La Nikon 1 V3, fotocamera compatta con obiettivi intercambiabili, offre prestazioni fotografiche senza precedenti, e velocità di ripresa fin'ora irraggiungibili persino dalle fotocamere reflex digitali professionali. Il nuovo design unitamente ad una più attenta ergonomia, fanno di questo prodotto lo strumento ideale per qualsiasi occasione, oltre che poterla tenere in tasca (con l'ottica di serie) grazie alle contenute dimensioni, con la certezza di avere tra le mani uno strumento in grado di catturare qualsiasi momento irripetibile, indipendentemente dalle condizioni di luce, con una qualità d'immagine che in stampa non teme confronti con quelle realizzate da strumenti professionali.

 

Introduzione Principali innovazioni di Nikon 1 V3
Motion Snapshot: "foto animata”, mix tra video e fotografia Best Moment Capture: cogliere l'attimo in Smart Photo Selector o Slow View
Effetti Creativi: linguaggio e carattere d'immagine senza usare il
computer
Acquisizione automatica: verifica live, D-Lighting, sfuocato, movimento e luminosità
Conclusioni, link correlati Photogallery

Introduzione

L'offerta Nikon aggiunge nuovi modelli con impressionanti prestazioni video come visto nell'eXperience Nikon 1 V3: riprese video anche a elevati frame rate, ma non possiamo tralasciare le elevate prestazioni fotografiche che ci permettono di esprimere il potenziale qualitativo e creativo anche attraverso nuove funzionalità. Nikon 1 V3 è una fotocamera compatta con obiettivi intercambiabili che offre prestazioni fotografiche senza precedenti, assieme a velocità di ripresa finora irraggiungibili persino dalle fotocamere reflex digitali professionali.
Il nuovo design unitamente ad una più attenta ergonomia, fanno di questo prodotto lo strumento ideale per qualsiasi occasione, oltre che poterla tenere in tasca (con l'ottica di serie) grazie alle contenute dimensioni, con la certezza di avere tra le mani uno strumento in grado di catturare qualsiasi momento irripetibile, indipendentemente dalle condizioni di luce, con una qualità d'immagine che in stampa non teme confronti con quelle realizzate da strumenti professionali.

Per questa prova ho scelto il Parco Nazionale del Gran Paradiso in Val Soana (Piemonte), territorio rimasto come me lo ricordavo da bambino, quando non si facevano vacanze ma solo gite di giornata, con le sue baite e borgate caratteristiche e di straordinaria bellezza. Una valle che ha subito in gran parte l'emigrazione della sua originaria popolazione alla ricerca di un lavoro (per lo più in Francia), che oggi ritorna per fare qualche giorno di vacanza, nelle baite dei loro parenti o avi. Una location ideale per la prova in campo fotografico della Nikon 1 V3 portata agevolmente al collo tra sentieri e cammini tortuosi, permettendo scioltezza nei movimenti e quella prontezza d'uso per cogliere l'attimo in qualsiasi occasione. Sulla via del ritorno mi sono fermato al lago di Candia (To) per provare la nuova funzione Snapshot su dei soggetti che ben si prestano a rendere l'idea di questo nuovo modo di fare fotografia multimediale. Una giornata che mi ha permesso di scoprire quanti modi di ripresa sono possibili con questa Nikon 1 V3, e soprattutto le sue prestazioni straordinarie, che cercherò di raccontarvi in queste pagine. Le condizioni meteo non hanno permesso di spingermi sino in alta quota per fotografare camosci e stambecchi, ma potrebbe essere l'occasione per ritornarci, magari accompagnato dal super tele 1 Nikkor VR 70–300mm.

Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine

Principali innovazioni di Nikon 1 V3

La Nikon 1 V3 si presenta con una veste ergonomica tra le più compatte della categoria, studiata per favorire la praticità dell'impugnatura e l'intuitività dell'utilizzo.

Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine
Il display orientabile consente la ripresa fotografica da punti di vista insoliti permettendo di trovare inquadrature uniche che potrebbero essere difficili da realizzare con il normale schermo LCD di una fotocamera. Inoltre, il sottile schermo LCD da 7,5 cm e 1.037.000 punti, basculante e touchscreen, consente di mettere a fuoco selezionando con il dito la posizione, scattare e modificare le impostazioni principali della fotocamera, oppure visualizzare in anteprima le funzioni creative con un semplice tocco.

L'elegante corpo macchina dispone di pochi pulsanti, messi al posto giusto, e di un monitor orientabile LCD touchscreen e basculante di dimensioni pari a 7,5cm di diagonale (3 pollici) con circa 1.037.000 punti, che vanta un efficace trattamento antiriflesso e un'ottima corrispondenza cromatica. Lo schermo consente di riprendere da qualsiasi posizione e offre la massima libertà e flessibilità di movimento; ha un ampio angolo di visione e assicura una visualizzazione chiara e definita. Lo schermo si apre frontalmente e può essere ruotato in varie posizioni; la particolare costruzione e posizione dello schermo permette di poterlo ruotare liberamente anche quando la fotocamera è montata su un cavalletto, garantendo riprese comode senza doversi chinare in posizioni impossibili, come nel caso di riprese ad altezza suolo. Il display orientabile permette di riprendere da punti di vista insoliti che consentiranno di trovare inquadrature uniche, difficili da realizzare con il normale schermo LCD di una fotocamera o attraverso un mirino.

Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine
Il monitor basculante della Nikon 1 V3 può essere inclinato, ruotato per rendere più agevole la visione e l'utilizzo della fotocamera in modalità foto o video. Inoltre, il monitor basculante consente riprese video con angolazioni basse, rendendo più comoda la visione e la ripresa della scena inquadrata.


Il sottile schermo LCD da 7,5 cm e 1.037.000 punti, basculante e touchscreen, consente di mettere a fuoco, scattare e modificare le impostazioni principali della fotocamera, oppure di visualizzare in anteprima le funzioni creative con un semplice tocco. È anche possibile disattivare il touchscreen o impostare la fotocamera per il doppio funzionamento touchscreen-pulsanti.

Il suo modo di utilizzo è facile ed immediato per coloro che sono già abituati ad utilizzare uno smartphone o un tablet, dove basta un “tocco” o una “sfogliata” per far scorrere le immagini o accedere ai menù, ingrandire un'immagine allargandola con due dita in diagonale per poi ridurla con il movimento inverso.

Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine
Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine

La più grande sorpresa di questo monitor touch è la possibilità di utilizzarlo come pulsante di scatto! Immaginate qualsiasi scena inquadrata dove, toccando nel punto desiderato dell'inquadratura la macchina sia in grado di mettere a fuoco in quel punto preciso e di scattare la foto. Tutto questo all'istante del tocco. Niente di più straordinario!
Immaginate una scena di un'ape su un fiore, dove diventerebbe difficile cogliere in fretta la messa a fuoco sul soggetto, mentre con questo sistema tutto è possibile e con estrema facilità con le ottiche dedicate.

Lo stesso beneficio sulle fotografie generiche che, grazie a questo, consentono di non ricomporre l'inquadratura toccando semplicemente il monitor nel punto in cui si desidera avere il soggetto (o parte di esso) a fuoco.

Il monitor orientabile inoltre, permette riprese agevolate quando le inquadrature non consentono di mantenere la macchina in prossimità degli occhi. Con l'aiuto della tracolla in dotazione mantenuta in tensione si possono ottenere scatti senza micromosso, o mosso, anche con tempi molto lunghi di esposizione.

Per facilitare ancor di più l'inquadratura, premendo il pulsante display si potrà attivare il controllo della macchina in “bolla” che oltre segnalare la posizione perfettamente orizzontale indica anche l'inclinazione verso il basso o l'alto. Con lo stesso pulsante display posto sul retro della fotocamera (nel monitor inclinabile) potremo attivare le informazioni della ripresa in forma semplice o estesa, così come l'indicazione delle alte luci o l'istogramma nel visualizzare le immagini acquisite.

Un'altra importante nota è l'impiego del processore EXPEED 4A, un processore ideato per assicurare livelli di rapidità e prestazioni senza precedenti: è dotato di due potenti motori in grado di elaborare le immagini a velocità incredibile, capace di gestire le prestazioni senza sacrificarne la qualità, e di offrire un'avanzata elaborazione della riduzione del rumore unitamente al mantenimento di immagini nitide e finemente dettagliate.

Tutto questo grazie al nuovo sensore CMOS in formato CX con risoluzione sino a 18 megapixel, in grado di lavorare egregiamente da 160 a 6.400 ISO (con espandibilità sino a 12.800 ISO), range che consente di fotografare in qualsiasi condizione di luce.
Grazie alla salda presa però non si rende quasi mai necessario fotografare ad altissimi ISO in quanto pur con tempi prossimi ad 1/15 sec. si riescono ad ottenere immagini perfettamente ferme e nitide.

Diverso il discorso quando le condizioni di luce del soggetto, o della scena, richiedono maggiori sensibilità al sensore, come ad esempio quando si devono mantenere dei tempi d'esposizione molto bassi per fotografare un evento sportivo i cui soggetti sono molto veloci (formula 1, calcio, discesa libera, ecc.) o per “congelare” al massimo il movimento del soggetto stesso.

In condizioni di luce ottimale, anche ad altissime sensibilità ISO le immagini appaiono molto nitide e ricche di dettaglio, grazie al nuovo sistema di elaborazione delle immagini EXPEED 4A che ha permesso un controllo del rumore digitale ai minimi termini. In condizioni di luce ottimale si nota il progresso ottenuto, dove anche alle altissime sensibilità il livello del rumore risulta quasi impercettibile.

Tra le innovazioni del prodotto non possiamo trascurare la possibilità di condividere le immagini direttamente su smartphone e tablet, e tramite questi (per i dispositivi più moderni) effettuare lo scatto a distanza - grazie alla connessione wi-fi integrata.

Nella parte frontale della macchina è stata aggiunta una ghiera per regolare i diaframmi utilizzando la modalità di scatto M (manuale) o in modalità A (priorità di diaframma), che rende ancor più comodo e veloce tali regolazioni.

Dal punto di vista della ripresa, oltre le classiche impostazioni P S A M per i fotografi esperti, troviamo nuove ed entusiasmanti modalità di ripresa utilizzabili da chiunque, capaci di mixare sapientemente l'incredibile velocità di elaborazione e l'elevata qualità delle immagini, dal Motion Snapshot (fotografia dinamica) al Best Moment Capture (per cogliere l'attimo migliore), agli Effetti Creativi quali:

 

Paesaggio notturno + Ritratto notturno: le due funzioni di 'Paesaggio' e 'Ritratto notturno' consentono di acquisire immagini nitide in condizione di scarsa luminosità, grazie alla combinazione di più scatti catturati con tempi di posa veloci.
Controluce HDR: combina due scatti consecutivi in un'unica foto enfatizzando i dettagli di una scena a contrasto elevato.
Panorama semplificato: consente di spostare la fotocamera in verticale ed orizzontale per creare immagini panoramiche a grande raggio (180 o 360 gradi).
Flou: permette di acquisire foto dall'aria romantica diffondendo la luce intorno al soggetto.
Effetto miniatura: con questo effetto, i soggetti distanti sembrano essere modellini in scala.
Selezione colore: consente di creare artistiche foto monocromatiche con sprazzi di colore.
Tavolozza creativa per applicare dei filtri di diversa resa colorimetrica.
Selezione colore per fare in modo di mantenere il solo colore scelto sulla scena inquadrata sul resto del fotogramma monocromatico.
Toy Camera invece permette una foto molto artistica, restituendo un'immagine con un gradevole sfocato ed un alone perimetrale più scuro per esaltare il soggetto centrale.


Non che sia una novità per questa Nikon 1 V3 ma è bene ricordarlo, questa macchina si pregia dell'innovativo sistema AF ibrido, che include 171 punti AF, 105 dei quali a contrasto di fase ed in grado di “bloccare” l'azione in tempi rapidissimi. La sua velocità di scatto in sequenza di immagini in formato RAW, poi, è addirittura più rapida di quella di una reflex digitale e ciò consente alla Nikon 1 V3 di effettuare straordinarie riprese in frazioni di secondo anche in formato RAW dove può raggiungere fino a 20fps con AF continuo o fino a 60fps con messa a fuoco fissa sul primo fotogramma. In pratica il doppio sistema di messa a fuoco delle immagini lavora a rilevamento di fase quando l'inquadratura (soggetto) è luminoso o in movimento, mentre a rilevamento di contrasto su soggetti statici, questo si per riprese fotografiche che videoriprese.

A mio giudizio è l’ottica ideale per viaggiare leggeri e soprattutto compatti, oltre che essere sempre pronti a scattare in qualsiasi momento (appena accesa la macchina, l’ottica è pronta allo scatto, senza il problema, o la dimenticanza, di aver tolto il tappo, o di farlo cadere).
Ideale a qualsiasi tipo ripresa nella fotografia di viaggio, dai soggetti distanti ai primi piani ravvicinati, e soprattutto in grado di restituire il massimo dettaglio possibile al sensore, oltre che pregiarsi di una velocità di messa a fuoco forse persino superiore ad una DSLR professionale.
Il livello di nitidezza e contrasto restituito sulle immagini è ad altissimi livelli.

Per tutte le novità in tema di ripresa filmata si rimanda all'eXperience “Nikon 1 V3: riprese video anche a elevati frame rate” ma anche al “Nikon 1 per riprese video 30/60/400 e 1.200fps: broadcast e analisi del movimento in campo sportivo

L'ultima novità, ma non ultima per importanza, è l'ottica abbinata di serie nella confezione standard di Nikon 1 V3, il nuovo obiettivo 1 Nikkor VR 10–30mm f/3.5–5.6 PD-ZOOM che offre una copertura dal grandangolo al teleobiettivo (equivalente nel formato 35mm a 27-81mm).

Ultracompatto si estende quando la fotocamera viene accesa e si ritrae quando viene spenta. Tale caratteristica però ha sacrificato la possibilità di mantenere una filettatura nella parte frontale per l'utilizzo dei filtri, ma va anche detto che, grazie alla sua conformazione frontale piatta ed all'ottima impugnatura della macchina è sempre possibile sorreggere manualmente i filtri (con la mano sinistra) tenendoli accostati alla parte frontale dell'obiettivo senza andare a toccare la lente esterna dello stesso che si trova in posizione leggermente incassata rispetto a quel piano.
 

Ingrandisci l'immagine
Nonostante l’ottica di serie possa permettere scatti di questo tipo, viste le ottime prestazioni del sensore sarebbe da auspicarsi la messa in commercio di un’ottica macro dedicata, in modo da poter usufruire tutte le potenzialità operative della macchina che con il suo piccolo flash incorporato agevola notevolmente le riprese su soggetti ravvicinati la cui illuminazione non garantirebbe tempi d’esposizione relativamente brevi ad evitare l’effetto mosso o micromosso.

 

Alla massima focale, la minima distanza di messa a fuoco è di circa 10cm, il che permette ottime fotografie a distanza ravvicinata su soggetti anche molto piccoli.
Molto buono l'effetto sfocato sullo sfondo con soggetti in primo piano, come nell'esempio a destra dove si intravede appena la rete metallica posta a poca distanza dietro il fiore.

Altra novità di quest'ottica è che è dotata di uno zoom elettrico che consente di effettuare ingrandimenti rapidi e fluidi risultando particolarmente utile per le riprese di filmati ma anche quando è necessaria una veloce escursione nel passaggio di focale mentre ad esempio si sta seguendo un'azione sportiva. La funzione di riduzione vibrazioni assegnata in macchina, inoltre, agisce otticamente sullo stesso per l'ottenimento immagini sempre nitide soprattutto con tempi d'esposizione lunghi a mano libera.
Ottima la ghiera anteriore per la messa a fuoco manuale, anch'essa fluida nel movimento e dotata di ottima escursione per focheggiature millimetriche.

Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine

 

Ingrandisci l'immagine
Ingrandisci l'immagine
L'ottica in dotazione restituisce un dettaglio eccezionale a qualsiasi focale impiegata, unitamente ad un ottimo contrasto ed una buona correzione della distorsione.

 

Ingrandisci l'immagine
Ingrandisci l'immagine
In Val Soana sono davvero molte le borgate in cui “perdersi” a fotografare baite e cascinali di cui sono composte. Si legge la loro storia solo a guardarle, si percepisce la dura vita di chi le abitava con le sole risorse che poteva offrire il territorio e l’ambiente circostante.
Baite ormai disabitate in periodi diversi da quelli vacanzieri, così come molte altre attività commerciali e ricettive non più esercitabili per quel turismo che ha scelto altre mete, forse più di moda, anziché godersi una vacanza d’altri tempi tra natura incontaminata e panorami mozzafiato.
Molto interessante la storia di questa vallata, ben descritta nel sito ufficiale della Val Soana.

 

Mediante l'adattatore Nikon FT-1 è possibile utilizzare gli obiettivi NIKKOR F su fotocamere Nikon 1. FT-1 è compatibile con tutta la gamma Nikon 1 ed offre possibilità illimitate di ripresa. Tutti gli obiettivi AF-S e AF-I NIKKOR sono compatibili con il sistema autofocus della Nikon 1. Tuttavia la velocità di focheggiatura delle ottiche impiegate con l’anello adattatore FT-1 non raggiunge le prestazioni di velocità delle ottiche dedicate al sistema Nikon 1, anche per il vincolo della sola area centrale di focheggiatura, anziché su tutto il campo inquadrato.

Tra i tanti aspetti positivi del sistema Nikon 1, poter utilizzare le ottiche Nikkor del sistema reflex rappresenta il vantaggio di usufruire del fattore di moltiplicazione della focale per via del sensore di dimensioni inferiori al FX 24x36.
Con un “crop” di ben 2,7x utilizzando un'ottica tele per DSLR di focale 300mm montato sull'adattatore FT-1 si utilizza un angolo di campo equivalente ad una focale super-tele di 810mm.

 

 

 

 

Ingrandisci l'immagine
Il sensore cattura una porzione rettangolare dell'immagine circolare proiettata sul piano focale dall'obiettivo. Nella rappresentazione grafica è mostrata la proiezione circolare dell'immagine di un obiettivo pieno formato FX. Il riquadro più esterno rappresenta la porzione ripresa dal sensore formato FX 24x36; il riquadro intermedio incornicia la scena ripresa nel cerchio di immagine obiettivo FX per 24x36, da un sensore DX “fattore di crop 1,5x” e, infine, il riquadro più interno che rappresenta il formato CX “crop 2,7x”. Quanto sopra non significa che un sensore “più piccolo” FX inquadra “in assoluto” una porzione di scena minore ma che, rispetto ad un formato sensore maggiore, richiederà una focale più corta oppure richiederà una ripresa da distanza maggiore per eguagliare l'angolo di campo offerto da un sistema reflex DX oppure FX. Ecco perché sulle focali obiettivi di sistemi più compatti del 24x36 si indica l'equivalenza rapportata alla focale obiettivo/dimensione formato di ripresa e, nel caso ad esempio dell' 1 Nikkor VR 10–30mm f/3.5–5.6 PD-Zoom, si dirà equivalente all'angolo di campo di un 27-80mm mentre per l' 1 Nikkor VR 10-100 mm f/4.0-5.6 si dirà equivalente all'angolo di campo di un 27-270mm. Questi aspetti ottici, influiscono sui temi di stacco dei piani e di profondità di campo PdC come visto nell'eXperience “Angoli di campo nella ripresa video”.

 

DIMENSIONI SENSORE CX - DX - FX
- lati espressi in millimetri -
FATTORE DI MOLTIPLICAZIONE FOCALE
- equivalenza angolo di campo -
Lunghezza Focale (mm)
FX
DX
CX
1x
1,5x
2,7x
 
 
 
12mm
18mm
32,4mm
14mm
21mm
37,8mm
20mm
30mm
54mm
24mm
36mm
64,8mm
28mm
42mm
75,6mm
35mm
52,5mm
94,5mm
50mm
75mm
135mm
85mm
127,5mm
229,5mm
105mm
157,5mm
283,5mm
135mm
202,5mm
364,5mm
180mm
270mm
486mm
200mm
300mm
540mm
300mm
450mm
810mm
400mm
600mm
1.080mm
500mm
750mm
1.350mm
600mm
900mm
1.620mm

 

Il sistema Nikon 1 è stato progettato specificatamente per consentire ai fotografi di catturare alla perfezione ogni momento, combinando immagini e riprese di azioni in movimento. Grazie all'elevata tecnologia introdotta nella Nikon 1 V3 nessun momento andrà mai più perso. Inoltre, attraverso
l'adattatore Nikon FT-1 è possibile utilizzare gli obiettivi NIKKOR F su fotocamere Nikon 1. FT-1 è compatibile con tutta la gamma Nikon 1 ed offre possibilità illimitate di ripresa. Tutti gli obiettivi AF-S e AF-I NIKKOR sono compatibili con il sistema autofocus della Nikon 1.
 
Ingrandisci l'immagine
Gli angoli di campo offerti dalle diverse focali obiettivo variano in base al formato di ripresa. Sopra sono sintetizzati graficamente gli angoli di campo raggiungibili sulla diagonale del formato CX, indicati in gradi con valore espresso in arrotondamento decimale più prossimo. Risulta evidente quanto il sensore CX “potenzi” l'ingrandimento tele, offrendo prestazioni da super-tele a partire da focali “relativamente corte” come un 120mm. Al contrario, per raggiungere ampi angoli di campo coperti nel formato FX 24x36mm da un obiettivo 28mm, bisogna adottare un 10mm ed ecco il motivo di tali obiettivi a corredo. Nella logica focali e “ridotte dimensioni sensore”, si avvantaggia la profondità di campo tipica dell'abbinata, quindi, una maggiore facilità di seguire spostamenti di messa a fuoco nella più ampia zona nitida. Per una completa tabella di conversione sulle possibili combinazioni di equivalenza espresse per i formati FX, DX e CX anche nelle coordinate orizzontale e verticale, rimandiamo alla tabella “Angoli di ripresa espressi in gradi”.

Ingrandisci l'immagine
Va detto che l'impiego delle ottiche Nikkor per DSLR con l'adattatore Nikon FT-1 limita molto le prestazioni autofocus delle macchine Nikon 1 in quanto viene utilizzata solo l'area centrale per la messa a fuoco e molte funzioni, nonché modalità di ripresa, vengono disabilitate perché non compatibili.

Anche se la velocità di messa fuoco sulle ottiche per DSLR è inferiore rispetto alle ottiche dedicate al sistema Nikon 1, per chi già dispone di un corredo ottiche reflex Nikon vale comunque la pena possedere l'adattatore FT-1 fosse anche solo per utilizzare le ottiche macro.