Sguardi 98

SguardiInviati Festival News Maestri Città Premi 1 Inviati Intervista

Editoriale

La doppia testimonianza di due autori italiani, diversissimi nelle scelte cromatiche e stilistiche. Due città-mondi, come Napoli e Parigi, narrate attraverso la fotografia. Due inviati in territori speciali: uno tra cielo e strade; l’altro sui ghiacciai del pianeta. Il decennale di un premio assegnato dai photoeditor. E poi notizie su mostre, concorsi, libri. Questo il mix di Sguardi di inizio 2015.

Massimo Vitali è conosciuto per le sue serie, visioni di insieme di luoghi frequentatissimi, rappresentazioni di pezzi della società dei grandi numeri tra normalità, benessere, conformismo, mode: spiagge, discoteche, piscine, parchi, piazze. Giulia Landucci ha lavorato per qualche mese nel suo studio e l’ha intervistato per Sguardi, approfondendo l’approdo alla fotografia come strumento di ricerca artistica, il rapporto con collezionisti e gallerie, la predilezione per un’umanità colta senza ombre e le «cartoline chiare».

Mario Dondero racconta una vita da fotoreporter in occasione dell’antologica dedicatagli a Roma nelle Grandi Aule delle Terme di Diocleziano, un compendio di oltre sessant’anni di fotografia (per Dondero «il modo per andare oltre la parola»), di lavori per quotidiani e periodici (soprattutto in bianco e nero, il «colore della verità») grazie ai quali ha voluto e potuto raggiungere «la gente comune e colloquiare con il mondo».

Napoli e Parigi sono al centro di due progetti espositivi che cercano di schivare le trappole del pittoresco e gli stereotipi folclorici, descrivendo le molte facce di realtà complesse. Blow up. Fotografia a Napoli 1980-1990 presenta gli interventi fotografici di artisti italiani e stranieri - da Basilico e Jodice a Fontcuberta e Newton - nel corso di un decennio vitale per la città partenopea. In Paris Magnum, attraverso gli occhi dei fotografi dell’agenzia Magnum - da Capa Cartier-BressonErwitt e Parr - scorrono quasi ottanta anni di vita quotidiana della capitale francese, di personaggi e gente comune, rivoluzioni e piccoli conflitti, momenti di grazia e tragedia.

Gli inviati di questo numero di Sguardi sono due. Appassionato da sempre di tutto ciò che corre veloce su strada e vola alto in cielo, Alessandro Barteletti ha applicato il proprio talento da fotogiornalista all’universo variegato di automobili e aeroplani. Qui svela il dietro le quinte delle immagini realizzate di biplani acrobatici, jet in picchiata, caccia intercettoririfornimenti in volo, auto d’epoca e Formula 1.

Fabiano Ventura è andato invece sulle tracce dei ghiacciai per testimoniare - grazie al confronto tra immagini storiche e moderne realizzate in AlaskaCaucaso Karakorum - lo stato attuale dei ghiacciai, il loro impressionante ritiro, cambiamenti climatici di rilevanza globale. Un progetto che incrocia fotografia e scienza, al servizio delle ragioni dell’ambiente, che continuerà con spedizioni nelle Ande (Patagonia), in Himalaya e sulle Alpi.

Un libro raccoglie i lavori dei fotografi premiati - da Giorgia Fiorio a Massimo Siragusa, da Lorenzo Cicconi Massi a Paolo Woods - in dieci anni di attività del Ponchielli, nel tempo diventato uno dei premi più prestigiosi in Italia e che ha rivelato talenti, confermato autori, mostrato nuove storie.

Infine, le news: sulla mostra antologica dedicata a Hiroshi Sugimoto, a Modena; sulla nascita di un nuovo concorso, Siena International Photography Awards; su un libro - Love holidays di Fosco Maraini e Topazia Alliata - di viaggio, memorie, foto, amore.

Buon anno e buona luce,

[Antonio Politano]