Ideale e specializzato per lo "sviluppo" di file RAW-NEF ma utilissimo anche per migliorare i file JPG delle COOLPIX.

1. Premessa
 
 

 

Premessa
Con la fotografia a pellicola, l'esito del risultato finale, ovvero dell'immagine stampata, era affidato al laboratorio che sviluppava solitamente anche il nostro rullino.
Non sempre i risultati ottenuti erano quelli sperati.
Potendo disporre di una camera oscura e relativa attrezzatura, con tanta buona volontà e tempo a disposizione, si limitava al solo bianco e nero l'intero processo, per i più abili.

Ingrandisci
Scatto originale

Ingrandisci
Post elaborazione

Con la fotografia digitale, possiamo oggi disporre di una camera oscura virtuale (soprattutto per il colore, ma anche per il b/n) grazie ad un computer dotato di software e naturalmente alle nostre immagini digitali, sia acquisite tramite scanner o con macchina fotografica digitale, reflex o compatta che sia.
Esistono infatti numerosi software per elaborare e modificare le immagini digitali, da quelli molto economici e limitati a pochi controlli, a quelli molto sofisticati che permettono correzioni e modifiche senza limiti applicativi, permettendo dei controlli simili a quanto avveniva appunto in una camera oscura, ma sotto forma digitale.
Nikon Capture, giunto alla versione 4.1, seppur appartenente alla categoria economica, offre le sue migliori potenzialità con i file .NEF (RAW) ma rappresenta anche un valido strumento di correzione, unitamente alla semplicità di utilizzo (oltre che per essere totalmente compatibile con le immagini provenienti da macchine fotografiche digitali Nikon), con i file più usali (JPG) o quelli non compressi (TIFF).

Come tutti i software, è indispensabile capire il suo funzionamento per poter operare delle efficaci e risolutive modifiche ai nostri file senza arrecare peggioramenti qualitativi all'immagine originale.

 

 

 

 

 

Ingrandisci
Scatto originale
In alta montagna, come al mare, spesse volte si da' poca importanza ad un corretto bilanciamento del bianco che attenuerebbe l'effetto negativo dei raggi ultravioletti.
Ingrandisci
Post elaborazione
Da un originale in cui non potevamo fare di più in fase
di ripresa, in post produzione possiamo renderla
sicuramente migliore.

Lo scopo di questo experience pertanto, è quello di fornire una breve guida alla procedura di correzione ai file più comuni (JPG) mirata al miglioramento qualitativo dello scatto originale.
La correzione mirata al miglioramento qualitativo dell'immagine, seppur nella maggior parte dei casi non sia indispensabile, permette di personalizzare in base alle nostre preferenze quello che sarebbe stato difficile, o in alcuni casi impossibile da ottenere in fase di ripresa, vuoi per le limitate azioni correttive da scegliere nelle impostazioni della nostra fotocamera digitale, vuoi per i limiti dell'attrezzatura utilizzata (obiettivo - sensore).
Anche le immagini che a prima vista possono sembrare da "cestino" possono rivelarsi più belle di quanto ci saremmo aspettati dopo una corretta azione di foto ritocco in post produzione, ammesso di non aver commesso errori basilari in fase di ripresa, senza aver rispettato quindi le principali regole della fotografia.
Le spiegazioni fornite in questo experience pertanto, dovranno essere adattate non solo in base al gusto personale ma soprattutto in funzione delle proprie immagini.