Il sistema Nikon CLS è estremamente versatile nella regolazione della luce e nell'impostazione di ogni singolo flash. Per sfruttare al massimo queste caratteristiche Agnos ha realizzato, in stretta collaborazione con Nital su originario progetto di Giuseppe Maio, un accessorio che rende i flash Nikon imbattibili nell'illuminazione dei soggetti difficili: la staffa Scorpion. Il sistema sarà sicuramente apprezzato tanto in macrofotografia scientifico/tecnica che naturalistica, ambiti dove è necessario passare da una luce priva di ombre a una più tridimensionale, per adattarla al meglio al soggetto.


» Oltre l'anulare » Applicazione in settori "difficili"
» Esempio di applicazione in fotografia odontoiatrica » Versatile anche nella macrofotografia tradizionale
» Vantaggi del sistema Nikon CLS » Facile adattabilità

 

Applicazione in settori "difficili"

In pratica poi non furono tutte rose e fiori, giusto per non dimenticare il concetto di "corolla".
Una delle applicazioni professionali più diffuse del flash anulare è proprio nella fotografia endorale odontoiatrica. Da subito molti odontoiatri si accorsero che, specie nelle foto endorali con gli specchi, il fascio di luce emesso dagli SB-R200 montati in posizione distanziata dall’asse ottico, era decisamente più fuori asse rispetto al tradizionale flash anulare; portando a un'illuminazione non sempre omogenea in tutti i punti del campo operatorio inquadrato.

Nasce così lo studio di una più completa soluzione e quindi la realizzazione della Staffa Medical Close-Up Scorpion, versatile accessorio in grado di risolvere anche le situazioni più difficili di illuminazione. Soluzione impiegabile con le più variegate DSLR Nikon (serie D3 esclusa nella configurazione base) abbinate a qualsivoglia obiettivo grazie al fissaggio studiato sul corpo e non sulla lente frontale dell’obiettivo.

Ingrandisci
Gli SB-R200 montati sulla Staffa Medical Close-Up Scorpion
e comandati dal flash incorporato impostato in modalità di pilotaggio Commander di una Nikon.

Diciamo subito che la staffa di supporto e posizionamento Medical Close-Up Scorpion, anche se nata per una specifica esigenza di documentazione fotografica odontoiatrica, si presta largamente a qualsiasi applicazione del o degli SB-R200, sia nella fotografia a distanza ravvicinata che in macrofotografia e non necessariamente solo per documentazione scientifica.
La Staffa Medical Close-Up Scorpion inoltre è perfettamente compatibile anche con altri flash Nikon, come l'SB800 e l'SB600, oltre che con qualsiasi flash Nikon non CLS in quanto può montare anche il comune zoccolo portaflash.

Lo "Scorpion" è una staffa realizzata in solido metallo a cui viene ancorata la fotocamera. Alla staffa sono assicurati due bracci mobili, ai quali posso essere assicurati altri due braccetti.

Ingrandisci
La Staffa Medical Close-Up Scorpion
smontata in tutte le sue parti
Ingrandisci

Serie completa attualmente disponibile dei bracci
intercambiabili e compatibili con la Staffa
Medical Close-Up Scorpion


Ingrandisci
 



Serie completa dei bracci opzionali per lo Scorpion più in dettaglio

 

 

 

 

 

Tutti i bracci sono provvisti di snodi che permettono di far assumere agli SB-R200 (e non solo) qualsiasi posizione e, soprattutto, distanze differenziate tra i flash, la fotocamera e il soggetto.
Sui braccetti ci sono degli attacchi appositamente studiati per lavorare con gli SB-R200, ma ci sono anche dei fori a cui fissare, con il Nikon Multiflash Adapter AS-10 (o con gli stativi compatibili con i rispettivi modelli), i flash SB-800, SB600, o altri modelli.


Ingrandisci
La staffa Staffa Medical Close-Up Scorpion può essere "piegata" per ogni esigenza,
agendo sulle rotazioni orizzontali (1) e (2) e sulla rotazione verticale (3). Il basculaggio (4)
incorporato nel flash SB-R200 permette un'ulteriore personalizzazione della distanza
e dell'angolo di provenienza del lampo del flash.

Quindi, oltre alle applicazioni in fotografia endorale, lo Scorpion ben si presta anche per il close-up e la macrofotografia più generale, sia indoor che outdoor.

Nella prova pratica a corredo di questo eXperience abbiamo in sintesi evidenziato come, applicando gli SB-R200 alla Staffa Medical Close-Up Scorpion, la distanza tra la parabola di ciascun flash e la parte esterna dell'obiettivo si annulla completamente, permettendo di avere le parabole alla minima distanza possibile dal centro dell'obiettivo, addirittura ancora più ravvicinate rispetto agli stessi flash anulari.
A seconda del tipo di fotografia endorale programmata, basterà poi impostare i braccetti nella posizione desiderata, che può facilmente essere memorizzata come angolo di apertura dei vari braccetti.

Ingrandisci
 

Qui gli SB-R200 stanno lavorando con gli adattatori
di massimo posizionamento ravvicinato SW-11
(a corredo dei kit R1 e R1C1) in accoppiata con
un Micro Nikkor 105mm VR. Nonostante i diffusori
coprano oltre la metà della lente frontale dell'obiettivo,
le foto ottenute su formato DX sono a tutto campo,
senza che le parabole siano visibili.

     
Ingrandisci
 

Una vista dall'alto di D300 + 105 Micro VR + SB-R200
con gli SW-11 (adattatori di massimo posizionamento
ravvicinato a corredo dei kit R1 e R1C1).


precedente