Il sistema Nikon CLS è estremamente versatile nella regolazione della luce e nell'impostazione di ogni singolo flash. Per sfruttare al massimo queste caratteristiche Agnos ha realizzato, in stretta collaborazione con Nital su originario progetto di Giuseppe Maio, un accessorio che rende i flash Nikon imbattibili nell'illuminazione dei soggetti difficili: la staffa Scorpion. Il sistema sarà sicuramente apprezzato tanto in macrofotografia scientifico/tecnica che naturalistica, ambiti dove è necessario passare da una luce priva di ombre a una più tridimensionale, per adattarla al meglio al soggetto.


» Oltre l'anulare » Applicazione in settori "difficili"
» Esempio di applicazione in fotografia odontoiatrica » Versatile anche nella macrofotografia tradizionale
» Vantaggi del sistema Nikon CLS » Facile adattabilità

 

Facile adattabilità

La Staffa Medical Close-Up Scorpion viene fornita con diversi braccetti a corredo; opzionali ne possono essere acquistati altri, con differenti lunghezze e attacchi sia per gli SB-R200 che per il Nikon Multiflash Adapter AS-10 o stativi di supporto Nikon dedicati ai rispettivi modelli su cui sarà poi possibile montare un SB-800 piuttosto che un SB-600 o altri tipi di flash Nikon, naturalmente anche non compatibili con il sistema CLS, come il modello SB-400 che andrà però governato con le estensioni cavo Nikon.
La Staffa Medical Close-Up Scorpion è un prodotto di una robustezza e di una versatilità eccezionale. In accoppiata con il sistema CLS Nikon si è dimostrato validissimo sia per applicazioni in fotografica odontoiatrica che in macrofotografia generica.
A rendere più interessante il prodotto, oltre al fatto che si tratta di un Made in Italy al 100%, cosa che in più ci inorgoglisce, c'è il fatto che alla staffa di base è possibile collegare diversi accessori opzionali, oltre a quelli futuri in fase di realizzazione.

Ingrandisci

Utilizzando un Multiflash Adapter AS-10 rappresentato in figura (o gli stativi di supporto a corredo dei lampeggiatori Nikon SB-800 ad esempio) e unendo insieme i due braccetti (esistono comunque braccetti di estensione opzionali) è possibile assicurare anche flash come l'SB-600 o SB-800 distanziandoli in modo notevole dalla staffa.

Ingrandisci
Un flash SB-400 assicurato alla staffa e collegato a una Nikon D60 con il cavo TTL SC-17.
Si ottiene lo stesso risultato con il cavo TTL SC-28.

Gli SB-R200 possono essere montati sia sul primo braccio (A) che sul secondo braccio (B); l'attacco per il flash sul secondo braccio può ruotare di 360 gradi.


Per maggiori informazioni:

www.nital.it
www.agnos.com

Si ringrazia il Dr. Angelo Fassi dello Studio Odontoiatrico Fassi di Milano per la collaborazione.

precedente