Nikon 1 J1: compatta ad obiettivi intercambiabili, alba di una nuova era

A cura di: Gerardo Bonomo


» Nikon 1 J1 » Compatta ad obiettivi intercambiabili
» Il sistema AF più veloce al mondo » Motion Snapshot
» Smart Photo Selector » Still Image: Foto P, S, A, M, Scene e Picture Control
» Il Flash incorporato » Obiettivi del sistema e Nikkor Standard con l'adattatore FT1
» Il formato del sensore CX » Video Full HD, Slow Motion e Foto
» Connessione HDMI » Cenni della storia Nikon e conclusioni

 

Il flash incorporato

Ingrandisci l'immagine

Nonostante il fatto che la Nikon 1 J1 può tranquillamente lavorare fino a 3.200 ISO con un controllo del rumore estremamente evoluto, esistono comunque situazioni in cu è necessario utilizzare il flash. La Nikon 1 J1 incorpora un flash che si solleva dalla parte superiore della fotocamera, allontanandosi così dal centro dell’obiettivo per minimizzare, con alcuni soggetti, il possibile effetto occhi rossi – che per altro può essere annullato utilizzando la specifica opzione nel menù flash. Ingrandisci l'immagineIl fatto comunque che il flash si sollevi e si distanzi dal centro dell’obiettivo è proprio un’altra delle prerogative della Nikon 1 che la allontana da alcune tecnologie semplificate istallate su diverse compatte, permettendole di sovrapporsi, anche nel caso del sollevamento flash, a una reflex. Il Numero Guida NG5 a 100 ISO è apparentemente ridotto, ma in pratica, coniugando la potenza del flash alla sensibilità ISO è possibile comunque illuminare perfettamente soggetti distanti fino a 5 metri, in pratica il classico gruppo di persone riunite intorno a un tavolo. Oltre alla possibilità di annullare l’effetto occhi rossi con una serie di prelampi, il flash incorporato può essere utilizzato come fill flash, per schiarire le ombre negli scatti eseguiti in esterni, soprattutto per i ritratti in giornate di sole con ombre molte secche: può essere utilizzato in sincro con i tempi lunghi per le riprese, soprattutto ritratti, eseguiti di solito in notturna con panorami illuminati alle spalle del soggetto, come da un balcone affacciato su una città sfavillante di luci, e può infine essere sincronizzato sulla seconda tendina, scattando quindi alla fine dell’esposizione, per rendere più naturali gli oggetti che durante la posa erano in movimento, come le auto. In accoppiata con flash wireless “intelligenti” con modalità SU-4 come in Nikon SB-700, SB-900 oppure SB-910 è anche possibile comandare uno o più flash esterni, senza l’impiego di cavi di collegamento, per ampliare le possibilità creative dell’illuminazione flash.
 


Obiettivi del sistema e Nikkor Standard con l'adattatore FT-1

Come già nel mondo delle reflex, anche la Nikon 1 dispone di un sistema di obiettivi denominato 1 Nikkor.
Oltre a dedicati accessori del sistema che includono anche l'adattatore FT-1 per montare gli obiettivi Nikkor.

Ingrandisci l'immagine

 

L’obiettivo è l’anima di qualsiasi fotocamera, e l’elemento principale della qualità di un’immagine. Per questo motivo la Nikon 1 J1, pur non essendo una reflex, dalle reflex ha ereditato proprio la possibilità di cambiare le ottiche, per adeguarsi a qualsiasi situazione. Il sistema 1 Nikkor introduce anche le features offerte dal firmware aggiornabile anche sull’obiettivo. Le ultime versioni firmware sono raggiungibili dal sito Nikon di Supporto Europeo. Ad oggi il corredo ottiche di Nikon 1 è formato da quattro obiettivi, a cui altri seguiranno.

Ingrandisci l'immagine

L’1 NIKKOR 10 mm f/2.8: leggerissimo ed estremamente compatto, questa focale fissa pancake corrisponde a un grandangolare 27mm nel formato FX, un’ottica universale con cui fronteggiare la maggior parte delle situazioni immersive.
 

Il primo obiettivo è una focale fissa luminosa, 1 NIKKOR 10 mm f/2.8 (6 elementi di cui due asferici in cinque gruppi, minima distanza di messa a fuoco 20cm, diaframma a 7 lamelle con apertura arrotondata per migliorare la resa e la leggibilità del fuori fuoco), che corrisponde a un 27mm nel formato FX 24x36, con luminosità massima f/2.8; un grandangolare con ampio angolo di campo, senza essere estremo, molto luminoso e di dimensioni talmente ridotte da non aggiungere alla focale che pochi millimetri di spessore e pochi grammi di peso, 77 per la precisione.


Ingrandisci l'immagine


L’obiettivo 1 NIKKOR VR
10-30 mm f/3.5-5.6
: uno zoom compatto con focale corrispondente nel formato
FX 27-81mm; stabilizzato
per poter essere utilizzato
in condizioni di scarsa illuminazione, unisce la praticità di uno zoom
tuttofare a una leggerezza e compattezza all’altezza della Nikon 1 J1.





 

L’altro obiettivo – nei vari kit potrete scegliere con quale ottica iniziare il vostro viaggio insieme a Nikon 1 – è l’1 NIKKOR VR 10-30 mm f/3.5-5.6 (12 elementi di cu i 3 asferici in 9 gruppi, minima distanza di messa a fuoco 20cm, diaframma con 7 lamelle ad apertura arrotondata per migliorare la resa del fuori fuoco) che corrisponde al classico zoom 28-80mm (27-81mm per essere precisetti) nel formato FX. La luminosità massima è f/3.5-5.6; sia a motivo della differente luminosità massima rispetto al 10mm che al fatto che parliamo di uno zoom con focale massima 80mm, è stato inserito il sistema VR (Vibration Reduction) il celebre sistema di stabilizzazione ottica di Nikon che compensa eventuali piccoli movimenti involontari della mano di chi impugna la fotocamera attraverso decentramenti delle lenti dell’obiettivo, per evitare che in condizioni di luce scarsa la foto dovesse risultare mossa. Uno zoom 28-80mm è uno zoom tuttofare, adatto tanto alla fotografica generica che al reportage e al ritratto; si tratta anche in questo caso di un’ottica molto compatta e leggera che si armonizza perfettamente con i pesi e le dimensioni del corpo Nikon 1.


Ingrandisci l'immagine


L’obiettivo 1 NIKKOR VR 30-110 mm f/3.8-5.6 corrisponde a un 81-297mm nel formato FX: fotografia naturalistica e sportiva, oltre al ritratto, sono tra le situazioni fotografiche elettive per questo tele zoom.










 
Ingrandisci l'immagine
L’obiettivo 1 NIKKOR VR 10-100 mm f/4.5-5.6 PD-ZOOM nasce innanzitutto per le riprese video, questo grazie al fatto che dispone di uno zoom a comando elettronico motorizzato, per zoomate assolutamente fluide, ma questo non significa che non possa essere utilizzato anche per scattare perfette fotografie. D’altronde ormai è chiaro che la famiglia Nikon 1 non comprende né fotocamere né videocamere, ma un nuovo concept che include in un solo device il massimo di entrambe le funzionalità.
 

Il terzo obiettivo è l’1 NIKKOR VR 30-110 mm f/3.8-5.6 (18 elementi in 12 gruppi con distanza minima di messa a fuoco a 1 metro e diaframma a 7 lamelle ad apertura arrotondata): si tratta di una focale corrispondente nel formato FX a 81-297mm, quindi uno zoom tele con una focale massima, sovrapponibile a un 300mm che ne fa l’ottica ideale per fotografare – e filmare! – anche situazioni sportive estreme, piuttosto che nella fotografia naturalistica, insomma, in tutte quelle situazioni in cui la distanza che è necessario o che non ci si può esimere dal mantenere rispetto al soggetto necessita di un obiettivo con un notevole ingrandimento dello zoom per ottenere una perfetta visibilità di un soggetto lontano o di piccole dimensioni. Se in un obiettivo come il 10-30mm la funzione VR è di ausilio, qui il VR invece è di vitale importanza: soprattutto con le lunghe focali poter contare sulla compensazione ottica degli eventuali micromovimenti involontari della mano che impugna la fotocamera grazie al sistema VR fa la differenza tra una foto nitida e una foto mossa;

naturalmente la possibilità di lavorare con un ottima nitidezza anche a 3.200 ISO non va a sommarsi, ma addirittura a moltiplicare il margine di sicurezza contro le foto mosse garantito dal VR.

Il quarto obiettivo, è invece una novità assoluta e non solo per casa Nikon: si tratta dell’1 NIKKOR VR 10-100 mm f/4.5-5.6 PD-ZOOM (qui abbiamo la bellezza di 21 elementi inclusi 2 elementi asferici, 3 elementi ED e un elemento HRL, il tutto montato in 14 gruppi, con distanza minima di fuoco a 30cm e diaframma a 7 lamelle con apertura arrotondata), che corrisponde a un 27-270mm nel corrispondente formato FX. Oltre al fatto che si tratta di uno zoom con un fattore di moltiplicazione addirittura di 10x, questo obiettivo è stato progettato espressamente per le riprese video, il che dimostra, e lo vedremo meglio in uno dei prossimi capitoli, quanto il sistema Nikon 1 sia davvero la nascita di una nuova era; non è solo una fotocamera, non è solo una videocamera, ma è una perfetta coniugazione tra i due strumenti con delle funzioni assolutamente nuove grazie alla fusione delle due tecnologie, con approcci completamente nuovi all’imaging come il Motion Snapshot. Dicevamo di questo obiettivo che nasce espressamente per le riprese video - , ma può ovviamente e naturalmente essere impiegato anche per fotografare. Questo obiettivo infatti dispone di un pulsante per l’azionamento dello zoom in modalità motorizzata, così da ottenere dello zoomate assolutamente fluide e ripetibili, cosa impossibile con uno zoom normale, dove sarebbe necessario ruotare la ghiera dello zoom posta intorno all’obiettivo a mano libera con conseguenti scatti e sussulti. È inoltre possibile modificare l’apertura massima per ottenere, a seconda dell’impostazione, sfondi nitidi o sfuocati quando si vuole enfatizzare il soggetto principale. Inutile dire che anche questo zoom è dotato del sistema VR: quindi fluide le zoomate grazie al sistema motorizzato, ma altrettanto fluide le riprese a mano libera, grazie al sistema VR senza dimenticare i motori incorporati Voice Coil VCMs (acronimo di Voice Coil Motors (sono motori a bobina VCM - Voice Coil Motor - simili a quelli che comandano le membrane degli altoparlanti di uno stereo che spostano elettromagneticamente un gruppo di lenti mobili, per compensare le vibrazioni indesiderate) e EF che garantiscono una perfetta e continua messa a fuoco in modo estremamente preciso ma al contempo fluido. E se pensiamo che la Nikon 1 J1 è in grado di eseguire video anche alla risoluzione Full HD (1.920x1.080/60i –59,94 campi/s-) ci rendiamo conto che se la Nikon 1 può anche sembrare solo una fotocamera, è molto di più, senza essere l’ibrido di nessuna tecnologia.

Ingrandisci l'immagine
Lenti asferiche, elementi ED: nella nuova linea di obiettivi 1 NIKKOR è stata distillata tutta la tecnologia ottica che Nikon da sempre impiega nella realizzazione delle ottiche per il suo sistema reflex: perché oggi più di ieri, la qualità dell’obiettivo è determinante per raggiungere la perfezione nelle immagini – e nei video - .

 

Ingrandisci l'immagine
Solo grazie a obiettivi con una grande apertura massima del diaframma e un tipo di diaframma che sia il più possibile vicino alla forma perfetta di un cerchio è possibile ottenere delle immagini con il soggetto perfettamente nitido e uno sfondo dallo sfuocato pastoso e al contempo leggibile.
Le ottiche 1 NIKKOR oltre a essere progettate specificatamente per le fotocamere Nikon 1 hanno tutte un diaframma a 7 lamelle con apertura arrotondata che consente da un lato un perfetto controllo dello sfuocato, dall’altro una maggiore risoluzione delle zone a fuoco dell’immagine.

Ingrandisci l'immagineBastano anche solo due obiettivi, il 1 NIKKOR 10-30 insieme al 1 NIKKOR 30-110 per disporre già della maggior parte delle focali avendo con sé due ottiche leggere e compatte, una innestata sulla fotocamera e l’altra, volendo, nella tasca del giaccone. Per chi vuol “viaggiar leggero” Nikon 1 J1 è la soluzione.



Ingrandisci l'immagine
Nel 2011 Nikon ha raggiunto
i 60 milioni di obiettivi prodotti dalla ideazione dell’attacco a baionetta F-Mount.

I primi rumors che iniziarono a circolare diversi mesi fa tra gli addetti ai lavori – e non solo – a proposito di questo nuovo sistema Nikon, fecero pensare ai più che si sarebbe trattato di un corpo macchina estremamente compatto a ottiche intercambiabili e naturalmente dell’impiego della storica e proverbiale baionetta Nikon F Mount – vi riferiremo su F-Mount nel sintetico capitolo dedicato alla storia di Nikon, per ora basti sapere che l’attacco F-Mount è nato nel 1959 ed è tuttora adottato su tutte le fotocamere reflex di Nikon -. Aspettative disattese dalla nuova baionetta 1-Mount ma in modo prevedibile su questa gamma: adottare la baionetta nativa F-Mount a causa dell’esteso tiraggio avrebbe costretto ad una progettazione “ingombrante” non voluta da Nikon in questo sistema. Ma Nikon non ha certo disatteso le aspettative dei milioni di fedelissimi desiderosi di impiegare anche il loro parco ottiche Nikon sulla nuova Nikon 1: ed ecco l’adattatore FT-1 che permette di utilizzare gli obiettivi sia attuali che datati progettati per l’attacco F-Mount sulla nuova Nikon 1. L’utilità? A parte doverose digressioni romantico vintage nel pensare di poter utilizzare obiettivi vecchi di sessant’anni su un concept fotografico del terzo millennio, grazie all’adattatore FT-1 la lunghezza focale dell’obiettivo che viene utilizzata andrà moltiplicata per 2.7, mentre la luminosità massima effettiva rimarrà identica. Un esempio: prendiamo un obiettivo a caso, magari il 300mm f/2.8G ED VR II AF-S NIKKOR. Adesso, moltiplichiamo la focale per 2.7x e ci troviamo un simpatico 810mm, sempre con luminosità massima f/2.8!!! Possiamo addirittura “fabbricarci” focali che non sono neppure a catalogo: se prendiamo il 600mm f/4D ED-IF AF-S II NIKKOR e lo agganciamo alla nostra Nikon 1 J1 ci ritroviamo un 1.620mm sempre con luminosità massima f/4, e via così. Questo è il motivo per cui già molti professionisti hanno aggiunto al loro corredo una Nikon 1: leggera, compatta e con un costo addirittura inferiore a un moltiplicatore di focale – che per altro al massimo raddoppia la focale dell’obiettivo su cui viene montato (TC-20E III Teleconverter) togliendo per altro due stop di luminosità all’obiettivo, che nel caso del 600mm f/4 passa alla luminosità massima di f/8 da quella nativa di f/4, una Nikon 1 permette al professionista quasi di triplicare tutte le focali del proprio parco ottiche, zoom compresi e oltre che di scattare immagini di effettuare anche video in qualità Full HD, proprietà questa comune per altro a pochissime reflex della stessa Nikon. Ma certamente l’adattatore FT-1 incontrerà proseliti, oltre che tra i professionisti, anche tra gli appassionati che potranno condividere con la Nikon 1 il loro parco ottiche e anche obiettivi Nikon vintage, costruiti a partire dal 1959.


Adattatore Nikon Mount Adapter FT1 per utilizzare sul sistema Nikon 1 gli obiettivi Nikkor
Ingrandisci l'immagine
Ingrandisci l'immagine
Ingrandisci l'immagine
Grazie al Mount Adapter FT1 è possibile utilizzare con le Nikon 1 l’ampia gamma Nikkor e gli obiettivi
Nikon F prodotti dagli anni sessanta ad oggi, quindi un parco ottiche di centinaia di differenti schemi e focali.
Per utilizzare l’adattatore Nikon FT-1 le Nikon 1 J1 e Nikon 1 V1 devono disporre di versione firmware 1.10
o successiva. Gli aggiornamenti firmware per le Nikon 1 e per gli obiettivi 1 Nikkor sono disponibili sul
sito Nikon di Supporto Europeo.