Panoramiche one-shot da una barca: The Canal View…

A cura di: Chiara Masiero Sgrinzatto e Luca-Nicolò Vascon

L'immagine panoramica interattiva è un mezzo capace di dare all'osservatore un ruolo attivo all'interno della realtà fotografata, offrendogli un'esperienza coinvolgente e realistica. Quella che segue è la cronaca della realizzazione di un lavoro unico nel suo genere che, dopo più di un anno di gestazione, ha permesso di portare lo spettatore in una "passeggiata" tanto virtuale quanto realistica lungo la via principale di Venezia: il Canal Grande.

A cura di Chiara Masiero Sgrinzatto e Luca-Nicolò Vascon

» Premesse » Collezione dell'hardware
» Preparazione dell'hardware » L'elaborazione
» L'evento » Crediti, ringraziamenti e autori

 

Collezione dell'hardware

Ingrandisci l'immagine

Mettere insieme le risorse e le persone giuste, intorno ad una idea non è facile: ma quando l'idea è buona, l'entusiasmo è contagioso e le cose vanno quasi avanti da sole.

Ingrandisci l'immagine

 

- 3 Nikon D700
Questa fotocamera ha un sensore con ottima latitudine di posa ed una vasta gamma dinamica, che permettono di operare anche con condizioni di luce non ottimali. Per noi era fondamentale che le foto venissero scattate all'alba, quando la luce cambia repentinamente, e rischia di essere molto dura, con ombre nette, ma nel contempo risultassero di ottima qualità.

La risoluzione, di 12 MegaPixel è risultata ideale connubio gamma/dettaglio e più che sufficiente per poter permettere lo zoom-in con buon dettaglio nel panorama finale che sarà 6600x3300 pixel.

 

Ingrandisci l'immagine

 

 

- 3 Nikkor 10.5 con paraluce segato su sensore FX diventano dei circular fisheye con un angolo di campo di circa 200°. Questo permette di coprire l'intero panorama con tre scatti, ed avere anche una sovrapposizione sufficiente per correggere dei piccoli errori.

 

Ingrandisci l'immagine

- Nikon GP-1
Il Nikon GP-1 è un ottimo ricevitore GPS che collegato ad una delle fotocamere permette di tenere traccia percorso per la pubblicazione del progetto georeferenziato. Si fissa direttamente alla macchina prendendo da essa anche l'alimentazione ed aggiunge, ad ogni scatto, i geodati alle immagini anche raw durante lo scatto.


Agnos, ancora una volta è il nostro sponsor tecnico per testa panoramica e pole:

- testa agnos MrotatorR
È una testa panoramica che permette di realizzare panorami sferici con un unico scatto (oneshot). Il sistema è stato progettato partendo da un'idea e dai calcoli di Luca Nicolò Vascon, le fotocamere sono inclinate di 60° per utilizzare appieno la grandezza del sensore lungo la sua diagonale e coprire i 360° con 3 scatti, limitando il peso e gli errori.

Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine
L'assemblaggio della testa

- pole BigAgnos, un'asta modulare in alluminio, creata per scattare panorami in quota e supportare teste panoramiche e fotocamere pesanti, garantendo stabilità e leggerezza. L'altezza è regolabile sezione per sezione con incrementi di 1,5m.

Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine

Per questa applicazione l'altezza ottimale di 3m (2 sezioni) è stata scelta, rispetto ad un'ottimale di 4.5, già sperimentata nel 2008, sia per poter passare sotto ai ponti e scattare delle panoramiche inedite da dentro, sia per problemi fisici nel “brandire” l'attrezzatura.

È necessario tener conto che il peso complessivo (testa panoramica+fotocamere+ottiche), si aggira intorno ai 10kg, per rendere gestibile una cosa del genere su un palo di 3 metri, abbiamo deciso di fissare sulla sezione inferiore del BigAgnos Modular-MonoPole un contrappeso preso dalle luci della sala di posa.

 
precedente