Nikon 1 AW1, compatta ad obiettivi intercambiabili da portare sott’acqua, da sola o abbinata al flash Nikon SB-N10

A cura di: Erik Henchoz , Ketty Carere

Nikon 1 AW1 rivoluziona il concetto di fotocamera compatta subacquea a lenti intercambiabili. Senza la necessità di utilizzare una custodia subacquea, Nikon 1 AW1 è la prima mirrorless in grado di accompagnarci in acqua fino alla profondità di –15 metri. Un prodotto che ha rivoluzionato il modo di pensare la fotografia subacquea digitale anche in abbinamento all’addizionale Flash Nikon SB-N10.

 

Introduzione In immersione subacquea con Nikon 1 AW1
Fotografare l’ambiente e in macro con lenti Close-up Gli accessori Nikon 1 per lo snorkeling e le immersioni subacquee
Flash subacqueo esterno Nikon SB-N10 Girare un video subacqueo con Nikon 1 AW1
Consigli per ottenere da subito ottimi risultati con Nikon 1 AW1 Fotogallery e link correlati

Fotografare l’ambiente e in macro con lenti Close-up

Sfruttando le due luminose ottiche subacquee 1 Nikkor AW, diventa possibile fotografare in maniera accurata gli ambienti delle nostre avventure subacquee. Il grandangolare 1 NIKKOR AW 10mm f/2.8 si dimostra, indubbiamente, la lente più adatta per dedicarsi ad immagini grandangolari. L'angolo di campo da 77 gradi e l'apertura massima del diaframma a f/2.8 permettono di sfruttare al massimo la luce ambiente. Grazie alla capacità di lavorare ad alte sensibilità ISO di Nikon 1 AW1, realizziamo immagini grandangolari di ottima qualità in differenti situazioni.

Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine
L’ottica grandangolare 1 NIKKOR AW 10mm f/2.8 ci permette di fotografare con ottimi risultati il panorama sommerso che ci circonda. In questo caso la Posidonia oceanica in primo piano e un banco di Castagnole sullo sfondo. La possibilità di scattare anche con sensibilità ISO elevate permette di registrate immagini di qualità anche in situazioni limite. Interessante lavorare in controluce ed ottenere particolari effetti. Nelle immagini illustrate abbiamo sfruttato esclusivamente la luce del sole, senza flash. Per aumentare ancora di più l’effetto dei raggi luminosi che “entrano” letteralmente in acqua, proviamo ad effettuare uno scatto sempre senza flash e a poca profondità (-4 metri). L’effetto è ancora più evidente. L’ottica grandangolare, grazie alla sua particolare luminosità, permette di lavorare agevolmente a livello di panorami sommersi e di giocare con i controluce. Sebbene sia meno luminoso, anche lo Zoom 1 NIKKOR AW 11–27.5mm f/3.5–5.6 si comporta egregiamente in queste situazioni, a riprova della sua adattabilità alle varie situazioni di ripresa in acqua.
Ingrandisci l'immagine
In questo caso sfruttiamo l’ottica grandangolare per avvicinarci maggiormente al soggetto.
Otteniamo così un bel ritratto.
 
Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine
Grazie all’obiettivo Zoom 1 NIKKOR AW 11–27.5mm f/3.5–5.6, fotografiamo uno Spirografo usando diverse lunghezze focali ed allontanandoci progressivamente dal soggetto. Grazie al sistema di bilanciamento dominanti blu-verdi disponibile nel modo di ripresa Subacquea possiamo gestire al meglio le dominanti e questo già in immersione, al momento di registrare la nostra immagine.

Lenti Close-up anche in immersione

Se per la fotografia grandangolare l'ottica da 10mm è la più indicata, per i ritratti e le immagini Close-up, fino quasi a spingersi nella macro fotografia, lo Zoom AW 11-27.5mm diventa molto interessante. La sua massima focale da quasi 28mm e la possibilità di montare lenti aggiuntive da 40,5mm, ci avvicinano ancora di più ai soggetti così da ottenere splendide immagini del piccolo mondo sommerso. La messa a fuoco di Nikon 1 AW1 è sempre impeccabile, occorre, tuttavia, fare attenzione all'illuminazione del flash incorporato: utilizzando una lente macro Close-Up ci avviciniamo maggiormente al soggetto e l'ombra dell'obiettivo può diventare visibile. Per evitare questo inconveniente, peraltro non sempre presente, utilizziamo una torcia video, fissandola a Nikon 1 AW1 grazie alla staffa porta accessori di produzione NiMAR e ad un apposito braccetto snodabile in materiale plastico. Questa soluzione è molto efficace e ci permette di migliorare in maniera considerevole anche la capacità di messa a fuoco dell'attrezzatura nel caso di ambienti poco illuminati. La lente Close-Up macro da +4 diottrie del sistema FilterFix di Nital permette anch'essa di ottenere ottimi risultati, in modo particolare con lo Zoom 1 NIKKOR AW 11–27.5mm f/3.5–5.6. La distanza di messa a fuoco si riduce fino a permetterci di fotografare piccoli animali dell'ordine di qualche centimetro. In questi casi lavoriamo spesso in manuale. Cosa analoga per quanto concerne la misurazione dell'esposizione e l'area di messa a fuoco: la prima viene sovente impostata su “Ponderata centrale”, mentre per la seconda optiamo quasi sempre per la “Modalità Area AF singola”. I risultati sono buoni e, grazie alla gestione micrometrica della “Compensazione dell'esposizione”, attraverso l'apposito comando posizionato sul dorso di AW1, riusciamo quasi sempre ad ottenere esposizioni corrette ed immagini di qualità. In più, la possibilità di poter registrare le immagini in formato JPG e RAW ci permette, in post produzione con Nikon View NX 2, Nikon Capture NX2 o Nikon Capture NX-D, di correggere eventuali errori e di gestire al meglio ogni singolo scatto e ogni dettaglio. Precisiamo che in modalità di ripresa Subacquea sarà registrato il solo JPG anche avendo selezionato i due formati. Su scatti RAW/NEF operati nelle altre modalità di ripresa, è disponibile un dedicato bilanciamento del bianco Subacquea nei software Nikon ViewNX 2.10.3 e Nikon CaptureNX 2.4.7.

Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine
La preparazione allo scatto avviene in maniera molto intuitiva inquadrando i soggetti tramite l’ampio monitor di Nikon 1 AW1. Grazie alla ridotta distanza di messa a fuoco dell’obiettivo e alla lente Close-up, ci avviciniamo lentamente alla parete per fotografare le Margherite di mare. Sfruttiamo lo Zoom 1 NIKKOR AW 11–27.5mm f/3.5–5.6 in accoppiata con la lente Close-Up +4 diottrie per ottenere belle immagini macro ravvicinate. Due piccoli Vermi a ciuffo fotografati sempre grazie all’utilizzo della lente addizionale Close-Up.
Ingrandisci l'immagine
Per la gestione di trasferimento file da Nikon 1 AW1 verso il computer è fornito a corredo il software Nikon ViewNX 2.
Gli aggiornamenti software, firmware e i manuali PDF, sono raggiungibili dal centro Download Nikon.
Ingrandisci l'immagine
Su scatti RAW/NEF, le regolazioni di sviluppo di Nikon ViewNX 2 offrono anche un dedicato bilanciamento del bianco “Subacquea”.
Ingrandisci l'immagine
È importante gestire al meglio la messa a fuoco.
Nel caso di immagini Close-Up molto ravvicinate, che quasi diventano delle macro fotografie, il consiglio è quello di impostare l’area di messa a fuoco come “Area AF Singola”.
 
Ingrandisci l'immagine
Attraverso il menu “Qualità dell’immagine” scegliamo di salvare ad ogni scatto la versione RAW e JPG. In modalità di ripresa Subacquea sarà registrato il solo JPG. Su scatti RAW/NEF operati nelle altre modalità di ripresa, è disponibile un dedicato bilanciamento del bianco “subacquea” nei software Nikon ViewNX 2 e Nikon CaptureNX 2.
Ingrandisci l'immagine
Ingrandisci l'immagine
Nikon 1 AW1 offre on-camera il controllo distorsione regolabile anche sulle variabili subacquee. Su scatti RAW/NEF, Nikon CaptureNX 2.4.7, offre il dedicato bilanciamento del bianco “Subacquea” ed anche un dedicato controllo relativo alle correzioni ottiche di distorsione. Gli aggiornamenti software, firmware e i manuali PDF, sono raggiungibili dal centro Download Nikon.

Gli accessori Nikon 1 per lo snorkeling e le immersioni subacquee

Per utilizzare al meglio AW1 in acqua, Nikon ha progettato una serie di accessori impermeabili. Tra questi abbiamo utilizzato e trovato molto utile la protezione in silicone CF-N6000 per la fotocamera e per lo Zoom 1 NIKKOR AW 11–27.5mm f/3.5–5.6. Un vero e proprio involucro in silicone, disponibile in diverse colorazioni, che va a proteggere buona parte del corpo in acciaio inossidabile di AW1, lasciando tuttavia libero e completo accesso a tutti i pulsanti e ai comandi della fotocamera. Allo stesso modo, l'apposito profilo in gomma a forma cilindrica protegge l'ottica Zoom rendendola ancor più robusta proteggendola da piccoli urti e sfregamenti. Per aumentare ulteriormente la protezione generale della fotocamera, è possibile applicare al monitor da tre pollici di Nikon 1 AW1 l’apposita pellicola protettiva LPS-N6000, in grado di aderire perfettamente al display anche in immersione e di proteggerlo da eventuali graffi. In acqua, consigliamo, inoltre, l'utilizzo della cinghia da polso AH-N6000. Proposta da Nikon come accessorio opzionale, permette di fissare con rapidità la fotocamera al polso del subacqueo. A livello puramente fotografico, la lente aggiuntiva Close-up ci permetterà di ottenere immagini più ravvicinate dei soggetti, mentre il filtro AW 40,5mm NC garantirà una maggiore sicurezza contro possibili appannamenti dell'obiettivo, problematica dovuta ai possibili sbalzi di temperatura durante le entrate in acqua. Per la ripresa ravvicinata macro Close-Up suggeriamo l’impiego delle lenti Close-Up Nikon oppure quelle proposte da Nital con i diversi Kit FilterFix. Nikon propone ancora un ulteriore accessorio opzionale per la sicurezza della fotocamera, l’astuccio CF-N7000. Realizzato su misura della Nikon 1 AW1 è utilissimo per proteggere la fotocamera durante un viaggio in macchina, in aereo o in barca, e per riporre, una volta a casa, l'attrezzatura in maniera sicura. Importante, infine, poter disporre di una batteria EN-EL20 di ricambio, così da avere la sicurezza di poter fotografare a pieno ritmo per almeno due lunghe immersioni subacquee.

Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine
L’attrezzatura utilizzata durante le prove in acqua di Nikon 1 AW1: la cinghia da polso AH-N6000, Nikon 1 AW1 dotata di custodia al silicone opzionale CF-N6000, l’astuccio per il trasporto CF-N7000, l’ottica grandangolare 1 NIKKOR AW 10mm f/2.8, il filtro MC Close-up 40.5mm e l’astuccio Filterfix del quale abbiamo utilizzato esclusivamente l’aggiuntivo ottico da +4 diottrie. Durante le immersioni subacquee abbiamo sfruttato alcuni accessori quali la cinghia da polso, la custodia siliconica ed il filtro Close-up. In acqua abbiamo protetto Nikon 1 AW1-White con la custodia in silicone arancione CF-N6000. Un utile accessorio per proteggere ulteriormente la già robusta mirrorless.

Il Flash subacqueo esterno Nikon SB-N10

Sebbene il flash incorporato con Nikon 1 AW1 funzioni egregiamente anche in immersione, spesso si può avvertire l'esigenza di sfruttare la luce più potente di un lampeggiatore esterno. In questo caso Nikon propone il flash SB-N10. Per utilizzare questo lampeggiatore con Nikon 1 AW1 occorre dotarsi di alcuni accessori opzionali: il supporto adattatore SR-N10A, consente di collegare fotocamera e flash tramite il cavo in fibra ottica SC-N10A, mentre la slitta porta accessori SK-N10A sorreggerà lateralmente il lampeggiatore. Il flash, alimentato da 4 batterie tipo AA alcaline o NiMH, è dotato di varie funzioni di sincronizzazione per adattarsi a diversi modelli di fotocamera Nikon (ad esempio Nikon AW1, Nikon J5, oppure COOLPIX AW130). Grazie allo speciale comando posto sul dorso è possibile accendere SB-N10 e utilizzarlo in TTL oppure in modalità manuale. La modalità TTL regola in automatico la potenza del lampo flash gestendola in base all’illuminazione ambiente e alle condizioni di ripresa. È questa la modalità ideale per ottenere da subito e con facilità ottime esposizioni ed una gestione della luce del lampeggiatore precisa e corretta. La spia di pronto lampo si illumina di rosso e, dopo ogni scatto, si illumina di verde a conferma del corretto funzionamento della modalità TTL. Nel caso si avverta la necessità di effettuare una ulteriore micro regolazione della potenza del flash, sarà possibile agire sull’apposito pulsante (ghiera di livello flash), situato sempre sul dorso di SB-N10. Avendo l’accortezza di posizionare la ghiera di questo comando sul simbolo TTL si potrà facilmente, in immersione, apportare leggere compensazioni ruotando il comando verso il simbolo Full o la minima potenza. Sott’acqua, a causa delle particolari situazioni di illuminazione, può capitare che la modalità TTL non dia sempre i migliori risultati. Per questo è stata prevista la possibilità di lavorare anche in manuale (“modalità manuale”). Ruotando la ghiera del pulsante “modalità flash” su “M2” sarà così possibile gestire, secondo le nostre preferenze, la potenza del lampo operando sulla seconda ghiera di regolazione (ghiera livello flash). Modalità utile, soprattutto per i fotografi più esperti, quando la lettura esposimetrica in TTL non può essere accurata a causa delle condizioni ambiente o quando si vuole gestire in maniera personalizzata la luce del flash, dando così un tocco personalizzato ed artistico alle immagini subacquee. SB-N10 è, inoltre, dotato di una comoda luce pilota attivabile sempre dal dorso flash. Una piccola luce LED da sfruttare come luce di puntamento e “focus light” nelle situazioni di scarsa visibilità ed illuminazione. Vivamente consigliato l’utilizzo del diffusore flash in dotazione con SB-N10: applicato frontalmente, è assicurato al lampeggiatore con uno speciale cordino che ci permetterà di rimuoverlo in immersione senza perderlo. Il suo utilizzo è spesso fondamentale per evitare le problematiche di “backscatter”. Quando si fotografa in immersione capita spesso di dover fare i conti con la sospensione. L’inclinazione laterale del flash e l’utilizzo del diffusore in dotazione garantiranno nella maggior parte dei casi una evidente limitazione di questa problematica comune nella fotografia subacquea. Piccolo e semplice da utilizzare, SB-N10 si è rivelato un accessorio estremamente utile durante le nostre sessioni di fotografia subacquea. Adeguatamente potente (numero guida 28 in aria a 100 ISO) ed affidabile, questo piccolo flash ha fatto sovente la differenza garantendo la giusta illuminazione in ogni situazione. Grazie alla connettività con cavo in fibra ottica e all’apposito supporto adattatore SR-N10A, il lampeggiatore riceve direttamente l’impulso luminoso dal flash della fotocamera. Un sistema pratico, di facile manutenzione ed affidabile che ci ha permesso di sfruttare appieno le funzioni di SB-N10.

Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine
Il flash esterno Nikon SB-N10 utilizzato durante le immersioni utilizza un cavo in fibra ottica per la connessione verso la fotocamera ed è stato fissato ad Nikon 1 AW1 grazie al supporto adattatore SR-N10A. Nella parte frontale del flash è stato montato il diffusore SW-N10A in grado di limitare notevolmente il “backscatter” quando in acqua vi è molta sospensione. Il supporto SR-N10A consente di collegare la fotocamera alla staffa porta accessori SK-N10A e di pilotare il flash esterno tramite il cavo in fibra ottica SC-N10A. Nel dettaglio si può apprezzare la semplicità del sistema di connessione del cavo in fibra ottica al flash Pop-up di Nikon 1 AW1. Grazie allo speciale supporto SR-N10A il cavo in fibra ottica viene fissato nella parte frontale del flash così da garantire il trasporto della luce tramite la fibra ottica. A fianco i comandi a ghiera di SB-N10 con i quali è possibile gestire la modalità di utilizzo del flash, la potenza del lampo e, centralmente, la spia rossa di pronto lampo. Grazie al flash esterno abbiamo molta più facilità di gestione della luce artificiale. A tredici metri di profondità fotografiamo una splendida colonia di Margherite di mare illuminando correttamente il soggetto principale e le zone circostanti in “modalità TTL”.

Utilizzarlo con AW1 è molto intuitivo. Dopo aver verificato o aggiornato il firmware di Nikon AW1 (versione minima 1.11), basterà collegare l’adattatore per il cavo in fibra ottica alla fotocamera tramite il connettore per il treppiede e fissare la staffa di brandeggio al connettore posto sempre nella parte inferiore dell’attrezzatura. In pochi secondi sarà possibile fissare il flash con l’apposito perno a vite e collegarlo al cavo in fibra ottica dopo averlo fatto passare all’interno dell’impugnatura della staffa di brandeggio. Infine occorrerà, naturalmente, ricordarsi di sollevare il flash Pop-Up di Nikon 1 AW1 rendendo così possibile il passaggio della luce del flash tramite il cavo in fibra ottica. A livello impostazioni fotocamera sarà necessario attivare la modalità controllo flash preferita (TTL o manuale), attivare l’opzione “Attiva” del menu “Flash subacqueo”, nel caso si voglia lavorare in modalità TTL, e ricordarsi di disabilitare la funzione “riduzione occhi rossi” attivando infine l’opzione Fill-Flash (il flash funziona ad ogni scatto).

Nikon 1 AW 1
Ripresa SUB
Controllo Flash
Attivazione Flash Subacqueo
Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine
La modalità “Controllo flash” permette di pilotare in TTL il flash esterno per gestire in automatico la potenza del lampo flash. Selezionando il menu “Flash subacqueo” si attiva la funzione di sincronizzazione col flash esterno SB-N10. Il menù illustrato in queste grafiche è presente solo su Nikon 1 AW1 con versioni firmware 1.11 o successive, disponibili per aggiornamenti nelle dedicate pagine del Centro Download Nikon. Attivando la funzione “Flash subacqueo” si rendere possibile la connettività remota verso il flash Nikon SB-N10 tramite cavo in fibra ottica.

Metodi di pagamento: