I dispositivi wireless Nikon, telecomando WR-T10, ricevitore WR-R10, adattatore WR-A10 e Advanced Multifunctional Remote Controller WR-1 per comandare, a distanza e senza fili, lo scatto fotografico simultaneo o sincronizzato di più fotocamere ma anche per attivare il REC video.

 

Il sistema Nikon WR-T10/WR-R10 e adattatore WR-A10 Selezione del canale e accoppiamento tra WR-T10 e WR-R10
Controllo di più fotocamere in scatto simultaneo e/o sincronizzato Controllo di più fotocamere in canali multipli
Utilizzo del pulsante Fn sul telecomando WR-T10 Attivazione Live View e REC Video su DSLR
Uso combinato di GPS Nikon GP-1 e ricevitore WR-R10 Distanze operative in interni ed esterni
Uso in street photography e capanno Perché serve un telecomando
Multifunctional Remote Controller WR-1 Un po' di storia, conclusioni

Utilizzo del pulsante Fn sul Telecomando WR-T10

Ingrandisci l'immagine
Nikon D7100 con il modulo Nikon WR-R10 inserito nella presa MC-DC2/GPS e a lato il telecomando WR-T10 dotato di pulsante Fn.

Funzioni supportate dal Telecomando Nikon WR-T10

- Live View*1
- Video*1
- Scatto Continuo
- Pulsante di Scatto (disponibile prescatto a metà corsa per attivazione AE/AF ecc)
- Attivazione funzione assegnata sul corpo al pulsante programmabile Fn*2
- 3 distinti canali operativi
- Pulsante di accoppiamento

1. A febbraio 2013 disponibile per D4, serie D800, D600, D7100, D5200 e D3200.
2. A febbraio 2013 disponibile per D4, serie D800, D7100 e D5200.

Il supporto alle funzioni in questo caso dichiarato tra telecomando WR-T10 e ricetrasmettitore WR-R10 è strettamente legato alla reflex in uso, alla sua versione firmware e al periodo temporale in esame. Per dettagli aggiornati consultate le risorse web del Sito Nikon di Supporto Europeo.


Le innovazioni che Nikon ha introdotto con il sistema di scatto a distanza WR sono diverse, e tutte decisamente utili; tra le innovazioni introdotte c’è indubbiamente anche la possibilità di comandare a distanza la funzione Fn impostata sulla fotocamera che dovrà scattare in remoto; sul trasmettitore WR-T10 è infatti presente un pulsante Fn “identico” a quello delle reflex Nikon. Utilizzando reflex Nikon come la D4, serie D800, D7100 o D5200 (a febbraio 2013) dopo aver attribuito On-Camera la funzione desiderata al pulsante Fn, sarà sufficiente premere il pulsante Fn sul telecomando WR-T10 perché la funzione venga abilitata o disabilitata sulle reflex connesse.

Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine
Sopra le opzioni offerte in personalizzazione pulsante Fn viste su Nikon D7100. Dal menù personalizzazioni quindi “f” controlli, è possibile scegliere in “f2” quale funzione assegnare al pulsante programmabile Fn della fotocamera. La stessa funzione assegnata al comando Fn sarà attivabile anche dal telecomando WR-T10.
Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine
Sopra sono mostrate le tre pagine di opzioni associabili al pulsante “Fn” della Nikon D7100 in singola pressione. La funzione associata al pulsante Fn sarà richiamabile attraverso il pulsante Fn del telecomando WR-T10.

Attivazione Live View e REC Video su DSLR

Ingrandisci l'immagineLe più recenti Reflex Nikon DSLR hanno la possibilità di assegnare al pulsante di scatto o la funzione di scatto fotografico, in modalità Live View, o la funzione di registrazione filmati come avevamo già visto nell’eXperience Nikon D5200 con monitor orientabile anche in campo video. In effetti fino a questo momento abbiamo parlato solo dei vantaggi offerti dalla possibilità di comandare a distanza la fotocamera in modalità fotografica, ma è evidente che anche la possibilità di remotare a distanza la registrazione dei filmati e nuovamente la possibilità di attivare piuttosto che terminare la registrazione di un videoclip senza premere il pulsante di scatto è altrettanto necessaria; certo, se la partenza o la fine di un video clip risultano mosse dalla pressione sul pulsante di scatto non è certo un problema in sede di post produzione, tagliando appunto la testa e/o la coda di un video clip; ma poter ottenere già in fase di registrazione un video clip senza sussulti all’inizio e/o alla fine della ripresa è tutto lavoro in meno da fare dopo – a meno che il videoclip non debba comunque esser tagliato per necessità di montaggio - .

Al contempo, la possibilità offerta dal sistema WR di poter anche iniziare e terminare la registrazione di un videoclip a distanza è un fattore a sua volta estremamente vantaggioso. Se poi pensiamo che è anche possibile differenziare le fotocamere assegnando a ciascuna di loro un differente canale, immaginiamo i vantaggi per un professionista: nella fotografia di matrimonio, solo per fare un esempio, basterà aver posizionato le fotocamere nei punti strategici della location in cui avverrà la cerimonia, per poi far iniziare e terminare le registrazioni – semplicemente cambiando il canale sul telecomando WR-T10 senza doversi spostare e velocemente tra un punto e l’altro della location a seconda del momento della cerimonia. A seconda del tipo di fotocamera utilizzata e di come è stato impostata la funzione del pulsante di scatto, sarà anche possibile utilizzare una fotocamera per scattare immagini e l’altra o le altre per registrare i video.
 

Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine
Qui a titolo esemplificativo su una Nikon D600 si entra nel menù Controlli filmato e si seleziona "g4: Funzione pulsante di scatto".
Si può decidere se selezionare a questo punto la modalità “Scatta foto“.
E in questo caso, premendo il pulsante sul telecomando WR-T10 si scatta un’immagine, anche in modalità Live View.
Se invece si seleziona la modalità "Registra filmati"…
… premendo il pulsante di scatto sul telecomando WR-T10 si attiverà la registrazione del filmato; premendo una seconda volta la registrazione si interromperà.

 

Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine Ingrandisci l'immagine
Vediamo la stessa procedura attraverso il menù di una Nikon D5200; si entra nel Menù "Terminale accessori".
Si seleziona "Scatto a distanza".
Si decide se attivare la funzione “Scatta foto” sempre remotando la funzione con il WR-T10.
Oppure si decide di attivare la funzione “Registra filmati“ sempre remotabile attraverso il telecomando WR-T10.

Ingrandisci l'immagine
Attenzione!

La funzione di remotaggio della “registrazione filmati“ è attivabile esclusivamente con le unità di comando radio WR-T10 e WR-R10: la funzione non è attivabile a distanza utilizzando lo scatto a distanza ML-L3 ad infrarossi.

 

Uso combinato di GPS Nikon GP-1 e ricevitore WR-R10

Ingrandisci l'immagine
L’unità GPS Nikon GP-1 condivide la stessa porta d’ingresso dell’unità MC-DC2 quindi anche WR-R10; non è quindi possibile usare contemporaneamente l’unità GP-1 in accoppiata con l’unità WR-R10 né sulle reflex Nikon dotate di porta d’ingresso GPS /telecomando a filo, né con le reflex Nikon dotate di terminale d’ingresso a 10 poli – quindi compatibili con l’adattatore Nikon WR-A10; in questi casi per remotare la fotocamera o si utilizza lo scatto a distanza wireless ML-L3 o si utilizza lo scatto a filo MC-DC2 che si innesta nella apposita porta alloggiata sull’unità GP-1.

Su tutte le reflex digitali Nikon compatibili, l’unità GPS GP-1 condivide con l’unità WR-R10 e con i telecomandi Nikon a filo come l’unita MC-DC2 la porta di innesto. La cosa non era sfuggita agli ingegneri giapponesi durante la progettazione del GP-1: l’unità infatti dispone di una porta d’innesto per telecomandi a filo: con le reflex compatibili, usando l’unità GP-1 è sufficiente innestare il telecomando a filo nella porta d’innesto replicata sul lato del GP-1 per poter georeferenziare le immagini e al contempo comandare lo scatto a distanza, anche se solo il modalità wired. Ad oggi però non è possibile utilizzare l’unità GP-1 insieme alle unità di comando wireless via radio WR-R10: anche innestandolo nella porta replicata il dispositivo non funziona. L’alternativa, per usare l’unità GP-1 e una unità di comando a distanza wireless è quella di impiegare differenti unità, come l’unità Wi-Fi Nikon WU-1a con fotocamere come la Nikon D3200, Nikon D5200 o Nikon D7100 e l’unità WU-1b con fotocamere come la Nikon D600.
Le unità WU sono in grado comandare a distanza la fotocamera attraverso smartphone sia con piattaforma Android che iOS dopo che sullo smartphone è stata istallata l’apposita app.
Al contempo, con fotocamera come la Nikon D600, quando l’unità GP-1 non è collegata si può arrivare a una notevole ridondanza di comandi a distanza: è infatti possibile innestare contemporaneamente tanto una unità WR-R10 con una unità WU-1b.

Ingrandisci l'immagineIngrandisci l'immagine



Compatibilità tra unità GPS Nikon GP-1 e dispositivi di comando a distanza, sia a filo che wireless:

GP-1 + MC-DC2: OK

GP-1 + ML-L3: OK

GP-1 + WU-1b: OK

GP-1 + WR-R10: NO

Distanze operative in interni ed esterni

A differenza di altri di comandi a distanza wirelwss come l’unità ML-L3 che funziona con tecnologia a infrarossi, le unità WR-T10 e WR-R10 funzionano con tecnologia basata sulle frequenze radio. Questo significa che mentre l’unità ML-L3 ha un campo utile piuttosto limitato e sulle medie distanze necessita di un campo privo di ostacoli, le unità WR-T10 e WR-R10 hanno una portata notevolmente superiore e, entro certi limiti, possono lavorare anche in un raggio d’azione con ostacoli, quindi senza che l’unità di trasmissione e di ricezione si “vedano“. Il comando a distanza ML-L3 a infrarossi ha un raggio d’azione di poco superiore ai cinque metri, e oltre a questo il telecomando deve essere puntato verso la fotocamera: la maggior parte delle reflex Nikon dispone infatti di due ricevitore infrarossi, uno posizionato sulla parte frontale della fotocamera e il secondo sulla parte posteriore; con i telecomandi a infrarossi quindi, analogamente ai telecomandi dei televisori, il limite non è solo la distanza operativa ma anche il fatto che il telecomando deve vedere la fotocamera, indifferentemente la parte posteriore o la parte anteriore. Con il sistema WR-T10 / WR-R10 che si basa sulla tecnologia delle frequenze radio – analogamente come i comandi che si basano sulla banda Wi-Fi – questo problema non si pone, e la distanza operativa è decisamente superiore. Non è da trascurare anche il vantaggio dato dal fatto che il trasmettitore non deve necessariamente puntare nella direzione della fotocamera da remotare.


Ingrandisci l'immagineGli scatti a distanza wireless come il telecomando a infrarossi ML-L3 hanno una portata piuttosto ridotta (intorno ai 5 metri) e necessitano della piena visibilità della parte anteriore o posteriore della fotocamera da remotare; le nuove unità di comando a distanza WR-T10 e WR-R10 oltre ad avere una portata che da 20 metri può essere estesa fino a 50 metri, non necessitano della visibilità diretta della o delle fotocamere da remotare, in quanto la loro tecnologia si basa su una frequenza radio e non più infrarossa.