Mostre

A cura di:

World Press Photo 2002
www.worldpressphoto.nl

Torna il World Press Photo, uno dei più importanti riconoscimenti nell'ambito del fotogiornalismo.
Il meglio della produzione internazionale viene esaminato ogni anno per il Premio, quindi organizzato nell'esposizione e nel catalogo.
Si tratta di un'occasione unica per vedere raccolte insieme le immagini più belle e rappresentative che per un anno intero hanno accompagnato, documentato e illustrato gli avvenimenti di attualità sui giornali di tutto il mondo.

La mostra delle foto premiate quest'anno verrà presentata in contemporanea a Milano alla Galleria Carla Sozzani, in collaborazione con Grazia Neri (inaugurazione il 14 maggio, aperta fino al 1° giugno), e a Roma presso il Museo di Roma in Trastevere, in collaborazione con Contrasto (inaugurazione il 13 maggio, aperta fino al 2 giugno).

Ogni anno una giuria indipendente, quest'anno formata da tredici esperti scelti tra i più accreditati in campo internazionale, è chiamata ad esprimersi sulle migliaia di fotografie inviate da ogni parte del mondo alla World Press Photo Foundation di Amsterdam da fotogiornalisti, agenzie, quotidiani e riviste.

La mostra raccoglie le immagini premiate nelle 18 sezioni tematiche e viene presentata ogni anno in un tour mondiale (oltre 70 le tappe previste nel 2003) all'unica condizione che tutte le foto selezionate vengano esposte senza alcuna limitazione o censura. A questo scopo un rappresentante della World Press Photo Foundation viene inviato in tutti i paesi che ospitano l'evento per assistere al montaggio della mostra e verificare che tutte le fotografie siano effettivamente esposte.

Non si tratta soltanto di immagini sensazionali. La mostra World Press Photo è anche un documento storico che permettere di rivivere gli eventi cruciali del nostro tempo. Il suo carattere internazionale, le migliaia di persone che ogni anno visitano la mostra, il grande interesse suscitato ogni anno dall'evento nel pubblico specialistico e non, sono la dimostrazione del potere che le immagini hanno di trascendere le differenze culturali e linguistiche per raggiungere livelli altissimi e immediati di comunicazione.

L'edizione del 2003 ha visto la partecipazione di 3.913 fotografi che, da 118 paesi hanno inviato per la selezione un totale di 53.597 immagini.
Con un notevole incremento rispetto agli anni passati, il 69% delle immagini sono state presentate in formato digitale (erano il 57% nel 2002 e il 27,5 % nel 2001).
Nella selezione finale sono stati premiati 55 fotografi provenienti da 21 paesi.

Foto dell'anno 2002 è stata proclamata un'immagine del fotografo di nazionalità armena residente a Los Angeles Eric Grigorian rappresentato da Polaris Images e in Italia da Grazia Neri. La foto, in bianco e nero, è stata scattata il 23 giugno 2002. Lo scatto raffigura un ragazzo accovacciato e aggrappato ai calzoni del padre rimasto ucciso nel terremoto che ha colpito la provincia del Qazvin, regione nord-ovest dell'Iran. Il ragazzo è attorniato da soldati e abitanti del villaggio che stanno scavando le fosse per le vittime del potente terremoto che ha fatto oltre 500 vittime in 12 villaggi della zona.
Due gli italiani premiati in questa edizione: Emmanuel Scorcelletti e Paola Porto, entrambi nella categoria The Arts singles.