Ingrandisci
In una fotografia la qualità non dipende solo dal tipo di fotocamera impiegata.
Parlando di fotografia digitale, certamente il numero di pixel del sensore ha la sua importanza sulla qualità finale dell'immagine, soprattutto in stampa: maggiore il numero di pixel, maggiore la grandezza massima della stampa finale.
Ma, indipendentemente dal numero di pixel, se lo scatto ottenuto è sfuocato, o mosso, la qualità sarà bassa o nulla perfino nella visualizzazione a monitor dell'immagine.


Il momento dello scatto
Tutte le fotocamere Nikon Coolpix hanno due funzioni incorporate nel pulsante di scatto, una di prescatto e una di scatto definitivo.
Nel momento del prescatto, premendo cioè a metà il pulsante di scatto, la fotocamera metterà a fuoco il soggetto e valuterà e fisserà tutti i parametri di esposizione. A questo punto, senza rilasciare la pressione sul pulsante di scatto ma premendolo fino in fondo, la macchina effettuerà lo scatto vero e proprio.
Se non ci si attiene a questa procedura, ma si preme semplicemente e completamente il pulsante di scatto, può succedere che la macchina non sia riuscita a completare la messa fuoco, portando a un'immagine sfuocata; inoltre, una pressione troppo decisa sul pulsante di scatto può portare al rischio di un'immagine mossa. E un'immagine sfuocata e magari anche mossa, certamente non ha qualità, e questo, lo ripetiamo, indipendentemente dal numero di pixel del sensore.
Il rischio mosso si accentua soprattutto con le fotocamere digitali perché molto spesso non si inquadra attraverso il mirino ma guardando direttamente il soggetto attraverso il display. Per far questo la macchina deve essere necessariamente impugnata e tenuta lontana dall'occhio, con le braccia leggermente distese. In questa posizione il rischio mosso aumenta, anche con tempi relativamente veloci, come 1/60 o addirittura 1/125 di secondo.
Ma naturalmente ci sono dei semplici accorgimenti per ovviare a questi problemi:
1) Prescatto: premete sempre a metà il pulsante di scatto per dare il tempo alla fotocamera di mettere a fuoco; se il soggetto si muove troppo velocemente impostate una distanza di messa a fuoco manuale, stimando la distanza ad occhio e verificando la nitidezza attraverso il display. Guardate sempre la spia di corretta messa a fuoco prima di scattare: se la spia lampeggia significa che la fotocamera non è riuscita a mettere a fuoco, quindi effettuerà uno scatto sfuocato.
2) Mirino: cercate di scattare sempre guardando attraverso il mirino e non attraverso il display: in questo modo la fotocamera sarà premuta sul volto, le braccia saranno serrate lungo il corpo e il rischio mosso sarà ridotto. Per riprese macro non utilizzate il mirino perché nessuna compatta digitale ha la correzione automatica della parallasse.
3) Tempi di scatto: se avete selezionato una modalità manuale o a priorità di tempi, selezionate sempre il tempo di scatto più veloce in base alla luce ambiente.
4) ISO: se nonostante questo il tempo di scatto risulterà essere troppo lungo –lampeggia la spia del flash- impostate una sensibilità ISO maggiore di 100, quindi 200, o 400 o 800: meglio un'immagine leggermente ma uniformemente pastosa per l'impostazione di una sensibilità ISO alta che un'immagine mossa.

BSS
Un altro accorgimento molto valido, presente su diversi modelli Nikon Coolpix è il BSS che sta per "Best Shot Selection".
Dopo aver attivato il BSS nel menù delle impostazioni effettuate una serie di scatti, fino a un massimo di dieci, mantenendo sempre premuto il pulsante di scatto, cercando di mantenere la fotocamera ferma sul soggetto inquadrato. Nel momento in cui rilascerete il pulsante di scatto la fotocamera inizierà a comparare i vari scatti eseguiti e salverà un solo scatto, quello con più informazioni, che si presume essere quello più nitido, quindi non mosso e a fuoco.
Se non disponete della funzione BSS potete comunque eseguire una serie di scatti, in questo caso salvandoli tutti sulla scheda di memoria della vostra fotocamera, per andare poi a selezionare l'immagine con il maggior numero di kilobyte una volta che le avrete riversate sul vostro computer: spesso il file più pesante è quello con più informazioni, a meno che l'immagine sia talmente mossa da risultare più pesante di quella nitida a causa delle maggiori informazioni date dalle varie strisciate.
I due grandi vantaggi del BSS automatico sono che è la fotocamera stessa a scegliere lo scatto migliore e che salvando un solo scatto ed eliminando automaticamente gli altri, permette di risparmiare spazio sulla scheda di memoria della fotocamera.
Perché il BSS lavori al meglio è necessario comunque scattare nelle migliori condizioni possibili, cercando quindi di non muoversi mentre il BSS acquisisce i vari scatti e di non variare la distanza fotocamera/soggetto (anche con autofocus attivato in continuo, la messa a fuoco si autoimposta sul primo scatto e non varia durante gli scatti successivi, anche se la distanza soggetto fotocamera cambia).
Sono molte le situazioni in cui il BSS può migliorare sensibilmente la qualità delle immagini, dalla macro all'uso dello zoom su posizione tele con o senza aggiuntivi ottici tele.
Il BSS non funziona se la compressione dell'immagine è impostata su HI, cioè TIFF (ad eccezione della Coolpix 5000, dove il BSS è attivabile anche con salvataggio immagine impostato su TIFF).
Nota bene: il BSS va considerato come una funzione di "emergenza", una sorta di treppiede virtuale, usando lo zoom su massima posizione tele, con o senza aggiuntivi tele, e in macro, con tempi di posa superiori al 1/60 di secondo e a flash disinserito. Nelle condizioni suddette, i migliori risultati possibili consentiti dalla qualità del sensore e dell'ottica della fotocamera si ottengono con l'impiego di un appropriato treppiede… reale!

Ecco due soggetti, un fiore e una carta da gioco, fotograti rispettivamente a 1/10 e a ¼ di secondo a mano libera, con zoom su focale medio tele e funzione macro attivata. Senza la funzione BSS attivata le immagini non possono che venire irrimediabilmente mosse. Con la funzione BSS attivata il mosso viene praticamente annullato.
Ingrandisci
Fotocamera Coolpix 5000
Bilanciamento del bianco: manuale a preselezione
Illuminazione: lampada neon
Focale 17,5mm
f/6,7
1/10 di secondo
Funzione bss disattivata
 
Ingrandisci
Fotocamera Coolpix 5000
Bilanciamento del bianco: manuale a preselezione
Illuminazione: lampada neon
Focale 17,5mm
f/6,7
1/10 di secondo
Funzione bss attivata
 
Ingrandisci
Fotocamera Coolpix 5000
Bilanciamento del bianco: manuale a preselezione
Illuminazione: lampada al neon
Focale 13,6mm
f/7,2
¼ di sec.
Compensazione intenzionale esposizione: + 1 stop.
Funzione bss disattivata
 
Ingrandisci
Fotocamera Coolpix 5000
Bilanciamento del bianco: manuale a preselezione
Illuminazione: lampada al neon
Focale 13,6mm
f/7,2
¼ di sec.
Compensazione intenzionale esposizione: + 1 stop.
Funzione bss attivata

Scarica questo documento in formato pdf (523 KB)