L'archivio di Sguardi

Perché, come insegnano tra gli altri Gide ("l'importanza sia nel tuo sguardo, non nella cosa guardata") e Proust ("non l'andare verso nuovi paesaggi, ma l'avere occhi diversi"), lo sguardo è - quasi - tutto: il modo di porsi e rapportarsi alla realtà, di ritagliare la propria visione (parlando di immagini) in mezzo alle infinite maniere possibili di guardare il mondo, cercando di porre sullo stesso asse, per citare Cartier-Bresson, occhi, mente e cuore.
"Sguardi online" è appunto questo: uno spazio per mostrare diversi modi di guardare (e riprendere) il mondo, oltre che di attraversarlo viaggiando, perché il movimento, il "vedere cose nuove", fa parte dell'esperienza di chi fotografa, "produce cose nuove in un uomo" come ricorda D.H.Lawrence.
E perché, con Calvino, "viaggiare serve per riattivare l'uso degli occhi, la lettura visiva del mondo".

Se pensate di avere del materiale o delle idee interessanti, o se avete comunque voglia di comunicare con noi, vi preghiamo di mettervi in contatto con la nostra redazione scrivendo a: sguardionline@nital.it

Sguardi 63 - Marzo 2009
16/03/2009 | Storie, sotto la superficie. È questo ciò che cerca Ami Vitale, pluripremiata fotografa americana, collaboratrice delle testate più prestigiose e caparbiamente free-lance, al centro dell'intervista di questo numero di Sguardi. Essere in un luogo, più che viaggiare di continuo, da nomadi che restano fermi «perché quello è il momento in cui inizio a intravedere qualcosa sotto la superficie delle situazioni». Storie dalle zone di crisi del mondo - Kosovo, Kashmir, Palestina, Angola - ma anche della gente comune del mondo, per provare a «raccontare storie con le immagini, avvicinarsi alla condizione umana, a qualche verità» […]
Sguardi 62 - Gennaio 2009
19/01/2009 | Questo numero di Sguardi è interamente dedicato ad approfondimenti realizzati da quelli che, in questa occasione, ci piace considerare nostri inviati speciali. Ai quali abbiamo chiesto, ad uso dei nostri lettori, oltre che di illustrare i propri lavori e progetti, di raccontare la loro maniera di fotografare scendendo nel dettaglio su tecniche e materiali usati, accorgimenti attivati, piccoli e grandi sistemi, metodi, segreti, verificati messi alla prova sul campo, spiegati, svelati. Un invito implicito, per chi guarda e legge, alla riflessione e al confronto […]
Sguardi 61 - Novembre 2008
17/11/2008 | Per Hemingway Parigi era una «festa mobile». «Parigi non è una città, ma un mondo» diceva Francesco I, re di Francia dal 1515 al 1547. Parigi, oggi come allora, è uno dei centri pulsanti del mondo. In questo finale di 2008 è di certo la capitale della fotografia non solo europea. Una serie di eventi vi si concentrano. Soprattutto le centinaia di esposizioni, proiezioni e incontri del Mois de la Photo, che una volta ogni due anni, per oltre un mese, animano la scena metropolitana, coinvolgendo istituzioni culturali e gallerie, dalla Maison Européenne de la Photo al Centre Georges Pompidou e al Jeu de Paume […]
Sguardi 60 - Settembre 2008
18/09/2008 | In occasione di Beijing in and out - lavoro collettivo di dieci fotografi di Contrasto su Pechino (in mostra prima a Modena, poi a Roma) alla vigilia delle ultime Olimpiadi - Sguardi ha intervistato Francesco Cocco per parlare di fotografia come desiderio di conoscenza, della necessità di imparare a vedere, della voglia di approfondire, della scelta del bianco e nero per essenzialità e immediatezza […]
Sguardi 59 - Luglio 2008
15/07/2008 | Un tema, anzi un continente, attraversa la maggior parte dei servizi proposti in questo numero di Sguardi: l'America, le Americhe. A San Vito al Tagliamento la mostra Americana presenta un secolo di storia a stelle e strisce – il Novecento – per immagini. 120 autori, circa 140 foto, bianco e nero dominante, sprazzi di colore. Dal capo Shunka La Lo Ka a Frank Zappa, dal soldato sulla spiaggia del D-Day a JFK e la sua poltrona, agli emigranti, i coloni, le guerre, la moda, i cambiamenti della vita quotidiana […]
Sguardi 58 - Maggio 2008
19/05/2008 | Primavera, tempo di premi e festival. Torna, dopo l'annuncio di qualche mese fa, il doppio appuntamento (a Milano e Roma) con le mostre del World Press Photo, massimo riconoscimento nel campo del fotogiornalismo, con le immagini premiate nel 2008 (per il 2007): un giro del mondo tra guerre e bellezza, violenze e armonia, che ha visto premiati in questa edizione anche quattro fotoreporter italiani […]
Sguardi 57 - Marzo 2008
18/03/2008 | L'intervista a un celebrato fotografo canadese, l'intervento di un fotografo italiano amante delle messe in scena, due prestigiose riviste, una città palcoscenico per la fotografia, uno sguardo sul Sol Levante, le reinvenzioni cromatiche di un fotografo-sperimentatore, la segnalazione di mostre e libri in primavera. Questo è Sguardi di marzo […]
Sguardi 56 - Gennaio 2008
15/01/2008 | Questo numero di Sguardi è dedicato agli "inviati speciali". Sui vari fronti dell'informazione e del racconto. Per immagini e parole. Dell'attualità o dell'approfondimento. In guerra o no. Comunque in giro, vicino e lontano, per il mondo, a cercar notizie, storie, fatti, persone. Spesso reporter di guerra, semplificando, visto come va il mondo. All'inizio dell'anno il consueto rapporto di Reporters sans frontières ci ha ricordato difficoltà e rischi di un mestiere borderline. Per i giornalisti il 2007 è stato l'anno più sanguinoso dal 1994, con 86 vittime, e 20 morti anche tra i collaboratori dei media […]
Sguardi 55 - Novembre 2007
19/11/2007 | Berengo Gardin, Salgado, LaChapelle: maestri in primo piano nel numero di chiusura d'anno di Sguardi. Gianni Berengo Gardin ha regalato al festival di Corigliano Calabro alcune foto di un suo passaggio di molti anni fa che restituiscono una Calabria in bianco e nero d'altri tempi: carretti, motociclette, reti di pescatori, barche ormeggiate, falce e martello, lavoro nei campi, cataste di legno, paesini arroccati […]
Sguardi 54 - Settembre 2007
17/09/2007 | Sguardi torna a chiedersi, e a chiedere - in questo numero al direttore di Gente di fotografia, punto di riferimento di qualità nel panorama italiano di settore - cosa significhi dirigere una rivista di fotografia, quale risulti, da quel punto di osservazione privilegiato, lo "stato delle cose" del mondo dell'immagine e in particolare della fotografia come forma di espressione nell'epoca della tecnologia digitale […]