Illuminazione Creativa Nikon CLS con Nikon SB-800 e Bank Lastolite EzyBox

A cura di: Gerardo Bonomo

a cura di Gerardo Bonomo

Introduzione Breve ripasso multi-flash
Il Nikon Creative Lighting System "CLS"
Advanced Wireless Lighting Qualche formula e un paio di regolette
Conclusioni Dario Broch Ciaros e le unità Nikon
SB-800/EzyBox

 

Nikon SB-800 & Lastolite EzyBox

Ingrandisci
L'EzyBox di Lastolite una volta chiuso prende una forma appiattita dal diametro di 40cm, leggera e facile da trasportare

Tornando rapidamente al concetto di flash a slitta, abbiamo detto all'inizio che per molti motivi è da considerare più un'illuminazione d'emergenza che desiderata: anche spostato dal corpo macchina il flash a slitta "spara" comunque in ogni direzione, e in più un tipo di luce molto dura, poco naturale, evidentemente proveniente appunto da un flash.

Ed è a questo punto che introduciamo un accessorio – mai termine fu usato in modo così impropriamente riduttivo – della Lastolite, il Bank EzyBox Hotshoe, espressamente progettato per essere utilizzato con i flash a slitta.

L'EzyBox Hotshoe in due parole è un Bank quadrato, con area utile di 38cm per lato, ripiegabile.
Si tratta innanzitutto di un prodotto leggero, poco ingombrante, e quindi facile da avere con sé. Si mette in posizione in un istante, grazie ad un sistema di molle in acciaio armonico, le stesse che Lastolite introdusse anni fa per i suoi pannelli diffusori.

Ingrandisci
Chiuso ripiegato come le ali di una farfalla appena uscita dal suo bozzolo

Ingrandisci
Ingrandisci
Il bank viene dispiegato…
…e automaticamente prende la forma tridimensionale
   
Ingrandisci
Ingrandisci
si termina di formare il Bank tirandolo
sui lati
si prepara l'anello in metallo incluso nella confezione
   
Ingrandisci
Ingrandisci
che dopo essere stato collegato alla
staffa portaflash si inserisce sul retro
del bank

una volta in posizione l'anello aumenta la tensione dei profili del Bank impedendogli di richiudersi

Il Bank ha la superficie interna argentata trattata in modo da non assorbire neppure la minima parte della luce irraggiata dal flash. Sulla parte frontale si può - e quasi sempre si deve - fissare un pannello pieghevole traslucido, a mezzo velcro: senza il pannello il Bank avrà solo la funzione di convogliare la luce del flash in un determinato punto: non si tratta certamente di uno Snooth, ma indubbiamente l'angolo di campo del flash viene ridotto, e quindi la luce può essere meglio controllata, usata quindi come un vero e proprio pennello per illuminare dove richiesto e non dappertutto; con il pannello montato si perderà naturalmente una parte della potenza nativa del lampo ma si avrà al contempo un illuminazione diffusa e pastosa, tipica dei Bank da studio.

Il cono posteriore è aperto per permettere di introdurre la parabola di un flash a slitta che viene fissato a un hotshoe a sua volta assicurato all'anello di metallo che posizionato posteriormente mantiene il Bank in tensione tridimensionale. Il Bank si fissa a uno stativo corredato di un supporto orientabile per brandeggiare il Bank e fissarlo nella posizione desiderata. Grazie al fatto che i flash Nikon SB-600 e SB-800 possono essere pilotati anche in modalità wireless, volendo è anche possibile assicurare la fotocamera a un treppiedi, impugnare il Bank con le mani, tenerlo nella posizione desiderata, e far a questo punto scattare la fotocamera, con l'autoscatto o con lo scatto a distanza. È un modo per rendere il corredo ancora più facilmente trasportabile: un piccolo treppiedi ingombra meno di uno stativo.

Ingrandisci
Si prepara il braccio snodato da inserire sul terminale dello stativo

Ingrandisci
Ingrandisci
si posiziona il bank sullo stativo
adesso il bank è pronto per essere brandeggiato

 
precedente