dai partecipantiIL WORKSHOP SI SVOLGERA' CON UN MINIMO DI 4 PARTECIPANTI (numero massimo 8 PARTECIPANTI)

22 June 2024

08:00 - 16:00

 162.00€

Questo workshop di fotografia del paesaggio si svolge sulle Dolomiti d’Ampezzo, per scoprire alcuni degli scenari più incredibili del pianeta… Le Montagne più Belle del Mondo si lasciano ammirare da lontano, ma per scoprirne i segreti più affascinanti è necessario “entrare” nel loro universo incantato, con brevi ed emozionanti escursioni, alla portata di chiunque, per raggiungere luoghi che appartengono alla fantasia: piccoli laghetti incastonati come diamanti nelle praterie d’alta quota, dove i profili di vette e bastioni dolomitici si specchiano vanitosi.Durante questo workshop sperimenteremo grandi e piccoli “segreti” per realizzare fotografie di paesaggio emozionanti, con specifico riferimento all’ambiente montano, e scopriremo l’utilizzo dei filtri ND e GND (digradanti) nella fotografia di paesaggio.Dal ritrovo al Passo Giau, alle ore 8.00, una facile passeggiata di circa un’ora, con 150 metri di dislivello, ci porterà al lago delle Baste, al cospetto del grande silhouette del Monte Pelmo e dei Lastoni di Formin; al ritorno, una quasi invisibile pozza d’acqua ci regalerà la più bella inquadratura riflessa dell’Averau. Dopo una breve sosta enogastonomica al Rifugio Giau, raggiungeremo in circa 20 minuti d’auto il Passo Falzarego, e da qui ci affacceremo sulla Val Parola catturando alcuni scenari unici dalle Dolomiti altoatesine alla Marmolada. Altra passeggiata di mezz’ora, con meno di 100 metri di dislivello, per raggiungere il Lago di Limedes dove si specchiano Tofana, Lagazuoi, Averau. La sua magia non è descrivibile a parole, va solo vissuta…Rientrati al passo, un ultimo trasferimento di pochi minuti in auto ci porterà sotto le 5 Torri, e con una passeggiata di una ventina di minuti raggiungeremo il Rifugio Scoiattoli, per goderci il più incredibile tramonto che possiate immaginare. Approfittando dell’ultima luce del giorno, con una breve discesa torneremo alla auto, parcheggiate al Rifugio 5 Torri, per una birra fresca prima di salutarci, intorno alle ore 20.00.Tutte le foto a corredo di questa proposta sono state scattate lungo il percorso descritto..NOTE IMPORTANTILe brevi escursioni - che NON PRESENTANO ALCUNA DIFFICOLTA’ TECNICA NE’ PERICOLI OGGETTIVI, percorrendo sentieri facili e con dislivelli minimi (circa 400 metri complessivi) - per raggiungere i vari punti dove si tengono le sessioni di scatto, richiedono comunque un minimo di allenamento alle passeggiate in montagna, e  si svolgono in TOTALE AUTOSUFFICIENZA da parte dei partecipanti; la presenza del fotografo, che necessariamente utilizzerà lo stesso tragitto a piedi, non presuppone NESSUNA funzione di accompagnamento in montagna e tutti i partecipanti saranno responsabili personalmente e direttamente della propria sicurezza e delle proprie condizioni fisiche.E’ OBBLIGATORIA L’ATTREZZATURA PER ESCURSIONI FACILI IN MONTAGNA: CALZATURE IDONEE (raccomandate calzature da trekking leggero; no scarpe da ginnastica o “urban”)GIACCA ANTIVENTO/ANTIPIOGGIAMAGLIA FLEECE LEGGERACOPRICAPOOCCHIALI DA SOLECREMA SOLAREBORRACCIAPILA FRONTALE o piccola torcia elettrica ZAINO DA ESCURSIONISMOconsigliato qualche snack da sgranocchiare durante le escursioni!Nel corredo fotografico è consigliato il cavalletto..E’ prevista una breve sosta per un pranzo veloce al Passo Giau (non incluso nella quota).La quota comprendeAssistenza di Michele Dalla Palma ai partecipantibrevi lezioni di tecnica e composizione fotografica, specifica per la fotografia di montagna, durante le sessioni di scattobreve lezione sull’utilizzo dei filtri ND e GND (digradanti) nella fotografia di paesaggio.La quota NON COMPRENDEeventuale pranzo in rifugiospostamenti in auto da una location all’altra, che dovranno essere percorsi autonomamente dai partecipantiIL WORKSHOP SI SVOLGERA' CON UN MINIMO DI 4 PARTECIPANTI (numero massimo 8 PARTECIPANTI)

29 June 2024

08:00 - 16:00

 162.00€

Questo workshop di fotografia del paesaggio si svolge sulle Dolomiti trentine, per scoprire alcuni degli scenari più incredibili del pianeta… dal Sass Pordoi, la più emozionante terrazza sulle Montagne più belle del Mondo, allo skyline delle Pale di San Martino, uno scenario unico sul pianeta. Le Montagne più Belle del Mondo si lasciano ammirare da lontano, ma per scoprirne i segreti più affascinanti è necessario “entrare” nel loro universo incantato, con brevi ed emozionanti escursioni, alla portata di chiunque, per raggiungere luoghi che appartengono alla fantasia. Durante questo workshop sperimenteremo grandi e piccoli “segreti” per realizzare fotografie di paesaggio emozionanti, con specifico riferimento all’ambiente montano, e scopriremo l’utilizzo dei filtri ND e GND (digradanti) nella fotografia di paesaggio.Dal ritrovo al Passo Pordoi, alle ore 8.30, in pochi minuti saliremo con la funivia a 3000 metri di quota, per ammirare uno scenario che lascia senza parole… tornati “a valle”, in auto raggiungeremo il vicino Passo Sella, e con una breve escursione di circa 30 minuti raggiungeremo le fioriture che impreziosiscono i prati d’alta quota sotto l’immensa parete del Sassolungo.Quindi percorreremo, sempre in auto, tutta la Val di Fassa, con varie fermate per immortalare alcuni scenari di straordinaria bellezza, e la Val di Fiemme, per risalire a Passo Rolle, al cospetto delle Pale di San Martino.Una facile escursione di circa un’ora ci permetterà di arrivare a Baita Segantini, sotto il Cimon della Pala che si specchia sul laghetto antistante al rifugio, per poi scendere nella vicina Capanna Cervino per fotografare uno degli skyline montani più famosi del mondo con le luci del tramonto.Tutte le foto a corredo di questa proposta sono state scattate lungo il percorso descritto..NOTE IMPORTANTILe brevi escursioni - CHE NON PRESENTANO ALCUNA DIFFICOLTA’ TECNICA NE’ PERICOLI OGGETTIVI, percorrendo mulattiere e sentieri facili con dislivelli minimi (circa 400 metri complessivi) - per raggiungere i vari punti dove si tengono le sessioni di scatto, richiedono comunque un minimo di allenamento alle passeggiate in montagna, e  si svolgono in TOTALE AUTOSUFFICIENZA da parte dei partecipanti; la presenza del fotografo, che necessariamente utilizzerà lo stesso tragitto a piedi, non presuppone NESSUNA funzione di accompagnamento in montagna e tutti i partecipanti saranno responsabili personalmente e direttamente della propria sicurezza e delle proprie condizioni fisiche..E’ OBBLIGATORIA L’ATTREZZATURA PER ESCURSIONI FACILI IN MONTAGNA: CALZATURE IDONEE (raccomandate calzature da trekking leggero; no scarpe da ginnastica o “urban”)GIACCA ANTIVENTO/ANTIPIOGGIAMAGLIA FLEECE LEGGERACOPRICAPOOCCHIALI DA SOLECREMA SOLAREBORRACCIAZAINO DA ESCURSIONISMOconsigliato qualche snack da sgranocchiare durante le escursioni!Nel corredo fotografico è consigliato il cavalletto..E’ prevista una breve sosta per un pranzo veloce lungo il percorso (non incluso nella quota)La quota comprendeAssistenza di Michele Dalla Palma ai partecipantibrevi lezioni di tecnica e composizione fotografica, specifica per la fotografia di montagna, durante le sessioni di scattobreve lezione sull’utilizzo dei filtri ND e GND (digradanti) nella fotografia di paesaggioLa quota NON COMPRENDEeventuale pranzo in rifugiospostamenti in auto da una location all’altra, che dovranno essere percorsi autonomamente dai partecipantiIl workshop si svolgerà con un minimo di 4 partecipanti (numero massimo partecipanti 8 persone)

23 June 2024

08:30 - 16:30

 162.00€

Questo workshop di fotografia del paesaggio si svolge sulle Dolomiti trentine, per scoprire alcuni degli scenari più incredibili del pianeta… dal Sass Pordoi, la più emozionante terrazza sulle Montagne più belle del Mondo, allo skyline delle Pale di San Martino, uno scenario unico sul pianeta. Le Montagne più Belle del Mondo si lasciano ammirare da lontano, ma per scoprirne i segreti più affascinanti è necessario “entrare” nel loro universo incantato, con brevi ed emozionanti escursioni, alla portata di chiunque, per raggiungere luoghi che appartengono alla fantasia. Durante questo workshop sperimenteremo grandi e piccoli “segreti” per realizzare fotografie di paesaggio emozionanti, con specifico riferimento all’ambiente montano, e scopriremo l’utilizzo dei filtri ND e GND (digradanti) nella fotografia di paesaggio.Dal ritrovo al Passo Pordoi, alle ore 8.30, in pochi minuti saliremo con la funivia a 3000 metri di quota, per ammirare uno scenario che lascia senza parole… tornati “a valle”, in auto raggiungeremo il vicino Passo Sella, e con una breve escursione di circa 30 minuti raggiungeremo le fioriture che impreziosiscono i prati d’alta quota sotto l’immensa parete del Sassolungo.Quindi percorreremo, sempre in auto, tutta la Val di Fassa, con varie fermate per immortalare alcuni scenari di straordinaria bellezza, e la Val di Fiemme, per risalire a Passo Rolle, al cospetto delle Pale di San Martino.Una facile escursione di circa un’ora ci permetterà di arrivare a Baita Segantini, sotto il Cimon della Pala che si specchia sul laghetto antistante al rifugio, per poi scendere nella vicina Capanna Cervino per fotografare uno degli skyline montani più famosi del mondo con le luci del tramonto.Tutte le foto a corredo di questa proposta sono state scattate lungo il percorso descritto..NOTE IMPORTANTILe brevi escursioni - CHE NON PRESENTANO ALCUNA DIFFICOLTA’ TECNICA NE’ PERICOLI OGGETTIVI, percorrendo mulattiere e sentieri facili con dislivelli minimi (circa 400 metri complessivi) - per raggiungere i vari punti dove si tengono le sessioni di scatto, richiedono comunque un minimo di allenamento alle passeggiate in montagna, e  si svolgono in TOTALE AUTOSUFFICIENZA da parte dei partecipanti; la presenza del fotografo, che necessariamente utilizzerà lo stesso tragitto a piedi, non presuppone NESSUNA funzione di accompagnamento in montagna e tutti i partecipanti saranno responsabili personalmente e direttamente della propria sicurezza e delle proprie condizioni fisiche..E’ OBBLIGATORIA L’ATTREZZATURA PER ESCURSIONI FACILI IN MONTAGNA: CALZATURE IDONEE (raccomandate calzature da trekking leggero; no scarpe da ginnastica o “urban”)GIACCA ANTIVENTO/ANTIPIOGGIAMAGLIA FLEECE LEGGERACOPRICAPOOCCHIALI DA SOLECREMA SOLAREBORRACCIAZAINO DA ESCURSIONISMOconsigliato qualche snack da sgranocchiare durante le escursioni!Nel corredo fotografico è consigliato il cavalletto..E’ prevista una breve sosta per un pranzo veloce lungo il percorso (non incluso nella quota).La quota comprendeAssistenza di Michele Dalla Palma ai partecipantibrevi lezioni di tecnica e composizione fotografica, specifica per la fotografia di montagna, durante le sessioni di scattobreve lezione sull’utilizzo dei filtri ND e GND (digradanti) nella fotografia di paesaggioLa quota NON COMPRENDEeventuale pranzo in rifugiospostamenti in auto da una location all’altra, che dovranno essere percorsi autonomamente dai partecipanti.Il workshop si svolgerà con un minimo di 4 partecipanti (numero massimo partecipanti 8 persone)

30 June 2024

08:30 - 16:30

 162.00€

Metodi di pagamento: