Nikon COOLPIX AW120: robusta, impermeabile e sempre più “subacquea” per avventure acquatiche

A cura di: Erik Henchoz , Ketty Carere

Nikon AW120 di terza generazione è pronta a stupirci ancora grazie alla qualità delle sue immagini e alle sue accresciute caratteristiche tecniche. Waterproof fino alla profondità di -18 (e fino a -40 scafandrata), l’abbiamo provata in immersioni subacquee sfruttando con soddisfazione anche le sorprendenti capacità video. Aspettatevi di tutto dalla piccola AW120: GPS, GLONASS, bussola elettronica, WiFi e video FULL HD a 1080p sono solo alcune delle caratteristiche di questa piccola fotocamera studiata per l’avventura.

 

L’acqua è il suo ambiente ideale: -18 metri … a prova di Open Water Diver Robusta e resistente, AW120 è dotata di nuove caratteristiche tecniche
Fotografia subacquea con COOLPIX AW120, facile e divertente! Accessori subacquei per COOLPIX AW120
Andare più in profondità? Usiamo la custodia subacquea NiMAR NIAW120 Gli accessori NiMAR da utilizzare con AW120 e NIAW120
Un piccolo video subacqueo in Full HD con COOLPIX AW120 Consigli di utilizzo per ottenere da subito buoni risultati
Condividiamo immagini e video con il WiFi incorporato E se volessimo giocare ancora? COOLPIX S32 per la famiglia e non solo!
Strepitosa piccola COOLPIX AW120 per ogni situazione in acqua Link correlati, Fotogallery

Guarda il video

L’acqua è il suo ambiente ideale: -18 metri … a prova di Open Water Diver

La linea COOLPIX AW si è sempre contraddistinta per la sua grande propensione all’avventura e alle condizioni estreme. Le piccole e performanti COOLPIX AW100 e AW110 si sono sempre fatte notare per la loro robustezza, semplicità di utilizzo e la grande qualità delle immagini prodotte. COOLPIX AW120, la nuova “rugged camera by Nikon”, eredita dai precedenti modelli tutte queste fantastiche caratteristiche tecniche, proponendo anche interessanti funzioni aggiuntive, in grado di rendere questa fotocamera compatta lo strumento ideale per lo snorkeling e le immersioni subacquee.

Subacquea fino alla profondità di -18 metri si presenta come la compagna ideale per documentare le attività acquatiche. A suo agio nello snorkeling, si dimostra robusta ed infaticabile anche durante le immersioni subacquee, raggiungendo senza problemi la profondità di -18 metri, profondità che nel mondo subacqueo è uno standard per tutti i “divers” che si avvicinano a questa fantastica disciplina e che conseguono il loro primo brevetto. Il sensore retroilluminato CMOS da 16 milioni di pixel e l’obiettivo ottico 5x Nikkor garantiscono immagini di alta qualità. La possibilità di spaziare da focali comprese tra i 24mm fino ai 120mm e la luminosità del piccolo ma prestante obiettivo (f/2.8) si adattano perfettamente al mondo subacqueo, garantendo ottimi risultati e tanto divertimento.

Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine
Nikon COOLPIX AW120 disponibile in diverse colorazioni: in veste mimetica come sopra, ma anche nera o arancio Nikonos.
Nikon COOLPIX AW120 pronta all’immersione con il piccolo treppiedi Joby Magnetic Gorillapod.
Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine
Piccola e compatta COOLPIX AW120 è facile da utilizzare in immersione subacquea.
Utilizziamo la custodia subacquea NiMAR NIAW120 per COOLPIX AW120 grazie alla quale possiamo superare anche i -18 metri di profondità.

Facile da utilizzare, COOLPIX AW120 è dotata di un monitor OLED di generose dimensioni (7,5cm) grazie al quale è facile inquadrare, scattare e poi rivedere direttamente in acqua le immagini e i video. Il sistema GPS e GLONASS incorporati con la fotocamera permettono di salvare la posizione GPS negli EXIF data delle immagini e, una volta in acqua, di registrare l’ultima posizione acquisita “on land”. In immersione subacquea il profondimetro incorporato con AW120 prende il posto del GPS e registrerà la profondità attuale salvandola poi nei dati registrati con le immagini fotosub. Il nuovo sistema di elaborazione immagini EXPEED C2 garantisce scatti di alta qualità e l’apposita modalità “Foto subacquee” facilita il compito a neofiti ed esperti selezionando automaticamente la più appropriata impostazione del bilanciamento del bianco per ottenere immagini con colori fedeli e cromie corrette. Per non dimenticare le elevate qualità video Full-HD che permettono anche di scattare foto a piena risoluzione durante il REC senza interrompere la ripresa. Usciti dall’acqua, alla fine della sessione di snorkeling o di un’immersione subacquea, il modulo WiFi di COOLPIX AW120 permetterà di collegare la fotocamera allo smartphone o al tablet per pubblicare sui social network le immagini e condividerle con gli amici.

COOLPIX AW120 sorprenderà grazie a tutte queste caratteristiche tecniche e non solo, seguiteci durante le immersioni subacquee che abbiamo effettuato con questa “rugged camera” per documentarne l’affidabilità e le possibilità tecniche.

Robusta e resistente, AW120 è dotata di nuove caratteristiche tecniche

Capace di resistere fino a -18 metri di profondità, a prova di urti, scossoni e maltrattamenti, COOLPIX AW120 si è dimostrata una vera e infaticabile fotocamera subacquea. Durante le prove e le immersioni subacquee l’abbiamo portata al limite sia a livello di profondità che di prestazioni. Estremamente compatta, AW120 è perfettamente a suo agio in acqua. Facile da trasportare, può essere riposta nella tasca del GAV. Grazie all’utilizzo della batteria EN-EL12 da 1.050 mAh, la fotocamera è stata in grado di lavorare per intere immersioni subacquee, anche più di novanta minuti, producendo tantissime immagini e video di alta qualità. Il controllo dinamico, l’apposita funzione che permette di muoversi nei menu della fotocamera semplicemente inclinando la fotocamera, ci ha permesso di utilizzarla anche con una sola mano. Un aspetto importante durante le attività in acqua ed in mare quando spesso si ha la necessità di avere una mano libera per gestire l’attrezzatura subacquea.
Il profondimetro incorporato con AW120, da utilizzare esclusivamente come dato fotografico e non per la gestione dell’immersione, si è rilevato preciso e molto utile. In acqua è possibile salvare nei “dati immagine” l’ultima posizione rilevata dal GPS, mentre sul monitor è sempre visibile la profondità attuale, dato che verrà poi salvato in ogni fotografia e che sarà successivamente disponibile. A fine immersione il modulo WiFi ci ha stupiti: grazie allo smartphone e l’App Nikon Wireless Mobile Utility per Android o per Apple iOS, siamo stati in grado di condividere in pochi secondi le immagini e i video su Nikon Image Space e su vari social network come Instagram e Facebook.

Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine
Una piccola murena fa capolino dalla sua tana. Le dimensioni ridotte di COOLPIX AW120 permettono di avvicinarci all’animale senza spaventarlo.
Un bel ritratto sfruttando esclusivamente la luce del flash della fotocamera.
In parete fotografiamo alcuni splendidi esemplari di Margherite di Mare. In modalità Auto sfruttiamo la luce del flash di AW120.
Ci avviciniamo maggiormente e sfruttiamo al meglio le capacità di AW120. L’ottica Nikkor in accoppiata col sensore CMOS retroilluminato da 16 milioni di pixel producono immagini di buona qualità.
Estremamente compatta, AW120 si trova a suo agio in immersione subacquea. Fotografare con AW120 sott’acqua è molto facile e divertente.
Ingrandisci l'immagine
Ingrandisci l'immagine
Ingrandisci l'immagine
Grazie al menu “Altimetro/Profondimetro”, raggiungibile tramite il menu “Opzione dati posizione” possiamo attivare questa importante funzione e registrare, una volta in acqua la profondità negli Exif data delle immagini.
È importante, prima di ogni immersione, verificare il corretto funzionamento del profondimetro ed eventualmente tararlo con precisione utilizzando i “dati posizione” o manualmente. Attraverso l’apposita funzione “Correzione altit./profondità” si può accedere alla schermata dove scegliere la “modalità di correzione”. Così facendo, una volta in acqua, si avrà una corretta lettura della profondità.
Grazie al modulo WiFi incorporato in COOLPIX AW120 possiamo connetterci in WiFi a smartphone o tablet attraverso l’App Nikon Wireless Mobile Utility disponibile per Android e per Apple iOS.
Ingrandisci l'immagine
A fine giornata, dopo aver scaricato le foto grazie a Nikon Transfer, si potranno visualizzare gli Exif data delle immagini grazie a Nikon View NX2.
In questo caso lo Scorfano ritratto in questa immagine è stato fotografato a 6 metri di profondità. Da notare anche la presenza degli ultimi dati GPS registrati prima di entrare in acqua.
AW120, infatti, può registrare gli ultimi dati satellitari acquisiti prima di entrare in acqua e perdere inevitabilmente il segnale. Una funzione molto utile per poter georeferenziare con buona approssimazione le immagini fotosub.

Fotografia subacquea con COOLPIX AW120, facile e divertente!

Per troppo tempo, la fotografia subacquea è stata da molti considerata complicata e difficile. Con Nikon COOLPIX AW120 scoprirete quanto possa essere facile e divertente avvicinarsi a questo modo di fotografare che vi farà scoprire le bellezze del mondo sommerso. Le caratteristiche tecniche di questa piccola fotocamera si adattano molto bene al mondo acquatico. Il sensore CMOS, grazie alla sua speciale retroilluminazione, in accoppiata con il sistema di elaborazione EXPEED C2 è in grado di elaborare e produrre immagini di alta qualità, anche in situazioni di scarsa illuminazione. Per questo abbiamo messo alla prova AW120 in immersione sfruttando diverse situazioni di illuminazione ambiente. In acqua il problema più evidente è sempre la presenza della luce, indispensabile per scattare ottime immagini. Già a partire dai primi metri sotto al livello del mare l’acqua filtra i raggi solari che perdono di intensità e di qualità. Basta scendere di pochi metri sotto la superficie per rendersi conto come i colori appaiano diversi. I colori rossi lentamente scompaiono, scendendo in profondità non saranno più distinguibili anche l’arancio, il giallo e il verde. Nella fotografia subacquea, per cercare di ovviare a questo problema abbiamo diverse possibilità: a poca profondità possiamo scegliere di fotografare durante le ore della giornata dove i raggi del sole sono più forti. Fotografare quando il sole è alto nel cielo garantirà sicuramente una migliore illuminazione.

Ingrandisci l'immagineAW120 anche in questo caso ci viene in aiuto: la particolare modalità “Foto subacquea” è stata progettata proprio per questo, ovvero per cercare di ristabilire al meglio le cromie delle immagini scattate in immersione. Questa particolare modalità di scatto, raggiungibile tramite il menu “scene” permetterà alla fotocamera di gestire in completo automatismo il bilanciamento del bianco al fine di ottenere il miglior risultato possibile. Basterà, quindi, attivare la modalità subacquea per garantirsi, senza troppi problemi, belle immagini subacquee.

Per i più esperti e nel caso non si riescano ad ottenere i migliori risultati, COOLPIX AW120 è dotata anche della gestione manuale del bilanciamento del bianco. In modo “Auto”, tramite il menu di ripresa, sarà possibile raggiungere questa funzione e attivare l’opzione “Premisurazione manuale” grazie alla quale inquadrare un oggetto bianco (meglio se un’apposita lavagnetta) e regolare manualmente il bilanciamento.

Più in profondità, spesso, diventa fondamentale la necessità di sfruttare una luce artificiale, un lampeggiatore o una torcia subacquea. COOLPIX AW120, durante le immersioni, ci ha sempre regalato splendide immagini, anche in queste situazioni “limite”. Il piccolo flash della fotocamera sotto i dieci metri di profondità si rivela adatto per scatti ravvicinati, quali ad esempio i ritratti di pesci, e per la macro fotografia. Come per i raggi del sole, anche la luce emessa dal flash viene filtrata in maniera selettiva dall’acqua. Avvicinarsi ai soggetti permetterà, tuttavia, di ottenere splendidi colori. Nel caso diventi necessario, con AW120 si può gestire facilmente la sensibilità ISO. Portarsi a 400 ISO o a 800 ISO sarà molto comodo, grazie all’apposito menu presente nel “Modo ripresa”. Indubbio dire che in immersione subacquea, sotto i 10-12 metri di profondità, senza l’ausilio di lampeggiatori o luci esterne, i risultati migliori si ottengono dedicandosi ad immagini ravvicinate -close-up- o alla macro fotografia. Tuttavia, grazie, all’utilizzo della tecnica del bilanciamento manuale del bianco, si possono ottenere risultati veramente apprezzabili. Il nostro consiglio, nel caso si preveda di utilizzare spesso AW120 a profondità limite, è quello di dotarsi di un lampeggiatore esterno o di una lampada subacquea, argomento che tratteremo più avanti.

Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine
Fotografiamo una piccola Bavosa rossa nella sua tana. Il flash incorporato illumina correttamente la scena, i colori sono perfetti. In questo caso sfruttiamo la “modalità auto” e il bilanciamento del bianco in automatico.
Stessa focale e stesso soggetto ma questa volta ci avviciniamo maggiormente sfruttando appieno la modalità macro di AW120. Il risultato è notevole ed i colori sono corretti.
Un ritratto ad un Pesce peperoncino rosso. Anche in questo caso le cromie sono esatte. L’esposizione è più che buona.
Ancora un ritratto a questa piccola Perchia. In questo caso dopo uno scatto di prova gestiamo l’esposizione con -0,7 EV così da non sovraesporre la parte bianca del soggetto.

Macro fotografia e close-up: qualità e ottimi risultati

Durante le immersioni subacquee abbiamo sfruttato la piccola AW120 per produrre immagini ravvicinate degli animali acquatici ed interessanti macrofotografie. Il flash incorporato con la fotocamera ben si adatta a questo tipo di inquadrature. Grazie all’apposita “modalità macro” di AW120, attivabile direttamente tramite i pulsanti del dorso, e allo zoom dell’obiettivo Nikkor, si possono ottenere fantastiche immagini da 16 milioni di pixel del mondo marino. Per ottenere da subito i migliori risultati basta seguire alcuni semplici consigli ed impostare correttamente la fotocamera:

- selezionare menu scene la modalità “Auto”;
- selezionare tramite la “Modalità ripresa” il “Modo area AF” come “Area centrale”. In questo modo la fotocamera effettuerà la messa a fuoco al centro dell’inquadratura;
- selezionare tramite la “Modalità ripresa” il sotto menu “Modo autofocus” e scegliere l’opzione AF-S (AF singolo). In questo modo effettueremo la messa a fuoco su soggetti statici o che si muovono lentamente;
- selezionare tramite l’apposito pulsante sul dorso della fotocamera la funzione macro;
- sempre con i pulsanti del dorso verificare che il flash sia in modalità “Fill flash” (flash ad ogni scatto);
- avvicinarsi quanto più possibile al soggetto. Nel caso può essere utile, in seconda battuta, sfruttare anche una porzione di zoom;
- inquadrare correttamente il soggetto al centro dell’immagine, cercando di rimanere immobili (utile utilizzare la tecnica di tenere le braccia tese);
- registrare l’immagine utilizzando la duplice funzione del pulsante di scatto, messa a fuoco e successivo scatto;
- verificare i risultati a monitor e, se necessario, correggere le impostazioni di scatto. Spesso piccole modifiche grazie alla funzione di “Compensazione esposizione” presente sul dorso della fotocamera, permettono di ottenere i migliori risultati.

Pochi minuti di pratica e si è subito operativi. Gli automatismi di cui è dotata COOLPIX AW120 e le dimensioni veramente contenute permettono di effettuare scatti quasi impossibili, come fotografare un Verme ciuffo bianco all’interno di una roccia o di avvicinarci ad una piccola Serpula senza che l’animale ritragga il suo ciuffo branchiale, soggetto principale della nostra fotografia.

Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine
Un esile Verme ciuffo bianco vive al riparo in una cavità della roccia. Grazie alle dimensioni compatte di COOLPIX AW120 riusciamo ad effettuare questa macro fotografia.
Piccola e molto timida, questo esemplare di Serpula avrebbe retratto il suo ciuffo branchiale al minimo spostamento d’acqua. Grazie a AW120, in “modalità macro” riusciamo a fotografare l’animale con molta semplicità.
L’ennesimo ritratto. Questa volta ad un esemplare di Pesce peperoncino giallo che si avvicina curioso alla fotocamera.
Ancora più vicini: una leggera compensazione dell’esposizione (- 0,3 Ev) ci permette di far risaltare la livrea della testa del pesciolino, senza sovraesporre eccessivamente le parti più chiare dell’immagine.

Fondamentale il corretto utilizzo del pulsante di scatto e della relativa messa a fuoco dell’immagine. Premere a metà corsa il pulsante di scatto per effettuare la messa a fuoco. A messa a fuoco avvenuta l’apposito indicatore nel monitor diventerà verde, pigiando a fine corsa il pulsante di scatto si registrerà l’immagine. Durante la fase di scatto la corretta messa a fuoco viene confermata anche da un apposito segnale acustico emesso da AW120, molto utile e facilmente udibile in acqua.

Fotografia ambiente

Sfruttando le caratteristiche tecniche di AW120 si possono ottenere belle immagini dell’ambiente sommerso. A poca profondità si possono utilizzare varie tecniche per ottenere gradevoli risultati e fotografare ampie porzioni di fondale.
Nei primi metri sotto la superficie del mare si può lavorare in controluce sfruttando esclusivamente la luce solare. In questo caso abbiamo disattivato il flash della fotocamera e lavorato esclusivamente con la luce ambiente.
Per immagini grandangolari del fondale si può, inoltre, sfruttare la modalità subacquea, gestire manualmente il bilanciamento del bianco e, ancora, utilizzare la gestione della sensibilità ISO nel caso di scarsa illuminazione ambiente.

Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine
Il pratico menu della “Sensibilità ISO” attraverso il quale possiamo impostare questo importante parametro. Sono disponibili diverse opzioni: “auto” per lasciar decidere in automatico ad AW120, “intervallo predefinito” per decidere un range prefissato. In questo caso decidiamo di scattare a 400 ISO.
Le dimensioni ridotte di COOLPIX AW120 permettono di portarla molto agevolmente. In questo caso l’abbiamo montata su uno scooter subacqueo elettrico. Grazie all’attacco per treppiedi AW120 ci seguirà durante l’immersione.
Tramite il pulsante “Scene” è possibile attivare la particolare “modalità subacquea” di cui AW120 è dotata. Grazie a questa funzione, la fotocamera gestirà al meglio il bilanciamento del bianco anche in immersione.
Per questo controluce abbiamo deliberatamente disattivato il flash della fotocamera e scattato sfruttando la luce solare. L’obiettivo era quello di valorizzare l’effetto dei raggi solari durante la loro entrata in acqua. In questo caso abbiamo utilizzato una sensibilità di 400 ISO.